PIAZZA AFFARI RIMBALZA. SALVINI: SPREAD? SEMPRE COLPA MIA!

L’indice Sentix della fiducia degli investitori europei che supera tutte le attese (22,5, dato atteso 1,4, è il massimo degli ultimi 14 mesi) e il saldo della bilancia commerciale positiva sia in Italia che in Europa sostengono Piazza Affari, che dopo un avvio negativo ritrova slancio assieme al resto delle borse del vecchio continente. A metà mattinata tutti i principali indici virano positivi, in attesa dell’Eurogruppo di Bruxelles, dove i ministri delle finanze dell’area euro faranno il punto sull’economia dell’Eurozona, con un occhio anche oltreoceano, perché i dati sulla disoccupazione negli Usa e il discorso della Fed di Philadelphia potrebbero indicare la direzione di Wall Street.

E così Milano ritrova slancio, guadagna lo +0.57% a 20.984 punti ed è ben sostenuta dalle vendite al dettaglio, dal comparto immobiliare e da quello chimico. Inoltre, da Israele, arrivano le parole del governatore di Bankitalia Ignazio Visco, secondo cui in Italia ci sono stati progressi significativi ne percorso di superamento delle difficoltà create dalla crisi finanziaria e l’attività economica ha registrato una crescita leggermente positiva nei primi mesi di quest’anno. Ciò nonostante, ha aggiunto Visco, lo spread è raddoppiato rispetto al 2018 e l’alto livello del debito impone al nostro governo la ripresa delle riforme, subito dopo le elezioni europee.

Spread che in buona sostanza resta stabile, rimanendo a ridosso dei 280 punti base. Stamattina il vicepremier Matteo Salvini ha commentato così i report di Unicredit ed Mps di ieri che indicano proprio nelle sue recenti uscite riguardo la volontà del governo di superare i limiti sul deficit imposti dell’Europa la causa dell’aumento del rendimento dei Btp: “Quella di ieri è stata una giornata surreale -ha detto il leader della Lega. Per i telegiornali era tutta colpa mia, poi però vai a vedere e lo spread è aumentato anche in Portogallo, Slovenia e nei paesi del Nord. come se ci fosse un Salvini portoghese, slovacco, finlandese, ungherese. Pioviggina ed è colpa di Salvini, se non piove e c’è siccità è colpa di Salvini”.

TITOLI MIGLIORI

Tenaris +2,87%
Ottima performance per Tenaris, il cui trend, su base settimanale, appare più solido rispetto a quello del Ftse Mib. Ecco perché l’appeal degli investitori, almeno per il momento, è rivolto con decisione al produttore di tubi per l’esplorazione e la produzione di gas rispetto all’indice di riferimento, complici anche i rialzi del prezzo del petrolio.

Juventus +2,83%
Le trattative tra il presidente Agnelli e mister Allegri non sembrano spaventare i mercati, che regalano al titolo Juve una buona performance non lontana dai 3 punti percentuali di guadagno, in quella che sarebbe la quarta seduta di guadagni consecutiva.

Bper +2,07%
Il banco dell’Emilia Romagna trae beneficio da Unipol (+1,7%) che è salita al 17,3% del capitale.

TITOLI PEGGIORI

Pirelli: -1,81%
Si tratta di un ribasso composto e controllato, in linea con i valori precedenti. Il titolo potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze in quello che è un trend tendenzialmente ribassista. Non si esclude comunque un miglioramento verso l’alto della curva, che incontra il primo ostacolo a 5,80 Euro. Supporto visto a quota 5,70. Ulteriori spunti rialzisti favoriscono un nuovo target stimato verosimilmente in area 5,91.

Moncler: -1,45%
Le vendite si concentrano anche su Moncler, il cui andamento riflette quello della vigilia. L’impulso rialzista per ora non modifica una lateralità che si mantiene tra i 35 e i 37 euro ad azione.

Generali: -0,74%
In flessione il colosso triestino, che ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2019, chiuso con utile netto di 744 milioni di euro: +28,1% rispetto allo scorso anno e il dato è superiore alle attese. Dopo la diffusione dei risultati, gli analisti di Banca Akros hanno alzato da 17 euro a 18,5 euro il target price, in seguito anche al miglioramento delle stime finanziarie per il triennio 2019/2021.

Analisi Tecnica Ftse Mib
L’apertura negativa di Piazza Affari rimbalza a mezzogiorno, ora in cui era previsto l’avvio dei lavori dell’Eurogruppo a Bruxelles, in contemporanea alla pubblicazione dei dati sul commercio estero e del surplus della bilancia commerciale italiana a marzo, aumentato di 100 milioni di euro: da +4.525 mln a +4.625 mln. Anche la bilancia commerciale nell’Eurozona ha prodotto buoni numeri: i 22,5 miliardi di euro di marzo sono il massimo del 2019 e degli ultimi 12 mesi.

Spread
Le tensioni all’interno del governo rimangono, ma le dichiarazioni di oggi del vicepremier Luigi Di Maio, secondo cui le regole del bilancio europeo devono essere riviste perché hanno bloccato gli investimenti in Europa, si riavvicinano alle linea degli alleati della Lega. “Gli investimenti in infrastrutture devono essere esclusi dai parametri europei che vincolano il rapporto deficit/Pil” ha aggiunto il leader del M5S. In questo contesto, lo spread non ha registrato significativi rialzi, ma rimane in zona 280 punti base, a quota 279.