TIPI E CARATTERISTICHE DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE

Le obbligazioni bancarie sono strumenti cartolari emessi dalle banche per ottenere risorse finanziarie e sottoscritti da investitori i quali vantano un diritto di credito nei confronti dell’emittente che si esprime nel rimborso del capitale più la quota degli interessi. Anche le S.p.a. possono ricorrere a prestiti obbligazionari sempre tramite un istituto finanziario.

Nel dettaglio le obbligazioni bancarie si classificano in obbligazioni ordinarie che, in base alla struttura del titolo, si dividono ulteriormente in titoli zero coupon e titoli con cedola, obbligazioni convertibili che permettono di convertire i titoli di debito in titoli di credito dello stesso emittente o di un emittente diverso e obbligazioni cum warrant che permettono all’acquirente di sottoscrivere obbligazioni o azioni della stessa emittente ad un prezzo definito.

Negli ultimi anni, per rendere più appetibili agli investitori le obbligazioni bancarie, sono state introdotte nuove forme di remunerazione quali: obbligazioni step up e step down, che prevedono un tasso di interesse costante per un periodo che poi aumenta (o diminuisce) secondo un piano definito in fase contrattuale e le obbligazioni strutturate che derivano dall’unione di un’obbligazione ordinaria e uno o più strumenti derivati.

Tra le obbligazioni strutturate possiamo ulteriormente riconoscere:

  • Obbligazioni linked: sono a capitale garantito e il rendimento è collegato all’ andamento del sottostante che può essere sia un indice azionario che un’azione che una commodity che un tasso di cambio. Al titolo è associata un’opzione call sul sottostante
  • Obbligazioni reverse floaters: sono obbligazioni a lungo termine e a capitale garantito. Le cedole iniziali sono alte e fisse poi diventano variabili e sono date dalla differenza tra un tasso fisso e un parametro di riferimento (come l’Euribor a 6 mesi). Se prevedo che il parametro scenda mi conviene acquistare queste obbligazioni in quanto ne avrò maggior guadagno. Teoricamente potremmo riscontrare delle perdite ma nella pratica c’è una remunerazione minima.
  • Obbligazioni reverse convertible: sono di breve e a cedola fissa molto alta. L’entità del rimborso finale dipende dal livello dell’azione che fa da sottostante: se supera un certo livello prefissato si ottiene tutto il capitale investito altrimenti si ottengono le azioni del sottostante il cui controvalore potrebbe non coprire tutto il capitale
  • Obbligazioni drop lock: sono titoli a tasso variabile che diventano a tasso fisso nel momento in cui il rendimento prodotto scende sotto un certo valore prestabilito. Si manterrà il tasso costante fino a scadenza
  • Obbligazioni bull and bear: riconoscono un tasso di interesse periodico fisso e un capitale rimborsato a scadenza che dipende dall’andamento dell’indice azionario sottostante. Nel caso di obbligazioni bull se l’indice è salito la banca rimborserà il capitale investito sopra la pari, nel caso di obbligazioni bear se l’indice è sceso la banca rimborserà il capitale investito sopra la pari

Tra i vari tipi di obbligazioni emesse dalle banche ci sono anche i covered bond i quali sono garantiti e molto liquidi e possono essere sia a tasso fisso che variabile. La garanzia è data da un vincolo sull’attivo della banca che si ottiene dalla creazione dei covered bond. Infatti la banca cede dei titoli o crediti nel suo attivo ad una società terza che per acquistarli chiede finanziamento alla stessa banca. La banca emette quindi covered bond che poi colloca ai clienti per prestare il denaro alla società terza. La garanzia è data dal fatto che la banca, per portare a termine l’operazione, divide gli asset ceduti dagli altri nel portafogli. La garanzia copre dal rischio di fallimento dell’emittente, non dal rischio di credito. La Banca d’Italia la Bce controllano che gli asset ceduti non abbiano subito svalutazioni, che il valore degli asset sia almeno pari al valore dei bond emessi e che gli interessi maturati sulle attività cedute permettano di coprire quelli passivi sul covered bond.