Strategia in Opzioni: Long Strangle Stretto sul FtseMib

Opzioni a cura di Eugenio Sartorelli

Sulle opzioni, vediamo il grafico del Ftse Mib con dati giornalieri a partire da giugno 2019:

Come si vede i prezzi hanno fatto massimi e minimi crescenti ed anche la media mobile a 6 mesi ha una regolare inclinazione verso l’alto. In basso vi è un opportuno Price Oscillator che ci dice come la fase ciclica sia ancora in forza, ma con intensità decrescente.

L’idea di fondo è che da questi livelli di prezzo si possa avere o una accelerazione al rialzo per andare a 23000 ed anche oltre, oppure vi può essere una correzione perlomeno verso 22000, che tra l’altro sarebbe più che fisiologica entro la prolungata fase di rialzo.

Una strategia in Opzioni coerente con tale lettura del mercato è long Strangle Stretto. Lo si costruisce acquistando Call e Put con strike vicini all’at the money. Lo preferisco rispetto al più oneroso long Straddle che invece consiste nell’acquisto di Call e Put at the money.

Una scadenza idonea è quella di dicembre, che è da preferire rispetto alla scadenza novembre per un minore decadimento temporale dei prezzi (detto effetto Theta).

Con il FtseMib quota circa 22683, la strategia di long Strangle Stretto potrebbe essere:

acquisto di Call dicembre strike 23000 (prezzo intorno a 334 punti);

acquisto di Put dicembre strike 22000 (prezzo intorno a 292 punti).

In questa strategia è corretto mantenere lo strike Put più largo rispetto allo Strike della Call, poiché in caso di ribasso con le Put si guadagna anche per l’innalzamento della Volatilità Implicita (detto anche effetto Vega).

Il costo totale dell’operazione è di circa 626 punti- che corrisponde alla perdita massima, la quale è decisamente elevata, ma il mercato dovrebbe restare imbrigliato tra 23000 e 22000 fino alla scadenza del 20 dicembre.

In base a come normalmente gestisco questa posizione, considero un buon guadagno per questo tipo di strategia (in termini di remunerazione/rischio), tenendo anche conto del grafico del Ftse Mib, di un utile massimo intorno al 20% del costo della operazione, ovvero un utile di circa 125 punti, ma al trascorrere del tempo di solito mi accontento anche del 15% e poi sino al 10%. Pertanto, al primo movimento al rialzo od al ribasso che consentisse un tale utile, chiudo immediatamente l’operazione.

Vediamo il payoff della strategia:

sartorelli

La linea spezzata blu è il payoff della strategia a scadenza. Le curve sono il payoff prima della scadenza con il trascorrere del tempo nella direzione della freccia a dx. Come si vede vedi curva più alta) basterebbe anche un rapido movimenti entro pochi giorni verso 23000 o verso 22000 per avere un discreto utile.

 

Eugenio Sartorelli terrà il corso Trading Opzioni il prossimo 9 novembre. Per informazioni e iscrizioni:

Per info ed iscrizioni: https://www.investimentivincenti.it/default.asp?pag=Corso-Opzioni

 

 

COMMENTS

  • <cite class="fn">Walton Petosa</cite>

    As a Newbie, I am constantly browsing online for articles that can aid me. Thank you

  • <cite class="fn">Oren Rosamond</cite>

    The other day, while I was at work, my sister stole my iPad and tested to see if it can survive a twenty five foot drop, just so she can be a youtube sensation. My apple ipad is now broken and she has 83 views. I know this is completely off topic but I had to share it with someone!

Lascia un commento