Intesa Sanpaolo accelera al rialzo, ecco l'analisi tecnica - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Intesa Sanpaolo accelera al rialzo, ecco l’analisi tecnica

Una sede di Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo, forte dei risultati e della crescita degli ultimi anni e dall’aumento dei margini di interesse generato dall’aumento dei tassi, si concentra sulla sostenibilità sociale dell’impresa, guardando sia all’interno che al territorio. Il gruppo bancario guidato da Carlo Messina ha raggiunto un accordo con i sindacati sul premio variabile di risultato 2023 per i dipendenti. Le due parti hanno firmato intese anche sui compiti della Commissione Politiche Commerciali e Clima Aziendale e su un versamento aggiuntivo nella banca del tempo per il personale delle zone alluvionate di Emilia Romagna, Marche e Toscana e per attività di volontariato organizzato di Torino e Milano.

L’obiettivo dell’accordo è di “favorire il coinvolgimento e la partecipazione delle persone agli obiettivi del gruppo, confermando così i principi di inclusione, merito e orientamento a risultati sostenibili nel tempo previsti nel Piano d’Impresa 2022-2025”.

Secondo quanto previsto, Intesa Sanpaolo aumenterà l’ammontare complessivo dai 116 milioni del 2022 ai 155 milioni di euro del 2023, di cui 25 milioni derivanti dall’incorporazione sperimentale nel sistema premiante del Sistema eccellenza tutela, che finora non era stato oggetto di contrattazione.

L’importo del premio base varierà da un minimo di 1020 euro a un massimo di 2.750 euro, a cui si andranno ad aggiungersi le quote del premio d’eccellenza. “Il Premio variabile di risultato è un riconoscimento della professionalità e dell’impegno profuso da ogni persona di Intesa Sanpaolo al raggiungimento dei risultati da parte della Banca”, ha fatto sapere l’istituto guidato da Carlo Messina.

Si tratta di un “importante segnale a favore di tutte le colleghe e i colleghi di Intesa Sanpaolo” ha commentato Paolo Citterio, coordinatore Fabi in Intesa Sanpaolo.

 

Intesa Sanpaolo: le quotazioni accelerano al rialzo 

Il titolo Intesa Sanpaolo è decisamente impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+1,44%). Dopo un’apertura al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 2,4435, per poi rimanere tutto il resto della giornata all’interno di uno stretto trading range fino a chiudere sul finale a quota 2,4345.

Dopo il minimo toccato lo scorso 31 maggio sul livello 2,1330 l’azione ha iniziato a salire con forza sostenuta da una ben chiara trendline rialzista, neppure particolarmente inclinata. Non è mancato il fisiologico ritracciamento, avvenuto a metà giugno, che ha permesso di entrare sul mercato a prezzi più favorevoli, ma che è stato subito recuperato andando a raggiungere la resistenza più vicina, ossia quella presente a quota 2.4270 e corrispondente al massimo relativo del recente 21 giugno. Nelle ultime due sedute, poi, anche questo ostacolo è stato superato di slancio (soprattutto ieri con una evidente accelerazione) e confermando quindi la struttura grafica assolutamente positiva del titolo. Si ritiene che ci sia ancora spazio per salire (e non sia troppo tardi per acquistarlo) e si ipotizza che il target obiettivo di 2,5000 euro possa essere raggiunto abbastanza presto.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 2,4435 con target nell’intorno dei 2,5000 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 2,4035 con obiettivo molto vicino al livello 2,3500. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti dieci giorni fa. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 63.


L’andamento di breve termine del titolo INTESA SANPAOLO

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *