Investv: sui mercati tornano le tensioni geopolitiche - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: sui mercati tornano le tensioni geopolitiche

Investv: sui mercati tornano le tensioni geopolitiche

Nella prima seduta della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi la squadra dei trader e quella dei capitani, si confronteranno Biagio Milano e Pietro Origlia. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto della puntata del 12 aprile

Nell’ultima puntata della scorsa settimana si sono confrontati Sante Pellegrino per la squadra dei trader e Riccardo Designori per quella dei capitani. Il primo trader ha proposto una strategia short multiday sul FTSE Mib che prevedeva un ingresso in area 33.850 punti, uno stop situato a 34.113 punti e un obiettivo posto a 32.800 punti. L’operazione non entrando nei livelli segnalati non si è attivata.

Riccardo Designori ha invece proposto una strategia long multiday sul titolo Apple con un’entrata in area 170,9 dollari, uno stop posizionato a 164,5 dollari e un target situato a 191 dollari.  Anche in questo caso l’operazione, non entrando nei livelli segnalati, non si è attivata.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Le rinnovate tensioni geopolitiche presenti in Medio Oriente, con l’attacco dell’Iran verso Israele, non impattano al momento sui mercati azionari del Vecchio continente che hanno aperto la nuova settimana in generale territorio positivo. In questo contesto tra i market mover della seduta da segnalare le vendite al dettaglio USA, che nel mese di marzo dovrebbero attestarsi al +0,5%, in leggero rialzo rispetto al +0,3% del mese di febbraio.

Nel corso della trasmissione andremo poi a valutare i movimenti del petrolio, con i prezzi che si allontano dai massimi degli ultimi mesi. Quali le attese per il breve e medio periodo? Infine tra i temi da seguire a Piazza Affari troviamo Prysmian con l’acquisto in USA di Encore Wire, Leonardo con Citigroup che ha alzato il target price a 28,6 euro dai precedenti 16,8 euro e infine Saipem che ha ricevuto da ExxonMobil  l’autorizzazione a procedere con l’esecuzione del progetto di sviluppo del giacimento petrolifero Whiptail.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *