A LONDRA PRIMA TAPPA DELL’ITALIAN EQUITY ROADSHOW 2020

L’evento di Borsa Italiana coinvolge 22 società quotate e un fondo di investimento alternativo. 13 settori, 90 investitori in rappresentanza di 60 case di investimento

 

Parte oggi a Londra la prima tappa dell’Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana che prevede due giorni di meeting tra le società quotate e la comunità finanziaria internazionale, il 16 e il 17 gennaio. Tredici i settori rappresentati: Electricity, Financial Services, Industrial Services, Real Estate Investment Trusts, Banks, Industrial Engineering, Gas Water & Multi-Utilities, Diversified Industrials, Food & Drug Retailers, Equity Investment Instruments, Insurance, Software & Computer Services, Oil Equipment Services & Distribution.

 

Presenti 90 investitori, 22 società e un Fia

Presenti al Roadshow 90 investitori in rappresentanza di 60 case di investimento provenienti da UK, Italia, Medio Oriente, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Lussemburgo per un totale di 220 meeting tra società e investitori. Queste le 22 società che partecipano all’evento, per una capitalizzazione aggregata di 87,3 miliardi di euro: A2A, Anima Holding, Azimut Holding, Banca Generali, Banca IFIS, Banca Mediolanum, Banca Sistema, BFF Banking Group, Cerved Group, Coima RES, Credito Emiliano, Danieli & C, Finecobank, Interpump Group, Italgas, Italmobiliare, Marr, Poste Italiane, Reply, Snam, Tamburi Investment Partners, Unipol – Unipolsai.

 

borsa italiana

 

Il Fondo di Investimento Alternativo presente è NB Aurora. Gli investitori internazionali detengono complessivamente circa il 90% dell’ammontare detenuto dagli investitori istituzionali nei titoli del Ftse Mib e del Ftse Mid Cap. La prima tappa del Roadshow è stata organizzata in collaborazione con BofA Securities, che ospita anche l’iniziativa, Banca IMI e Intermonte.

 

“Londra vetrina importante per la valorizzazione delle eccellenze italiane nel mondo”

“Da sempre Borsa Italiana è impegnata nella promozione e nella valorizzazione delle eccellenze italiane nel mondo e Londra è una vetrina importante. Sono oltre 200 gli incontri organizzati tra le società e gli investitori a dimostrazione di come l’Italian Equity Roadshow rappresenti un’importante opportunità per alimentare la relazione strategica tra le società italiane e la comunità finanziaria internazionale” ha commentato Barbara Lunghi, Responsabile Primary Markets di Borsa Italiana.

Lascia un commento