WSJ: PER UN ECONOMISTA SU TRE RECESSIONE ENTRO 12 MESI

WSJ: PER UN ECONOMISTA SU TRE RECESSIONE ENTRO 12 MESI

Lo rivela un sondaggio del quotidiano americano. Sulla Fed il 63,9% prevede un nuovo taglio a settembre Recessione in America? Un analista americano su tre risponde di sì. Salgono dunque le probabilità di una contrazione economica Usa nel giro dei prossimi 12 mesi, almeno secondo un sondaggio realizzato dal Wall Street Journal. Tra il 2 e il 6 agosto il quotidiano statunitense ha interpellato una serie di esperti e il risultato è il seguente: per…

Leggi tutto

MERRILL LYNCH: ORO VERSO I 2.000 DOLLARI L’ONCIA

MERRILL LYNCH: ORO VERSO I 2.000 DOLLARI L’ONCIA

A marzo BofA aveva previsto il superamento dei 1.350 entro la fine dell’anno: è successo il 20 giugno Oro a duemila dollari l’oncia. L’ultimo report di Merrill Lynch si chiama “Quantitative Failure And Gold”, che in italiano si traduce: “Il fallimento del Quantitative Easing e l’Oro”, e individua il nuovo target del metallo prezioso. L’escalation delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina prosegue, l’ultima mossa è quella di Donald Trump, che ha inserito Pechino…

Leggi tutto

LA CINA SVALUTA LO YUAN, ECCO COSA SUCCEDERA’

LA CINA SVALUTA LO YUAN, ECCO COSA SUCCEDERA’

Merian Global Investors: dollaro più forte, commercio globale sotto pressione Accordo commerciale sempre più lontano. Dollaro sempre più forte. E quindi, nuova pressione nei confronti della Federal Reserve. Sono queste le previsioni di Merian Global Investors, società indipendente di asset management, dopo il via libera di Pechino alla svalutazione dello Yuan. Per la prima volta dalla crisi finanziaria globale la valuta cinese ha superato la soglia dei 7 Yuan per Dollaro, ai minimi da dicembre…

Leggi tutto

UNA FED COLOMBA RENDE ATTRAENTI I MERCATI EMERGENTI

UNA FED COLOMBA RENDE ATTRAENTI I MERCATI EMERGENTI

A cura di Delphine Arrighi, gestore del fondo Merian Emerging Market Debt, Merian GI BUY THE RUMOUR, SELL THE FACT Dal momento che il mercato aveva anticipato l’impatto del primo e lungamente atteso taglio dei tassi da parte della Fed in un decennio, qualcuno ha aggiustato le posizioni prima del meeting, generando una certa quantità di profitti negli ultimi giorni: un tipico esempio della regola: “Buy the rumour, sell the fact”. Dato che gli spread si…

Leggi tutto

FED, STATE STREET: ASPETTATIVE RIDIMENSIONATE

FED, STATE STREET: ASPETTATIVE RIDIMENSIONATE

di Lee Ferridge, responsabile Multi-Asset Strategy per le Americhe di State Street Global Markets “Il Comunicato e la successiva conferenza stampa è sembrato avessero l’obiettivo di ridimensionare le aspettative di mercato che avevano stimato altri tre tagli dei tassi nei prossimi 12 mesi”, questo il commento Lee Ferridge, responsabile Multi-Asset Strategy per le Americhe di State Street Global Markets. Cosa potrebbe accadere, quindi, sui mercati finanziari? Ferridge avverte: “probabilmente questo messaggio meno accomodante sarà accompagnato…

Leggi tutto

UNIGESTION: FED, POSSIBILI NUOVI AGGIUSTAMENTI MONETARI

UNIGESTION: FED, POSSIBILI NUOVI AGGIUSTAMENTI MONETARI

A cura di Olivier Marciot, investment manager di Unigestion Ieri sera, per la prima volta da fine 2008, la Federal Reserve ha ridotto i tassi d’interesse di 25 punti base. La Fed ha citato la costante riduzione dell’inflazione e l’aumento dei venti contrari alla crescita economica come i principali fattori scatenanti del cambiamento di politica monetaria. Inoltre, la Banca centrale ha deciso di porre fine alla riduzione di bilancio il 1° agosto, due mesi prima…

Leggi tutto

GAMMA CAPITAL MARKETS, DOPO LA FED ALLEGGERIAMO L’AZIONARIO

GAMMA CAPITAL MARKETS, DOPO LA FED ALLEGGERIAMO L’AZIONARIO

La decisione di abbassare i tassi dello 0,25% era prevista ma non con due membri dissidenti. Esordisce così la nota di Gamma Capital Markets in merito al meeting di ieri della Federal Reserve. Alla luce dell’incontro di ieri e di altri fattori che destano una certa preoccupazione, “alleggeriamo l’azionario del 25%, soprattutto sui singoli titoli per poter sfruttare possibili storni di agosto attraverso l’uso dei certificati”, spiegano i money manager. “I mercati non l’hanno presa…

Leggi tutto

MERIAN GLOBAL INVESTORS: LA FED HA PERSO UN’OCCASIONE

MERIAN GLOBAL INVESTORS: LA FED HA PERSO UN’OCCASIONE

di Nick Wall, co-gestore del fondo Merian Strategic Absolute Return Bond Fund, Merian Global Investors* La decisione della Fed di ridurre i tassi di 25 punti base, che segnala comunque una disponibilità a tagli ulteriori, è un passo positivo, ma potrebbe anche essere un’occasione mancata. Crediamo infatti che la Fed avrebbe dovuto spingersi oltre e ridurre i tassi di 50 punti base, al fine di indebolire il dollaro, aumentare le aspettative di inflazione e rendere…

Leggi tutto

FED TAGLIA I TASSI. POWELL: NON E’ PARTITO NESSUN CICLO

FED TAGLIA I TASSI. POWELL: NON E’ PARTITO NESSUN CICLO

Tre le motivazioni dell’intervento: l’inflazione bassa, il rallentamento economico e la guerra commerciale La Fed taglia i tassi di riferimento dal 2,50% al 2,25%, “ma non è partito un trend al ribasso”, secondo quanto dichiarato dal numero uno della banca centrale americana. La decisione di ieri non inverte, quindi, secondo il Governatore, quel ciclo al rialzo dei tassi di interesse partito alla fine del 2015. L’iniziativa è comunque storica, un intervento verso il basso non…

Leggi tutto

LA FED TAGLIA I TASSI DELLO 0,25%, EURO DOLLARO AI MINIMI

LA FED TAGLIA I TASSI DELLO 0,25%, EURO DOLLARO AI MINIMI

Otto voti a favore, due contro. Porta aperta a nuovi tagli Finisce un’era. Dopo undici anni, la Fed torna a tagliare i tassi di interesse. Lo fa secondo le attese del mercato: un intervento di un quarto di punto. Il costo del denaro scende così in una forchetta tra il 2 e il 2,25%. Una decisione non unanime. Otto voti a favore, compreso quello del governatore della Banca Centrale Usa, Jerome Powell, e due voti…

Leggi tutto
1 2