ASPETTANDO GLI USA, HUAWEI SCOMMETTE SULL’ITALIA

ASPETTANDO GLI USA, HUAWEI SCOMMETTE SULL’ITALIA

Tre miliardi di dollari da investire in tre anni per tremila nuovi posti di lavoro. Aspettando il riavvicinamento con gli Stati Uniti, Huawei scommette sull’Italia e lo fa annunciando investimenti per 3,1 miliardi di dollari nei prossimi tre anni. Questo prevede il nuovo piano per il triennio 2019-2021, con l’obiettivo di creare tremila posti di lavoro, indirizzando 1,2 miliardi a ‘marketing e operazioni’, 52 milioni per ricerca e sviluppo, infine 1,9 miliardi di dollari per…

Leggi tutto

L’ANALISTA MILLIGAN: LA TREGUA USA-CINA? LA CORDA E’ CORTA

L’ANALISTA MILLIGAN: LA TREGUA USA-CINA? LA CORDA E’ CORTA

La rottura, alla fine, non c’è stata. Il G20 è riuscito a smussare le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, restituendo ossigeno ai mercati e in generale un sospiro di sollievo per l’intera economia globale. “Nessuna delle due parti ha preso le distanze, nessuna delle due parti ha dato il via libera a  nuovi aumenti allarmante delle tariffe” spiega l’analista Andrew Milligan, Head of Global Strategy di Aberdeen Standard Investments. HUAWEI DI NUOVO IN…

Leggi tutto

L’EUROPA SCOMMETTE SUL “NUOVO” TRUMP

L’EUROPA SCOMMETTE SUL “NUOVO” TRUMP

Sedici miliardi di aiuti a favore degli agricoltori americani colpiti dalle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. E a sorpresa: “E’ possibile che Huawei possa persino essere inclusa in un accordo commerciale”. Donald Trump spiazza i mercati, stavolta in positivo. E infatti l’Europa tenta il rimbalzo in quella che è l’ultima seduta di una settimana difficile, culminata dal giovedì nero registrato ieri, complici i dati macro negativi di Europa e Usa e l’incertezza legata…

Leggi tutto

HUAWEI, SCATTA L’EFFETTO DOMINO

HUAWEI, SCATTA L’EFFETTO DOMINO

Una protesta solenne quella della Cina rivolta a Washington sul trattamento di Huawei, in questi giorni inserita nella lista nera degli Stati Uniti. Il portavoce del ministro del commericio Gao Feng, nel briefing settimanale ha detto che la Cina prenderà provvedimenti per aiutare le sue aziende a migliorare la loro capacità di far fornte ai rischi, nella speranza che gli Usa correggano e rivedano le loro “azioni pericolose”.  Intanto la decisione della Casa Bianca di…

Leggi tutto

HUAWEI, DIETROFRONT USA. E L’EUROPA RIMBALZA

HUAWEI, DIETROFRONT USA. E L’EUROPA RIMBALZA

Dietrofront. Gli Stati Uniti cambiano idea. Parzialmente. Dopo aver messo Huawei nella blacklist, il dipartimento del Commercio americano ha deciso di consentire al colosso tlc cinese di acquistare alcuni prodotti made in Usa, per garantire il funzionamento dei network già esistenti e gli aggiornamenti ai software necessari a chi possiede uno smartphone Huawei. Una retromarcia a tempo determinato però. La “moratoria” infatti durerà 90 giorni, al termine dei quali il dipartimento deciderà se accordare o…

Leggi tutto

IL CEDOLA DAY E GOOGLE AFFOSSANO PIAZZA AFFARI

IL CEDOLA DAY E GOOGLE AFFOSSANO PIAZZA AFFARI

Il “Cedola Day” non lascia scampo a Piazza Affari, che chiude negativa con un rosso del 2,68%, performance peggiore in Europa, a 20.539 punti. Un bilancio prevedibile, complice la partenza debole di Wall Street, ma peggiorato da Google, che ha deciso di rompere i rapporti con Huawei, già nella blacklist commerciale di Donald Trump, impedendone l’aggiornamento delle applicazioni del sistema operativo Android. Una decisione che ha portato pesanti vendite nel settore tecnologico, in particolare su Stm, sotto…

Leggi tutto

BORSE EUROPEE DEBOLI, L’OPEC+ SPINGE IL PETROLIO

BORSE EUROPEE DEBOLI, L’OPEC+ SPINGE IL PETROLIO

Alle incertezze sul fronte commerciale tra Stati Uniti e Cina si aggiunge la decisione di Google di rompere i rapporti con Huawei, impedendo l’aggiornamento delle applicazioni sugli smartphone del colosso asiatico. Una mossa -non ancora ufficiale- che da una parte non ha alterato più di tanto i listini di Tokyo e Shanghai (Nikkei +0,24%, Composite -0,75%), ma al contrario contribuisce alla debolezza del vecchio continente. L’Europa infatti apre fiacca, complici i pochi dati macro che…

Leggi tutto