EUROZONA, FRENATA DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE INDUSTRIALE

EUROZONA, FRENATA DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE INDUSTRIALE

I prezzi alla produzione industriale nell’Eurozona registrano nel mese di maggio una nuova e significativa contrazione: -0,3%. Il dato supera il -0,1% di aprile e sorprende in negativo le previsioni del mercato, che attendevano un aumento dello 0,3%. Si tratta invece del peggior dato degli ultimi quattro mesi, e il secondo più basso dell’anno dopo gennaio, la cui contrazione è stata dello 0,8%. Negli ultimi cinque anni, il rialzo dei prezzi più importante risale a…

Leggi tutto

EURO DEBOLE: IL RUOLO DI USA, CINA E GERMANIA

EURO DEBOLE: IL RUOLO DI USA, CINA E GERMANIA

Incertezza politica europea. Guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, economia tedesca che  ha ormai smesso di correre, con tanto di crisi di governo sempre più vicina, per un paese che si sa, all’instabilità, in generale, è sempre stata allergica. Questi, in buona sostanza, i motivi dell’indebolimento dell’Euro/Dollaro negli ultimi due mesi, con tanto di minimi negli ultimi due anni raggiunti a 1,1106 il 23 maggio scorso. Nella giornata di oggi il cambio si è…

Leggi tutto

I SOVRANISTI NON SFONDANO, LE BORSE RINGRAZIANO

I SOVRANISTI NON SFONDANO, LE BORSE RINGRAZIANO

Un sospiro di sollievo durato un’intera seduta, quella di inizio settimana per le borse europee. Che hanno accolto positivamente i risultati elettorali, con i sovranisti ridimensionati in linea generale, pur sostenuti dagli exploit di Lega in Italia, Marine Le Pen in Francia e Nigel Farage nel Regno Unito. Tutti i principali indici chiudono positivi in una giornata sostanzialmente non troppo ricca di scambi, complici i pochi dati macroeconomici e la festività di Londra e Wall…

Leggi tutto

L’EUROPA SCOMMETTE SUL “NUOVO” TRUMP

L’EUROPA SCOMMETTE SUL “NUOVO” TRUMP

Sedici miliardi di aiuti a favore degli agricoltori americani colpiti dalle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. E a sorpresa: “E’ possibile che Huawei possa persino essere inclusa in un accordo commerciale”. Donald Trump spiazza i mercati, stavolta in positivo. E infatti l’Europa tenta il rimbalzo in quella che è l’ultima seduta di una settimana difficile, culminata dal giovedì nero registrato ieri, complici i dati macro negativi di Europa e Usa e l’incertezza legata…

Leggi tutto

EURO E STERLINA: GIOVEDI’ NERO

EURO E STERLINA: GIOVEDI’ NERO

Giornata da dimenticare per Euro e Sterlina. La moneta unica soffre gli effetti della guerra commerciale tra Usa e Cina. Ma non soltanto. A pesare, in questi giorni, è l’acuirsi dell’incertezza legata alla Brexit, dove un nuovo ministro ha dato le proprie dimissioni lasciando sempre più sola Theresa May, che il Times dà dimissionaria già domani.Inoltre, non bisogna dimenticare che la Gran Bretagna oggi vota alle Elezioni Europee, e quindi vota anche chi la rappresenterà…

Leggi tutto

CONTROFFENSIVA CINESE, EUROPA DEBOLE

CONTROFFENSIVA CINESE, EUROPA DEBOLE

Era prevedibile. L’annuncio della Cina di voler effettuare tutti i  passi necessari per proteggere le sue società a fronte della decisione del governo americano di inserire Huawei in una lista nera, oltre a complicare lo scontro commerciale tra Washington e Pechino ha provocato forti perdite nei mercati asiatici. E, a cascata, in quelli europei in fase di apertura. Non tutti però. Piazza Affari tiene la posizione, grazie a una buona partenza del comparto viaggi e…

Leggi tutto

BORSE EUROPEE, AVVIO DI SETTIMANA INCERTO

BORSE EUROPEE, AVVIO DI SETTIMANA INCERTO

L’incertezza delle trattative tra Cina e Stati Uniti si riflette anche sulle borse europee, che aprono deboli, tutte con il segno meno, in quella che è una giornata povera di dati macro significativi, fatta eccezione per un paio di indici riguardanti l’economia del Giappone, in netto peggioramento. Pochi gli spunti anche sul petrolio, che resta sotto i 62 dollari al barile. In ribasso anche l’oro, stabile il rapporto tra euro e dollaro, in netto rialzo…

Leggi tutto

TRUMP, AL VIA I DAZI. MA L’EUROPA RIMBALZA

TRUMP, AL VIA I DAZI. MA L’EUROPA RIMBALZA

Scattano i dazi decisi da Donald Trump sui prodotti cinesi ma le borse europee provano il rimbalzo nell’ultima seduta della settimana, scommettendo sulle buone notizie che potrebbero arrivare da un’agenda macro decisamente ricca.  Anche il petrolio si riporta sopra i 62 dollari al barile. Euro ancora forte nei confronti del dollaro. Equity Dax a 12.072. Le esportazioni e il saldo della bilancia commerciale tedesco sorprendono in positivo gli analisti e sostengono la buona apertura di…

Leggi tutto
1 7 8 9