BORSE ASIATICHE NEGATIVE IN CHIUSURA

BORSE ASIATICHE NEGATIVE IN CHIUSURA

Shanghai in controtedenza. Tornano a salire i rendimenti dei decennali australiani e giapponesi Le borse asiatiche hanno chiuso negative la seduta ad eccezione di Shanghai. Nei mercati azionari pesa l’avversione al rischio degli investitori a seguito del lancio formale dell’indagine sull’impeachment di Trump, accusato di cercare aiuto straniero per screditare i democratici in vista delle elezioni del prossimo anno. Trump inoltre, alle Nazioni Unite, ha accusato la Cina di manipolazione di valuta e furto della…

Leggi tutto

RAME, FORTE INCERTEZZA NEL BREVE

RAME, FORTE INCERTEZZA NEL BREVE

Il contesto generale si è deteriorato nelle ultime settimane in seguito agli sviluppi tra USA e Cina sul piano delle negoziazioni commerciali, culminati con il recente aumento dei dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di dollari di import cinese e al nulla di fatto emerso nell’ultimo incontro bilaterale tra Washington e Pechino, che sposta in avanti nel corso dell’anno la data di un possibile accordo commerciale. In base agli ultimi sviluppi, aumenta fortemente…

Leggi tutto

ORARI APERTURA E CHIUSURA DELLE BORSE MONDIALI

ORARI APERTURA E CHIUSURA DELLE BORSE MONDIALI

Europa L’orario di apertura della borsa di Milano è allineata a tutte le altre principali piazze dell’Unione Europea e a quella di Zurigo. Regno Unito e Portogallo, indietro di un’ora rispetto all’Italia, avviano le contrattazioni alle 8,00 del mattino. Parigi (Francia): dalle 9,00 alle 17,30 Francoforte (Germania): dalle 9,00 alle 17,30 Londra (Gran Bretagna): dalle 8,00 (le 09,00 ora italiana) alle 16,30 (le 17,30 ora italiana) Amsterdam (Olanda): dalle 9,00 alle 17,30 Madrid (Spagna): dalle…

Leggi tutto

CINA, I DAZI RALLENTANO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE

CINA, I DAZI RALLENTANO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE

Il braccio di ferro con gli Stati Uniti sul commercio indebolisce la produzione industriale cinese: +5,4%  ad aprile a fronte di un consensus pari a +6,5%. Ma non sono solo le attese a rimanere deluse, se si considera che il dato precedente, quello di marzo, si era attestato a +8,5%, il massimo negli ultimi quattro anni e mezzo. E’ evidente dunque che per un’economia in rallentamento come quella cinese, il problema dei dazi rappresenta un…

Leggi tutto