USA, TORNA POSITIVO IL MANIFATTURIERO DEL NY EMPIRE STATE

Il 4,3 rilevato a luglio supera le attese e aggiusta il -8,6 registrato il mese precedente

L’Indice manifatturiero del NY Empire State, redatto dalla Federal Reserve, è rimbalzato di 13 punti portandosi a 4,3, battendo le attese che si erano attestate a quota 1,6. L’indice generale delle condizioni di mercato è uscito dal territorio negativo. Infatti le aziende manifatturiere dello Stato di New York hanno riferito che l’attività commerciale è cresciuta a luglio, dopo il calo sostanziale del mese scorso.

Anche l’indice dei nuovi ordini è salito, ma è rimasto negativo a -1,5.  L’indice delle spedizioni, invece, si è leggermente spostato su 7,2, indicando un lieve aumento delle spedizioni. Per quanto riguarda l’indice del numero dei dipendenti, il dato è sceso ancora rispetto al mese scorso. Infatti è passato da -3,5 di giugno a -9,6, perdendo sei punti, e indicando un calo dei livelli occupazionali. L’indice per le future condizioni commerciali è aumentato di cinque punti rispetto al 30,8 e anche l’indice per i nuovi ordini futuri è migliorato.

SERIE STORICA
Il dato negli ultimi 5 anni ha avuto un andamento variabile, toccando anche minimi di -19,37 a gennaio 2016. Ad ottobre 2017 ha raggiunto il picco massimo di 30,20. Successivamente si è mantenuto su livelli positivi fino a giugno 2019 quando è ricaduto in territorio negativo toccando il valore di -8,60.

REAZIONI DEL MERCATO
L’indice Empire State Manufacturing di New York misura la salute dell’economia del settore manifatturiero attraverso una indagine su 200 imprese dello stato di New York. Dati superiori al previsto devono essere interpretati come positivi/rialzisti per il dollaro. Quando è stato pubblicato l’indice, alle 14.30, il cambio Euro Dollaro non ha subito particolari cambiamenti. Tuttavia, tra le 15.30 e le 17, il biglietto verde ha guadagnato lo 0,1% nei confronti della moneta unica.

 

 

 

COMMENTS

Lascia un commento