Investv: mercati in attesa dell'inflazione statunitense - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: mercati in attesa dell’inflazione statunitense

Investv: mercati in attesa dell'inflazione statunitense

Nella quarta puntata di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che ha visto sfidarsi nei mesi passati due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, sarà ospite della trasmissione Lorenzo Sentino. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto della puntata del 10 gennaio

Nella giornata di ieri è stato ospite della trasmissione Sante Pellegrino che ha presentato una strategia ribassista intraday sul FTSE Mib che prevedeva un’entrata in area 30.175 punti, uno stop situato a 30.900 punti e un target posto a 29.485 punti. A fine giornata l’operazione non entrando nei livelli segnalati non si è attivata.

 

Investv: i temi della puntata odierna

La buona intonazione di Wall Street nella seduta di ieri impatta sui listini azionari del Vecchio continente, che hanno inaugurato la quarta seduta della settimana in territorio positivo. In questo contesto il market mover sarà rappresentato dal dato riguardante l’inflazione statunitense, che sarà guardata con massima attenzione dalla Federal Reserve per capire come muoversi in tema di tassi di interesse. Le attese sono per un rialzo al 3,2% a/a dal precedente 3,1% in novembre mentre su base mensile i prezzi al consumo dovrebbero passare dallo 0,1% allo 0,2% di aumento.

Nel corso della trasmissione torneremo a monitorare la situazione sul FTSE Mib, le cui quotazioni si sono spinte nuovamente a contatto con le forti resistenze della parte alta del trading range 30.000-30.600 punti. Quali i prossimi obiettivi nel caso di conferma oltre queste ultime aree?

Tra i temi interessanti da seguire a Piazza Affari nella seduta odierna troviamo Fineco dopo la buona raccolta registrata nello scorso mese di dicembre, Generali che è salita al 100% di Generali China Insurance Company, Banco BPM che ha lanciato un green bond a sei anni da 750 milioni di euro e infine il settore lusso con Goldman Sachs che ha abbassato i target sia di Salvatore Ferragamo che di Moncler.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *