Fed, il giorno dopo. I mercati finanziari in cinque punti
Cerca
Close this search box.

LA GIORNATA SUI MERCATI IN CINQUE PUNTI – 31 OTTOBRE 2019

fed

Fed, i mercati rispondono al nuovo taglio di tassi e guardano ai dati sul lavoro. Il matrimonio Fca-Psa manda in fibrillazione le Borse: oggi l’annuncio. Occhio allo spread dopo le correzioni alla manovra

Fed, il giorno dopo

Un nuovo taglio. La Federal Reserve ha deciso di abbassare ancora i tassi sui Fed Funds, portando il corridoio di oscillazione all’1,50%-1,75% dal precedente 1.75%-2%. La decisione è stata presa a maggioranza, fatta eccezione per i due consiglieri  Esther L. George e Eric S. Rosengren, che erano stati contrari anche al taglio di settembre e che avrebbero preferito mantenere i tassi fermi. È possibile che ora la Banca Centrale Americana fermi il suo allentamento: è scomparsa nel comunicato ufficiale l’indicazione secondo cui “agirà in modo appropriato per sostenere l’espansione economica”. Dopo l’annuncio la Borsa di New York ha virato verso l’alto: nuovo record dell’indice S&P 500.

Dati macro in primo piano

Giornata molto ricca sul fronte congiunturale: la produzione industriale, la fiducia delle famiglie e la decisione sui tassi monetari in Giappone, il Pmi manifatturiero cinese, le vendite al dettaglio in Germania, l’inflazione in Italia, Francia ed Eurozona, il Pil in Italia, Spagna ed Eurozona, l’occupazione in Italia ed Eurozona. Chiudono gli Stati Uniti, con i dati su costo del lavoro e spese per consumi.
Segnali positivi dal commercio al dettaglio in Germania. Nel mese di settembre le vendite in termini reali hanno registrato un incremento dello 0,1% su mese, dopo il 0,1% registrato il mese precedente. Il dato è però peggiore delle attese degli analisti che indicavano un decremento dello 0,3%.

Fca-Psa: oggi l’annuncio

La conferma ufficiale è arrivata e oggi si attende l’annuncio: quello sul matrimonio tra Fca e Psa per creare un nuovo colosso mondiale dell’auto. Il nuovo gruppo diventerebbe il quarto costruttore al mondo con 8,7 milioni di auto vendute. Oltre 400.000 i dipendenti con un fatturato che sfiorerebbe i 200 miliardi di euro. L’operazione piace ai mercati: il titolo Fca ieri ha chiuso in rialzo del 9,53%. Con il massimo di 12,990 ha pareggiato il record raggiunto a metà maggio. A Wall Street il titolo ha subito prese di beneficio dopo il +7,5% della vigilia.

Manovra pronta, occhio allo spread

Occhio allo spread dopo il semaforo verde sulla manovra. L’accordo di massima è stato raggiunto dopo due giorni di vertici in cui non sono mancate tensioni nella maggioranza. Il governo fa retromarcia rispetto ad alcune intenzioni annunciate. Raggiunta l’intesa sulle Partite Iva con redditi fino a 65mila euro, che potranno accedere alla flat tax al 15% senza alcun limite alle spese per beni strumentali.

Brexit, sempre e solo Brexit!

Nessuna pace per la Gran Bretagna. “Il rischio di un no deal è ancora presente e potrebbe materializzarsi alla fine di gennaio, se l’accordo di recesso non verrà ratificato o se alla fine del 2020 non vi sarà alcun accordo sulle relazioni future”, così il capo negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier. Sul fronte valutario la sterlina non sa davvero cosa fare. Dopo la conferma delle elezioni di dicembre ha raggiunto il nuovo supporto a 1,29. 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *