GRAN BRETAGNA, DISOCCUPAZIONE AI MINIMI DAL 1974

Il tasso dei senza lavoro nel Regno Unito non è mai così basso negli ultimi 44 anni

Nonostante la lunga soap opera della Brexit, resta solido il mercato del lavoro in Gran Bretagna. Nel mese di luglio, il tasso di disoccupazione è sceso al 3,8% dal 3,9% precedente e indicato dal consensus, restando vicino ai livelli più bassi dalla fine del 1974 ad oggi.

Nel mese di agosto, il numero dei senza lavoro che hanno chiesto un sussidio di disoccupazione è risultato in aumento di 28.200 unità rispetto all’incremento di 19.800 registrato nel mese di luglio (dato rivisto da 28.000). Il dato risulta sotto le attese degli analisti che indicavano un aumento di 29.300 unità.

I SALARI 
Il tasso di crescita dei salari medi in Gran Bretagna ha mostrato un incremento del 3,8% escludendo i bonus centrando le aspettative, e del 4,9% includendo questa componente. La crescita totale delle retribuzioni è salita al 4%, il più veloce da metà 2008.

E INTANTO BORIS JOHNSON HA UN RECORD NEGATIVO…
Nuovo schiaffo al premier britannico Boris Johnson da parte della Camera dei Comuni, che ha bocciato la mozione  per la convocazione di elezioni anticipate nel Regno Unito il prossimo 15 ottobre. Il Parlamento britannico rimarrà chiuso fino al prossimo 14 ottobre mentre lo Speaker John Bercow ha annunciato le dimissioni, per protesta. Da segnalare che Johnson ha perso sei votazioni su sei da quando è Primo Ministro in Gran Bretagna: mai era successo nella storia di un Premier.

Lascia un commento