LE BORSE NON TEMONO TRUMP, MILANO LA MIGLIORE

LE BORSE NON TEMONO TRUMP, MILANO LA MIGLIORE

Corre più degli altri listini europei, Milano, e chiude con un guadagno dello 0,65% a 21.392 punti, unica piazza superiore al mezzo punto percentuale, in una giornata in cui l’Europa riesce a reggere all’urto della nuova minaccia di dazi da parte di Donald Trump su quattro miliardi di beni Ue, comprese alcune delle eccellenze dell’export italiano (olio e formaggi). Alla fine il vecchio continente ha chiuso in territorio positivo, nonostante il poco slancio di Wall…

Leggi tutto

TRUMP MINACCIA L’UE CON NUOVI DAZI, BORSE PRUDENTI

TRUMP MINACCIA L’UE CON NUOVI DAZI, BORSE PRUDENTI

Già l’Asia aveva fiutato puzza di bruciato. Lo dimostra la chiusura contrastata, con Tokyo e Hong Kong sopra la parità e Shanghai e Shenzhen in territorio negativo. Congelata una guerra commerciale, quella con la Cina, ecco che Donald Trump è pronto ad avviarne un’altra. E stavolta il “nemico” è l’Europa. Washington ha preso di mira l’Unione Europea minacciando dazi per 4 miliardi di beni, compresi alcuni settori forti dell’export italiano (tra cui olio e formaggio)….

Leggi tutto

EURO DEBOLE: IL RUOLO DI USA, CINA E GERMANIA

EURO DEBOLE: IL RUOLO DI USA, CINA E GERMANIA

Incertezza politica europea. Guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, economia tedesca che  ha ormai smesso di correre, con tanto di crisi di governo sempre più vicina, per un paese che si sa, all’instabilità, in generale, è sempre stata allergica. Questi, in buona sostanza, i motivi dell’indebolimento dell’Euro/Dollaro negli ultimi due mesi, con tanto di minimi negli ultimi due anni raggiunti a 1,1106 il 23 maggio scorso. Nella giornata di oggi il cambio si è…

Leggi tutto

IL FILO CHE LEGA USA E CINA, UE E BREXIT, EUROPEE E ITALIA

IL FILO CHE LEGA USA E CINA, UE E BREXIT, EUROPEE E ITALIA

Da una parte Stati Uniti e Cina, impegnati nella loro guerra fredda tecnologica commerciale. Dall’altra l’Unione Europea, che si appresta ad affrontare delicatissime elezioni, forse le più importanti degli ultimi due decenni. Infine c’è la Gran Bretagna, che dall’Europa vuole andarsene da un anno senza però riuscire a mettersi d’accordo sul come e sul quando. Ecco spiegata in buonissima sostanza da cosa dipende l’espressione che sempre più di frequente viene utilizzata quando ci capita di…

Leggi tutto

CINA, I DAZI RALLENTANO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE

CINA, I DAZI RALLENTANO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE

Il braccio di ferro con gli Stati Uniti sul commercio indebolisce la produzione industriale cinese: +5,4%  ad aprile a fronte di un consensus pari a +6,5%. Ma non sono solo le attese a rimanere deluse, se si considera che il dato precedente, quello di marzo, si era attestato a +8,5%, il massimo negli ultimi quattro anni e mezzo. E’ evidente dunque che per un’economia in rallentamento come quella cinese, il problema dei dazi rappresenta un…

Leggi tutto

WALL STREET, LA PEGGIOR SETTIMANA DELL’ANNO

WALL STREET, LA PEGGIOR SETTIMANA DELL’ANNO

La guerra commerciale con la Cina. L’annuncio di questa mattina del presidente Trump, ovviamente tramite Twitter: “A partire da oggi i dazi su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi sono stati più che raddoppiati”. E poi la risposta di Pechino, che ha già preannunciato ritorsioni, in primis svalutando la propria moneta, lo yuan, ma anche riducendo i drasticamente i loro investimenti nei titoli di stato americani. In aggiunta, le tensioni con l’Iran, dopo l’annuncio…

Leggi tutto

LA GUERRA DEI DAZI USA-CINA FA ARROSSIRE L’EUROPA

LA GUERRA DEI DAZI USA-CINA FA ARROSSIRE L’EUROPA

I timori per le conseguenze della guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti restano alti. Da una parte Donald Trump, che via Twitter punta nuovamente il dito contro Pechino: siete voi che avete violato le intese preliminari. Dall’altra parte però il colosso asiatico risponde a tono: chi ha rotto per primo sono stati gli Usa. In questo contesto le borse europee chiudono negative, subendo un’ulteriore flessione con l’apertura di Wall Street. Il petrolio resta…

Leggi tutto