Libera Università di Bolzano: quanto costa la retta e come entrare - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Libera Università di Bolzano: quanto costa la retta e come entrare

L'esterno della Libera Università di Bolzano

Nella classifica Censis 2022-2023 delle migliori università private italiane, la Libera Università di Bolzano ha guadagnato il primo posto tra i piccoli atenei (fino a 5.000 iscritti) con il punteggio di 94,6. L’UniBz ha nettamente staccato l’UER di Roma e la LIUC Università Cattaneo di Castellanza. Il posizionamento d’eccellenza nei ranking nazionali e mondiali si deve ad un mix tra il grado elevato di internazionalizzazione, la dotazione delle strutture e il trilinguismo nella didattica e nella ricerca. Ma qual è l’offerta di UniBz, come funziona l’ammissione e quanto costa la retta?

 

L’iscrizione alla Libera Università di Bolzano

Fondata nel 1997 con l’inaugurazione delle facoltà di Economia a Bolzano e di Scienze della formazione a Bressanone, la Libera Università di Bolzano è l’unico ateneo in Europa ad offrire l’opportunità di studiare in italiano, tedesco ed inglese. Per questo approccio plurilinguistico, l’UniBz richiede specifici requisiti linguistici per l’ammissione. I certificati internazionali e gli attestati di lingua riconosciuti devono prevedere la valutazione di tutte e quattro le abilità linguistiche ed essere emessi dallo stesso soggetto o ente e devono riportare la sufficienza in ciascuna abilità in forma di valutazione complessiva. L’elenco completo è specificato dall’ateneo sul suo sito ufficiale.

Certificati e attestati da presentare non devono essere stati conseguiti più di cinque anni prima della richiesta di riconoscimento. Non vengono riconosciuti gli attestati di frequenza ad altri corsi di lingua al di fuori di quelli indicati. Le competenze linguistiche richieste per l’ammissione devono essere comprovate entro la scadenza delle preiscrizioni. Al momento della preiscrizione, le competenze linguistiche devono essere dimostrate dichiarando che la principale lingua di insegnamento nell’anno della maturità era l’italiano, il tedesco o l’inglese o di aver conseguito un diploma di laurea o laurea magistrale in italiano, tedesco o inglese; caricando un certificato di lingua riconosciuto dal Centro Linguistico di UniBz oppure procedendo all’esame di lingua offerto dal centro dell’università.

Gli esami di lingua avvengono online e sono composti da tre moduli: I di comprensione dell’ascolto, lettura e strutture linguistiche; II di produzione scritta; III di produzione orale. È necessario superare il modulo I per accedere al II e al III, mentre per superare l’intero esame, è obbligatorio raggiungere in tutti e tre i moduli almeno il 60% dei punti previsti. Quindi, controllati i requisiti linguistici e fatta la preiscrizione online, se necessario è indispensabile registrarsi all’esame di lingua. Una volta superato l’esame, si riceve l’ammissione. Pagata la prima rata delle tasse sul portale di preiscrizione, è possibile perfezionare l’immatricolazione online.

 

Il periodo degli esami di lingua e i tempi per prepararlo

I candidati che hanno certificati e attestati linguistici in linea con quanto richiesto dall’università, possono procedere direttamente con la preiscrizione online. Chi non ne è in possesso, invece, deve sostenere gli esami di lingua offerti dal Centro Linguistico dell’ateneo, ma soltanto dopo aver effettuato una preiscrizione per uno o più dei corsi di laurea di interesse.

Le sessioni dell’esame di lingua sono tre: la prima a marzo e aprile; la seconda a giugno e luglio; la terza è quella tardiva, a cui si accede certificando le competenze previste soltanto attraverso un certificato di lingua riconosciuto da UniBz. I risultati vengono caricati automaticamente nel portale di preiscrizione al massimo entro 10 giorni dall’esame.

I moduli I e II si svolgono al mattino, il modulo III è un esame orale e si tiene al pomeriggio. Considerando il calendario e la difficoltà, è quindi consigliabile prepararsi con un ampio margine di anticipo. Naturalmente durante l’intero anno accademico l’UniBz offre a studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado la possibilità di conoscere l’ateneo attraverso una serie di iniziative come gli Open Days, le visite presso i campus e le attività nelle superiori con incontri e lezioni tematiche.

 

I corsi di laurea presenti all’UniBz

L’UniBz conta cinque facoltà (Design e arti, Economia, Ingegneria, Scienze della formazione, Scienze agrarie, ambientali e alimentari) e tre campus a Bolzano, Bressanone e Brunico. I corsi di laurea (plurilingui in italiano, tedesco e inglese) sono quindici:

 

  • Design e arti – Arte (DES)
  • Design e arti – Design (DES)
  • Economia e Management (ECO)
  • Economia, Politica ed Etica (ECO)
  • Educatore sociale (EDU)
  • Informatica (ENG)
  • Ingegneria elettronica e dei sistemi ciberfisici (ENG)
  • Ingegneria industriale meccanica (ENG)
  • Informatica e Management delle aziende digitali (ENG)
  • Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi (ECO)
  • Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente montano (AGR)
  • Scienze della Comunicazione e Cultura (EDU)
  • Scienze enogastronomiche di montagna (AGR)
  • Servizio sociale (EDU)
  • Tecnologie del legno (ENG)

 

Le lauree magistrali sono invece diciotto:

 

  • Accounting e finanza (ECO)
  • Computing for Data Science (ENG)
  • Data Analytics for Economics and Management (ECO)
  • Food Sciences for Innovation and Authenticity (AGR)
  • Eco-Social Design (DES)
  • Energy Engineering (ENG)
  • Entrepreneurship and Innovation (ECO)
  • Environmental Management of Mountain Areas (AGR)
  • Horticultural Science (IMaHS) (AGR)
  • Industrial Mechanical Engineering (ENG)
  • Innovazione e ricerca per gli interventi socio-assistenziali-educativi (EDU)
  • Linguistica applicata (EDU)
  • Management del turismo (ECO)
  • Musicologia (EDU)
  • Politiche pubbliche e Amministrazione (ECO)
  • Scienze della Formazione primaria (EDU)
  • Software Engineering (ENG)
  • Viticulture, Enology and Wine Marketing (AGR)

 

Completano l’offerta i nove dottorati di ricerca (in Food Engineering and Biotechnology, Mountain Environment and Agriculture, Economics and Finance, Management, Scienze educative e sociali, Linguistica, Advanced-Systems Engineering, Computer Science e Sustainable Energy and Technologies) e i vari percorsi di apprendimento permanente.

 

Il costo annuo della retta

L’UniBz, a differenza di altre prestigiose università private italiane come la Bocconi e la Luiss, è per tutte le tasche. Le tasse per l’anno accademico 2023-2024 ammontano a 764 euro per la prima rata e a 600 euro per la seconda. Gli studenti a partire dal secondo anno oltre la durata normale del corso vedono aumentare la prima rata a 1.064 euro. La tassa di iscrizione include la tassa provinciale di 164 euro per il diritto allo studio universitario della Provincia autonoma di Bolzano. In totale, inclusa l’imposta di bollo, la retta è quindi di 1.364 euro all’anno. Il pagamento della prima rata è requisito necessario per l’immatricolazione.

L’università prevede un piano di supporti e agevolazioni con borse di studio ordinarie, premi per meriti particolari e borse per la formazione post-universitaria. La Provincia autonoma di Bolzano offre queste borse a studentesse e studenti che soddisfano i requisiti d’accesso generali di merito e di età: l’ammontare è calcolato in base alla situazione economica del nucleo familiare, basata non sull’ISEE ma sul VSE, il valore della situazione economica redatto nell’ambito della DURP. L’importo totale varia, a seconda del reddito, tra i 1.400 e i 5.800 euro per anno.

 

Gli altri costi da sostenere

I campus dell’università sono a Bolzano, Bressanone e Brunico, città dove il costo della vita è piuttosto alto. In particolare il capoluogo, secondo i dati dell’Istat e dell’Unione nazionale consumatori, è in vetta alla classifica delle città più care d’Italia. A Bolzano la media degli affitti si aggira sui 14 euro a metro quadro e fare la spesa costa circa 2.578 euro l’anno per ogni famiglia. Stando ai calcoli fatti dall’ateneo, tra abitazione, cibo, materiali per lo studio, tempo libero e abbigliamento servono almeno 700 euro al mese (tasse universitarie escluse) per vivere in Alto Adige.

L’UniBz ha undici studentati nei campus: a Bolzano ci sono il Kolpinghaus e il Rainerum (in centro città, proprio di fronte all’università), il Peter Rigler, il Deutschhaus Marianum, il San Benedetto, l’Elisabethinum e l’Univercity in tranquilli quartieri residenziali; a Bressanone ci sono il Seminario Maggiore e il Kolpinghaus, Casa St. Michael e la Casa della Gioventù. I posti negli studentati sono 600: i costi sono di 300 euro per una camera singola e di 230 euro per una doppia. La domanda può essere presentata di regola nella seconda metà di giugno.

In ognuno dei tre campus è presente una mensa (al piano terra dell’edificio principale in piazza Università a Bolzano, al 1° piano interrato dell’edificio di viale Ratisbona a Bressanone, la mensa delle Orsoline a Brunico) dove gli studenti possono mangiare con menu a prezzi fissi: il full menu a prezzo pieno è di 10,19 euro, con prezzo finale agli studenti di 4,42 euro perché il contributo della Provincia copre 5,77 euro. Quanto ai trasporti, gli studenti fino a 27 anni che non hanno una bicicletta (l’Alto Adige è bike-friendly grazie alla sua fitta rete di piste ciclabili) possono acquistare l’abbonamento annuale agevolato ABO+ da 150 euro, che dà diritto ad utilizzare tutti i mezzi di trasporto pubblici della provincia di Bolzano e i treni regionali fino a Trento.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *