Fusioni e acquisizioni, ecco i trend del 2024 dell'M&A - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Fusioni e acquisizioni, ecco i trend del 2024 dell’M&A

L'immagine mostra un foglio con la scritta target market e la mano di una persona che vi posiziona sopra delle pedine in legno

Le operazioni di finanza straordinaria hanno sempre svolto un ruolo significativo e cruciale nel mondo aziendale. Operazioni come fusioni e acquisizioni (M&A), ristrutturazioni o aumento di capitale sono attività strategiche che consentono alle aziende di crescere, espandere la propria portata e ottenere un vantaggio competitivo sul mercato. Secondo diversi analisti americani, il mercato delle M&A 2024 sarà caratterizzato dai seguenti trend:

 

  • Digitalizzazione;
  • Consolidamento settori tradizionali;
  • Espansione del mercato;
  • Temi ambientali e di sostenibilità;
  • Private equity;
  • Controllo normativo e fattori geopolitici.

 

M&A: i trend guida dell’anno in corso

Lo sviluppo delle tecnologie e l’avvento di internet nella vita di ciascun individuo hanno portato a una completa digitalizzazione dei processi di business al fine di espandere il mercato e acquisire nuovi mercati globali. Nel 2024 è auspicabile assistere a operazioni di M&A allineate alle strategie digitali che aiutino le aziende ad accedere a tecnologie di avanguardia come l’analisi dei dati e le funzionalità di intelligenza artificiale. È da considerare che tali operazioni coinvolgeranno principalmente startup tecnologiche, cloud computing,  società di IT, sicurezza informatica ed e-commerce.

I settori tradizionali, come quelli sanitario, energetico e manifatturiero, stanno attraversando una fase di notevole trasformazione a causa dei progressi tecnologici e del cambiamento nelle preferenze dei consumatori. Per adattarsi a queste mutevoli dinamiche e rimanere competitivi, gli operatori di questi comparti si rivolgeranno a operazioni di fusione e acquisizione per consolidarsi, verso società concorrenti nello stesso ambito ma di dimensioni ridotte.

La globalizzazione ha unificato i confini geografici e creato opportunità per le aziende di avventurarsi in nuovi mercati anche molto lontani. Le operazioni di M&A transfrontaliere, in particolare nelle economie emergenti (India, Brasile, Kazakhstan, Middle East, Indonesia, Malesia) avranno un robusto potenziale di crescita. Con la crescente attenzione alla diversificazione e all’espansione del mercato, le aziende cercheranno alleanze strategiche per ottenere accesso a queste aree, competenze locali e superare gli ostacoli normativi, oltre al fatto di poter generare economie di scala e di scopo fondamentali per poter aumentare gli utili di gruppo.

I fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) sono diventati considerazioni cruciali per aziende, investitori e consumatori. Nel 2024 possiamo aspettarci un aumento delle operazioni di M&A sostenibili e incentrate sui fattori ESG, poiché le aziende cercano di allineare il proprio business ad approcci più consapevoli e responsabili con conseguenti vantaggi economici ma anche di immagine. In tal senso, saranno molto ricercate opportunità di M&A che promuovano le energie rinnovabili, riducano l’impronta di carbonio, migliorino la diversità e l’inclusione e diano priorità alla governance etica.

Le società di private equity, con le loro vaste risorse finanziarie, stanno diventando sempre più attori influenti nel panorama M&A. Queste aziende sono state attivamente coinvolte nell’acquisizione di asset in difficoltà, nella loro trasformazione e nella generazione di rendimenti sostanziali. Nel 2024 possiamo aspettarci che il private equity continui a dominare lo spazio delle operazioni di fusione e acquisizione concentrandosi su settori come tecnologia, software, manifattura e lusso.

Il panorama delle fusioni e acquisizioni non è privo di sfide. Il controllo normativo e l’incertezza geopolitica possono avere un impatto significativo sulla conclusione degli accordi. Nel 2024 potremmo assistere a normative più severe contro pratiche anticoncorrenziali, tutela della privacy dei dati e problemi di sicurezza nazionale oltre che a dinamiche diverse  legate alle sanzioni, al costo dell’energia e all’inflazione.

AUTORE

Picture of Stefano Endrizzi

Stefano Endrizzi

Investment Banker, laureato in economia aziendale con specializzazione in finanza. Scrive articoli di business, economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *