Giro d'Italia 2022: premi e guadagni dei vincitori - Borsa e Finanza

Giro d’Italia 2022: premi e guadagni dei vincitori

Giro d'Italia 2022: premi e guadagni dei vincitori

Pochi chilometri a cronometro e tante salite in montagna: è quello che attende corridori e appassionati al Giro d’Italia 2022, giunto all’edizione numero 105. La partenza è prevista venerdì 6 maggio da Budapest, alla quarta tappa si lascia l’Ungheria per la Sicilia e si risale lo stivale per un totale di 3.410,3 chilometri (con 51.000 metri di dislivello) fino al gran finale del 29 maggio all’interno dell’Arena di Verona.

Il direttore della Corsa Rosa Mauro Vegni ha dichiarato che il Giro 2022 è un percorso talmente difficile che tirerà fuori il meglio degli atleti e soltanto un campione potrà vincere perché “non è il corridore che fa grande un Giro ma è il Giro che fa grande il corridore”. Ma quanto guadagna chi vince la grande classica a tappe del ciclismo? Ecco il montepremi complessivo e tutti i premi non solo per il vincitore assoluto, inclusi quelli di tappa.

 

Il montepremi del Giro d’Italia

Il Giro d’Italia è la ventesima prova dell’UCI World Tour e quella del 2022 è la 105esima edizione della manifestazione. RCS si è adattato al regolamento dell’UCI per i Grandi Giri e nel 2018 ha alzato il montepremi della gara del 10%. Da allora le vincite sono rimaste immutate. La Corsa Rosa non arriva ai livelli del Tour de France con i suoi 2,3 milioni di euro, tuttavia il montepremi complessivo raggiunge la cifra ragguardevole di 1,5 milioni di euro, per la precisione 1.499.510 di euro.

Il Giro è una grande opportunità di visibilità per le aziende che contribuiscono con RCS al montepremi. I Top Sponsor di quest’anno sono Enel, Banca Mediolanum, BeIT e Intimissimi Uomo, associati alle quattro maglie principali. Gli altri sponsor sono Namedsport, Castelli Cycling, Tissot, Astoria Wines, Bianchi, Sara Assicurazioni, Eolo, Italia (l’Agenzia Nazionale del Turismo), Elah Dufour, Toyota, Trenitalia, New Holland Agriculture, Cofidis, Autostrade per l’Italia e Calabria straordinaria, il progetto della Regione per il rafforzamento dell’appeal turistico dei territori.

I partner ufficiali sono Yamaha, Shimano, Selle Italia, Valsir, Raspini, Enel Green Power, Enel X, e-distribuzione, Viessmann, Trelleborg, Faema, Lollo Caffè, Lauretana, Mollo, GR Generale Ristorazione, Giovanni Rana, Technogym, Drone Hopper, PwC e RCS Academy Business School.

I fornitori ufficiali sono Sitip, Castelli Cycling, Carglass, Wonderful Pistachios & Almonds, Lago Group, Iveco, Nolan, OJ, Scarpa, DMT, Garmin, Ciclo Promo Components, CDI Centro Diagnostico Italiano, GAe Engineering e Gruppo Italtelo. I licenziatari ufficiali sono All4cycling, M. Cilento & F.llo, Acca Kappa, Dottor Nicola Farmacista, Evol by Cerrone Gioielli, Astoria Wines, Castelli Cycling, Elite Cycling, Gadget Group e Selle Italia.

 

Premio del vincitore del Giro d’Italia

Quanto guadagna chi vince il Giro d’Italia? Il vincitore della Corsa Rosa si porta a casa la bellezza di 265.668 euro tra premi ordinari e riconoscimenti speciali. Soltanto la conquista della gara vale 115.668 euro, ai quali si aggiungono i vari bonus che fanno levitare il compenso conclusivo a 265.668 euro. Il secondo in classifica – sempre con i premi aggiuntivi inclusi – arriva a quota 133.000 euro, mentre il terzo a 70.000 euro. Va ricordato che i corridori non sono i destinatari esclusivi delle vincite: i premi sono distribuiti in parti uguali tra tutti i ciclisti del team, i dirigenti di squadra e i componenti dello staff tecnico e medico.

 

Premi del Giro d’Italia

I premi ufficiali, al netto di quelli speciali assegnati dagli sponsor, vanno ai primi 20 arrivati nella classifica finale, distribuiti in questo modo per un totale di 289.170 euro.

  • 115.668 euro al vincitore
  • 58.412 euro al secondo classificato
  • 28.801 euro al terzo
  • 14.516 euro al quarto
  • 11.654 euro al quinto
  • 8.588 euro al sesto e al settimo
  • 5.725 euro all’ottavo e al nono
  • 2.863 euro dalla decima alla ventesima posizione

Come detto, a questo montepremi si affiancano i premi speciali pagati direttamente da RCS grazie agli sponsor. In questo caso, l’assegnazione rispetta l’ordine d’arrivo dei primi 10 nella classifica finale. La ripartizione delle somme è come segue per un totale di 303.500 euro.

  • 150.000 euro al vincitore
  • 75.000 euro al secondo classificato
  • 40.000 euro al terzo
  • 7.000 euro al quarto
  • 6.500 euro al quinto
  • 5.000 euro dalla sesta alla decima posizione

Premio Maglia Rosa

Indossare la prestigiosa Maglia Rosa, anche solo per un giorno, vale 2.000 euro. Senza considerare i vari bonus speciali, il montepremi complessivo per la casacca da leader della corsa è di 42.000 euro, ovvero 2.000 euro al giorno per le 21 tappe della gara. Lo sponsor della maglia rosa è Enel, arrivata nel 2022 alla sua sesta presenza al Giro. La multinazionale italiana dell’energia ha deciso di legarsi alla corsa fino al 2025.

Premio Maglia Ciclamino

Il Giro assegna vari premi a chi ottiene le maglie di specialità: la Ciclamino per il leader della classifica a punti, la Bianca per il leader della classifica dei giovani e l’Azzurra per il leader della classifica della montagna. Chi indossa le diverse maglie delle classifiche a punti guadagna i bonus versati dagli sponsor legati a quelle specialità. La Maglia Ciclamino è sponsorizzata da BeIT, la campagna del Made in Italy promossa da ITA (l’Italian Trade Agency) e ICE, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

La Maglia Ciclamino frutta 750 euro al giorno a chi la indossa. Ogni giorno si stila la classifica giornaliera che assegna premi in denaro ai primi tre classificati per 1.500 euro, pari a un totale di 31.500 euro per le 21 tappe.

  • 800 euro al primo
  • 500 euro al secondo
  • 200 euro al terzo

Alla fine del Giro si completa la classifica della Maglia Ciclamino che premia i primi cinque corridori che hanno conquistato più punti nei traguardi intermedi e sugli arrivi per un ammontare di 31.000 euro.

  • 10.000 euro al vincitore
  • 8.000 euro al secondo classificato
  • 6.000 euro al terzo
  • 4.000 euro al quarto
  • 3.000 euro al quinto

Premio Maglia Azzurra

La Maglia Azzurra è sponsorizzata da Banca Mediolanum. Chi la indossa ogni giorno vince un premio di 750 euro per un totale di 15.000 euro. Al termine di ogni tappa la classifica assegna 1.300 euro per un totale di 22.100 euro su 17 tappe. I compensi giornalieri sono divisi per i primi tre classificati.

  • 700 euro al primo
  • 400 euro al secondo
  • 200 euro al terzo

Il ciclista che alla fine del Giro conquista più punti e bonus sulle cime porta a casa 5.000 euro. Il montepremi della classifica Gran Premio della Montagna è di 15.000 euro e va ai primi cinque classificati.

  • 5.000 euro al vincitore
  • 4.000 euro al secondo classificato
  • 3.000 euro al terzo
  • 2.000 euro al quarto
  • 1.000 euro al quinto

Maglia Bianca

Introdotta nel 1976 e durata fino al 1994 quando è stata sospesa per essere ripresa dal 2007, la Maglia Bianca è sponsorizzata da Intimissimi Uomo. Il corridore che la indossa ogni giorno ottiene un premio di 750 euro per un totale di 15.750 euro complessivi.

Il montepremi totale della Maglia Bianca è di 30.000 euro e premia i primi cinque della classifica giovani finale riservata ai ciclisti Under 26.

  • 10.000 euro al vincitore
  • 8.000 euro al secondo classificato
  • 6.000 euro al terzo
  • 4.000 euro al quarto
  • 2.000 euro al quinto

Gli altri premi del Giro, dalla Combattività al Fuga

Alle somme messe in palio per le quattro maglie principali si aggiungono i premi speciali. La corsa aggiunge 500 euro al giorno per il Traguardo volante e la classifica a squadre per un montepremi complessivo di 28.500 euro, 300 euro al giorno per il Combattivo di giornata per un montepremi complessivo di 6.300 euro e 100 euro al giorno per la Fuga di giornata per un montepremi complessivo di 1.900 euro.

Il vincitore della classifica generale del Premio Fuga strappa un premio di 4.800 euro. Il Premio della Combattività va al corridore che totalizza il punteggio più alto nella classifica finale: il Super Combattivo vince 4.000 euro. I premi speciali per i corridori valgono complessivamente 588.100 euro, i premi speciali alle squadre 43.900 euro.

A ogni Traguardo volante sono assegnati 1.500 euro pari a 28.500 euro complessivi per i 19 previsti. Sono premiati i primi cinque classificati.

  • 500 euro al primo classificato
  • 400 euro al secondo
  • 300 euro al terzo
  • 200 euro al quarto
  • 100 euro al quinto

Il montepremi finale per i Traguardi volanti è di 21.000 euro: la classifica conclusiva a fine Giro premia i primi cinque ciclisti con il maggior numero di punti.

  • 8.000 euro al vincitore
  • 6.000 euro al secondo classificato
  • 4.000 euro al terzo
  • 2.000 euro al quarto
  • 1.000 euro al quinto

Le 21 tappe del Giro fruttano un montepremi di 18.900 euro, ovvero 900 euro a tappa, per la classifica a squadre. Ogni giorno la squadra che realizza i migliori tempi è premiata in questa modalità.

  • 500 euro alla prima squadra
  • 300 euro alla seconda
  • 100 euro alla terza

Alla fine del Giro si stila la classifica delle migliori cinque squadre, ottenuta sommando i singoli tempi. Il montepremi è di 15.000 euro, diviso in questo modo.

  • 5.000 euro alla squadra vincitrice
  • 4.000 euro alla seconda classificata
  • 3.000 euro alla terza
  • 2.000 euro alla quarta
  • 1.000 euro alla quinta

I premi regolamentari e quelli speciali complessivi raggiungono la cifra di 1.499.510 euro:

  • Premi regolamentari per i corridori: 867.510 euro
  • Premi speciali per i corridori: 588.100 euro
  • Premi speciali per le squadre: 43.900 euro

Riassumendo, i vincitore delle classifiche ricevono questi premi:

  • 10.000 euro per la classifica a punti
  • 10.000 euro per la classifica giovani
  • 8.000 euro per i Traguardi volanti
  • 5.000 euro per la classifica scalatori
  • 5.000 euro per la classifica a squadre
  • 5.000 euro per il Premio Fair Play
  • 4.800 euro per la classifica fughe
  • 4.000 euro per la classifica Supercombattivo

Premio tappa del Giro d’Italia

Quanto guadagna il vincitore di tappa? Anche gli arrivi danno accesso a un discreto gruzzoletto. Chi vince una frazione guadagna 11.010 euro: il montepremi per tappe, pari a 27.540 euro al giorno per un totale di 578.340 euro per l’intero Giro, è più alto di 10 euro rispetto a quelli del Tour de France e della Vuelta e premia i primi 20 classificati in questo ordine.

  • 11.010 euro al vincitore di tappa
  • 5.508 euro al secondo classificato
  • 2.753 euro al terzo
  • 1.377 euro al quarto
  • 1.102 euro al quinto
  • 826 euro al sesto e al settimo
  • 551 euro all’ottavo e al nono
  • 276 euro dalla decima alla ventesima posizione

I Premi del Giro d’Italia femminile 2022

Dal 1988 oltre alla corsa maschile si corre il Giro Donne, l’evento che vede al via le migliori squadre e campionesse internazionali. Dall’edizione 2022, la numero 33 della Corsa Rosa, la competizione femminile rientra nel calendario UCI Women’s World Tour. Al via dal 30 giugno fino al 10 luglio, il Giro Donne 2022 parte dalla Sardegna con tre tappe tra Cagliari, Villasimius, Tortolì, Cala Gonone e Olbia e si chiude a Padova per dieci tappe complessive da 1.002,6 chilometri e sei regioni toccate.

Grazie agli accordi con Discovery/Eurosport e Rai che garantiranno la diffusione dell’evento in oltre 160 Paesi nel mondo, il direttore della Corsa Rosa Roberto Ruini e fondatore di PMG Sport/Starlight è riuscito a far quintuplicare i premi complessivi: ora il montepremi è pari a 250.000 euro. Una cifra lontana da quella dei colleghi uomini ma decisamente ragguardevole, che pareggia il montepremi del Tour de France Femmes, ad oggi la corsa più ricca del calendario femminile.

La vincitrice del Giro d’Italia femminile 2022 porta a casa un premio da 50.000 euro: un balzo in avanti significativo considerando che nel 2021 la vincitrice, l’olandese Anna van der Breggen, ha guadagnato appena 8.000 euro, condivisi come accade nel ciclismo con compagne e team. Nel corso della competizione verranno inoltre premiate le atlete che ogni giorno avranno conquistato le cinque maglie del Giro: Rosa (alla prima classificata della classifica generale individuale a tempi), Ciclamino (alla prima classificata della classifica generale individuale a punti), Verde (alla prima classificata dei GPM – classifica Gran Premio della Montagna), Bianca (alla prima classificata della classifica generale individuale a tempi giovani) e Azzurra (alla migliore italiana prima classificata nella classifica generale individuale a tempi).

Post correlati

TerraUSD: venduti 85.000 Bitcoin per cercare di salvarla dal collasso

Vodafone: balza l’utile netto, azioni pronte a volare?

Stripe: cos’è e come funziona la piattaforma per inviare e ricevere pagamenti

Space economy: ecco 4 azioni su cui puntare

Tether: cos’è e come funziona la stablecoin ancorata al dollaro USA

Lascia un commento