BUON AVVIO DI PIAZZA AFFARI CHE CREDE NELL’ACCORDO USA-CINA

L’Europa viaggia positiva, Piazza Affari trainata da Cnh e Stm. Btp in area 0,9%

Le borse ci credono. Piazza Affari pure. Cina e Stati Uniti si incontrano oggi alla Casa Bianca per concordare un’intesa, seppur parziale, sul commercio e sui dazi. E le recenti aperture delle due parti hanno prodotto un discreto ottimismo sui mercati, che scambiano positivi anche in scia dei dati macroeconomici in linea con le attese. Non fa eccezione il listino milanese, che viaggia sopra la resistenza dei 21.780 e guadagna lo 0,6% dopo due ore di contrattazioni. A spingere sono soprattutto i comparti tecnologia, materie prime e petroliferi, in scia ai rialzi del greggio dopo l’attacco alla nave petroliera iraniana.

TITOLI MIGLIORI

Cnh Industrial +2,58%
La società ha comunicato di aver acquistato oltre 1,2 milioni di azioni ordinarie proprie la scorsa settimana al prezzo medio unitario di 8,9310 euro ad azione, per un controvalore complessivo di 10,9 milioni di euro. Titolo ai massimi dal 26 settembre a 9,544 euro ad azione in scia alle (momentanee) buone notizie sul fronte Usa-Cina che potrebbe evitare le tariffe aggiuntive a cui Cnh sarebbe soggetto assieme a Stm, l’altro titolo che sta performando meglio a Piazza Affari.

Stmicroelectronics +2,15%
Massimi dai 13 settembre a 13,385, molto vicino al record degli ultimi dodici mesi. Abbandonata la lateralità tra i 17 e i 18 euro che durava da quasi 20 giorni. Da verificare i volumi. Il titolo beneficia anche della raccomandazione a “Buy” di Goldman Sachs, che ha alzato l’obiettivo sul prezzo a quota 20 euro, da 17,5.

TITOLI PEGGIORI

Diasorin -0,86%
Pareggiati i minimi da giugno raggiunti alla vigilia a 98,15 euro prima di invertire la tendenza e virare positivo. Il titolo mantiene il trend rialzista di lungo periodo

Terna -0,84%
A 56,52 aggiorna i minimi dal 23 settembre scorso. Quarto rosso consecutiva in quella che di fatto è una seduta complicata per tutte le utilities.

ANALISI FTSE MIB

Si avvia nuovamente verso i 22.000 punti Piazza Affari, sostenuta dall’ottimismo sulla riapertura dei negoziati commerciali tra Usa e Cina: l’ultima volta che l’indice viaggiava in quest’area era il primo di ottobre. A 22.290 può arrivare ai massimi raggiunti a settembre in tre sedute differenti.


Grafico Ftse Mib by TradingView

SPREAD

Stabile sotto i 145 punti base a quota 142, mentre il rendimento dei Btp è in crescita: ieri i massimi da 12 settembre allo 0,97%, oggi si mantiene sopra la soglia dello 0,9%.


Grafico Spread by TradingView

Lascia un commento