La giornata sui mercati in 5 punti: Wall Street chiusa per festività
Cerca
Close this search box.

LA GIORNATA SUI MERCATI IN 5 PUNTI – 28 NOVEMBRE 2019

Donald Trump

Mentre Wall Street rimane chiusa per il Thanksgiving Day, il Presidente Trump firma una legge pro-manifestanti di Hong Kong e la tensione con la Cina sale alle stelle. In Italia manovra e maltempo: in Liguria 480 mln di danni

Hong Kong, Trump firma legge pro manifestanti

Una nuova minaccia piomba sul buon esito delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina: la crisi di Hong Kong (ndr. questa mattina la polizia è entrata nella sede del Politecnico). Donald Trump ha firmato e promulgato la scorsa notte l’Hong Kong Human Rights and Democracy Act, una norma approvata con votazione bipartisan (all’unanimità, meno un voto) dal Congresso, con l’obiettivo di sostenere la protesta pro democrazia della città. “Ho firmato queste leggi per rispetto verso il presidente Xi e il popolo di Hong Kong“, ha detto Trump, “nella speranza che risolvano in maniera pacifica le loro differenze“. La reazione cinese è stata immediata: Pechino, dopo aver convocato l’ambasciatore Usa esortandolo a non applicare la legge, ha emesso una nota nella quale accusa gli Stati Uniti di “sinistre intenzioni e natura egemonica“.

Wall Street chiusa: è il Thanksgiving Day

I mercati americani sono chiusi per festività: è il Thanksgiving Day. Gli indici, che nelle ultime settimane hanno toccato risultati da record, si prendono una pausa in attesa dell’ultimo rush finale dell’anno. Da domani il Black Friday testerà come da consuetudine la tenuta delle principali aziende, prime tra tutte quelle del settore hi-tech che possono dare un’accelerata ai conti prima della chiusura dell’anno finanziario. Ieri la Fed nel Beige Book ha evidenziato come l’economia americana abbia registrato un’espansione a un passo moderato, a causa delle preoccupazioni per le incertezze commerciali e al rallentamento globale. Le prospettive sono rimaste comunque generalmente positive. La Federal Reserve si aspetta che la crescita economica continui anche l’anno prossimo.

Maltempo: in Liguria i danni hanno raggiunto quota 480 mln

L’Italia fa la conta dei danni causati dal maltempo delle ultime settimane e che continua a non dare tregua. Nuovi nubifragi hanno colpito la Liguria, dove l’allerta è tornata a essere arancione, e il sud del Piemonte, con 80 mm di acqua in poche ore. Il maltempo si è spostato anche sulla Lombardia, con forti nevicate in Valtellina; a Venezia l’alta marea ha raggiunto i 121 cm, mentre in Emilia-Romagna  prosegue l’allerta rossa per la piena del Po. Dopo il crollo del viadotto in Liguria, il Governatore Giovanni Toti ha lanciato nuovamente l’allarme: “E’ stata forse la peggior ondata di maltempo dal 1953, e questa situazione, coniugata al tema della A26, che non è direttamente legato al meteo, crea una situazione di emergenza che forse è paragonabile a quella di Ponte Morandi“. Il conteggio dei danni pubblici in Liguria ha già raggiunto quota 480 milioni di euro. Toti ha spiegato che la Regione ha impegnato al 100% tutte le risorse destinate per il dissesto idrogeologico.

La manovra in Parlamento tra continue polemiche

La legge di Bilancio sempre all’esame del parlamento italiano con la nuova levata di scudi delle opposizioni dopo le dichiarazioni del ministro dell’economia Roberto Gualtieri a proposito del Mes (è tornato sulle polemiche per il fondo salva-Stati sottolineando che “raddoppia i fondi” e che il trattato non è modificabile). Intanto sarebbe sempre più vicino il dimezzamento della plastic tax e un ampliamento dei prodotti esentati dal nuovo prelievo. A essere esclusi dovrebbero essere non solo i prodotti compostabili ma anche quelli con una parte riciclata.

Da segnarsi in agenda

La giornata macroeconomica contempla le vendite al dettaglio in Giappone, i prezzi alla produzione in Italia, la fiducia dell’industria, dei servizi e dei consumatori nell’Eurozona. Per Germania e Spagna focus sui prezzi al consumo. La Banca Centrale Europea pubblica i verbali della riunione di fine ottobre: sono previsti i discorsi di Benoît Cœuré e Philip Lane. Il Tesoro offre in asta BTp e CcTeu fino a 5,75 miliardi.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *