MORNINGSTAR INVESTMENT CONFERENCE 2019

La Morningstar Investment Conference italiana ha aggiornato il mercato su tendenze e modelli di analisi adottati dai funds makers. In primo piano i temi caldi del momento per l’industria

Ottimo riscontro di pubblico e di interesse per la sesta edizione della Morningstar Investment Conference Italy alla Fondazione Riccardo Catella di Milano che ha visto la partecipazione di accademici, gestori, strategist ed economisti di fama internazionale, insieme agli esperti di Morningstar.

Al centro dell’attenzione tutte le tematiche calde del momento per l’industria: i rischi di mercato in un contesto in cui le tradizionali definizioni di “normale” ed “estremo” non funzionano più, il quadro macro e la situazione delle finanze pubbliche.
Anche il tema del risparmio gestito è stato predominante, con il focus sulla ricerca di un nuovo equilibrio tra compressione dei margini, avanzata degli strumenti passivi ed esigenza di creare valore per i clienti.

Trasparenza come buona “investment practice”

La trasparenza rimane l’elemento fondamentale di una buona “investment practice”. Si è aperta proprio così la MIC 2019: con un appello ai rappresentanti dell’industria affinché venga posta maggiore attenzione al tema dei “costi nascosti”, perché anche se le commissioni per le gestioni patrimoniali stanno diminuendo, la spesa totale per gli investitori finali resta alta. Resistono infatti commissioni poco conosciute talvolta inserite in categorie fantasiose come, ad esempio, le cosiddette “commissioni di piattaforma“.

La trasparenza crea oggi nuove opportunità e responsabilità per chi persegue l’obiettivo di una consulenza personalizzata” ha detto Davide Pelusi, amministratore delegato South EMEA di Morningstar, aprendo i lavori della Conferenza. “Non paghiamo o addebitiamo mai commissioni di retrocessione, poiché tali commissioni non sono necessarie per il successo degli investitori“.

Una trasparenza che non è fine a se stessa ma permette il controllo e produce risultati più forti. “Il gap tra gestioni attive e indicizzate non è mai stato maggiore” ha sottolineato nella sua presentazione Dan Lefkovitz, Strategist sugli Indici di Morningstar. “Invece di focalizzare le valutazioni solo sui concetti più evidenti come  value o growth, nella Equity Research tendiamo a utilizzare il concetto di MOAT, consapevoli che alcune società possiedono caratteristiche competitive che le rendono indiscutibilmente vincenti anche nel lungo termine“.

Morningstar ha iniziato già da tempo a ripensare il proprio modello commissionale applicato agli indici, che ha implementato attraverso il Morningstar Open Indexes Project. Riconoscendo che gli indici rappresentano un costo significativo che va ad impattare sui rendimenti dei fondi, ha di fatto azzerato le fee e le licenze su 100 global equity index per l’utilizzo dei fondi come benchmark.

Come può un investitore stabilire quale rischio di sostenibilità è associato all’investimento prescelto?

Secondo un sondaggio condotto tra gli investitori, i fondi tematici e ambientali rappresentano la strategia sostenibile che si diffonderà maggiormente nei prossimi cinque anni, seguita dalle strategie di ESG Integration e da quelle di Impact Investing. Negli ultimi dieci anni il patrimonio investito in asset sostenibili è cresciuto superando i 30.000 miliardi di dollari.

Gli investitori sono diventati più consapevoli e devono essere messi in grado di identificare i rischi ESG e di valutare come possano influenzare le performance di lungo termine dei loro investimenti” ha detto Hortense Bioy, Sustainabilty Research Specialist di Morningstar. “Mentre in passato l’attenzione era rivolta principalmente alla disclosure, la prossima generazione di rating misurerà gli impatti dei diversi fattori di rischio sulla governance e sulla performance”.

La metodologia del Sustainability rating di Morningstar

Dal 31 ottobre Morningstar ha affinato la metodologia del Sustainability rating (i globi), una valutazione della sostenibilità attribuita a circa 17.000 fondi ed Etf in Europa e 38.000 al mondo. La principale innovazione è l’integrazione del rischio ESG nel giudizio.

Di seguito lo speciale video realizzato da Le Fonti TV

COMMENTS

  • <cite class="fn">assemblers incorporated</cite>

    Thanks a lot for sharing this with all folks you actually realize what you’re speaking about! Bookmarked. Kindly also visit my website =). We can have a link change arrangement between us!

  • of course like your website however you have to test the spelling on several of your posts. Many of them are rife with spelling problems and I find it very troublesome to tell the reality then again I will surely come back again.

  • <cite class="fn">nba중계</cite>

    An fascinating discussion is value comment. I think that you must write extra on this subject, it might not be a taboo subject but typically individuals are not sufficient to speak on such topics. To the next. Cheers

  • <cite class="fn">graphic design</cite>

    Hey, you used to write excellent, but the last few posts have been kinda boring¡K I miss your great writings. Past few posts are just a little out of track! come on!

  • <cite class="fn">udaipur escorts</cite>

    You really make it seem so easy with your presentation but I find this topic to be actually something that I think I would never understand. It seems too complicated and very broad for me. I’m looking forward for your next post, I will try to get the hang of it!

  • <cite class="fn">i99bet</cite>

    The next time I read a blog, Hopefully it won’t fail me as much as this particular one. After all, I know it was my choice to read, but I really thought you would probably have something helpful to talk about. All I hear is a bunch of whining about something you could fix if you weren’t too busy searching for attention.

  • <cite class="fn">John Deere Technical Manuals</cite>

    Youre so cool! I dont suppose Ive read anything this way prior to. So nice to seek out somebody by incorporating original thoughts on this subject. realy we appreciate you beginning this up. this fabulous website is one thing that is needed over the internet, someone after a little originality. useful problem for bringing something new towards the net!

  • I like this post, enjoyed this one thanks for putting up.

  • <cite class="fn">Elsy Many</cite>

    World Facts For Children… […]here are some links to sites that we link to because we think they are worth visiting[…]…

  • <cite class="fn">Jodee Hyle</cite>

    I agree with you. I wish I had your passion for writing!

  • <cite class="fn">discover this info here</cite>

    I simply want to say I am just very new to weblog and actually enjoyed you’re page. Very likely I’m going to bookmark your website . You amazingly come with good posts. Thank you for sharing with us your web-site.

Commenti chiusi