Real estate crowdfunding: le 17 piattaforme italiane - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Real estate crowdfunding: le 17 piattaforme italiane

Il plastico di una zona residenziale

L’industria del real estate crowdfunding conta 17 piattaforme specializzate in Italia. I portali di crowdinvesting nel mercato immobiliare contribuiscono in maniera decisiva alla raccolta di risorse per progetti di realizzazione o riqualificazione e successiva cessione di proprietà, in ambito residenziale, commerciale e greenfield. I numeri parlano chiaro: il crowdfunding immobiliare italiano sta vivendo una crescita imponente e questo tipo di investimento sta diventando sempre di più un amplificatore di opportunità.

 

Real estate crowdfunding: le 17 piattaforme in Italia

Secondo i dati elaborati dall’Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano, i progetti finanziati nel 2022 in questo comparto hanno raccolto un ammontare di 145,37 milioni di euro. Tutte le piattaforme italiane di real estate crowdfunding, di tipo equity (l’investimento è fatto direttamente nell’impresa costruttrice), lending (l’investimento è un prestito e non un finanziamento diretto) e ibride, sono autorizzate e vigilate da CONSOB. Ma quali sono di preciso quelle verticali di lending, specializzate esclusivamente o prevalentemente in ambito immobiliare?

 

Bridge Asset

Diretta dal CEO Alfio Bardolla e partner di Lemon Way, Bridge Asset ha raccolto 9,41 milioni di euro e ne ha mobilitati 15,32 tra il 2022 e il 2023 per un totale di 61 progetti. Le operazioni proposte assicurano un rendimento a partire dall’11% in massimo 15 mesi.

 

Build Lenders

Nata nel 2020 ad opera del fondatore e CEO Oreste D’Ambrosio, la milanese Build Lenders si rivolge a piccoli e grandi investitori: ha accumulato 3,7 milioni di euro per 25 progetti immobiliari in tutta Italia. I partner sono Lemon Way, Setonix, Crowdcore e Cerved.

 

Crowd2Be

Fondata da Fabio Bottari, Crowd2Be vuole contribuire a trasformare il real estate in green estate. Alla fine del 2022, il 53,33% della Fintech è stato acquistato dall’incubatore di start-up Key Capital attraverso il veicolo KC-Fin.

 

Demetra Lending

A Grassobbio, in provincia di Bergamo, è attiva dal 2021 Demetra Lending, piattaforma specializzata nell’impact investing: gli investimenti in imprese e start-up che generano un impatto ambientale positivo e misurabile e un rendimento finanziario chiaro.

 

Invest-t

Lanciata a Bergamo da Francesco Perino, Gianpietro Colleoni e Michele Bonacina, Invest-t si basa su trasparenza, condivisione e sostenibilità. Le 15 campagne chiuse con successo, quasi tutte in Lombardia, hanno fatto circolare 1,2 milioni di euro con rimborsi ed interessi immediati.

 

Isicrowd

Sbarcata nel 2021 grazie all’intuito dei fondatori Antonio Ottaiano e Daniele Santandrea, Isicrowd è prima piattaforma di crowdfunding del sud Italia (ha sede a Casoria, in provincia di Napoli) che punta proprio al turismo e ai progetti di sviluppo immobiliare nel Mezzogiorno.

 

Italy Crowd

Primo portale di crowdfunding immobiliare in assoluto ad operare in Italia, la ligure Italy Crowd ha chiuso oltre 40 campagne per quasi 4 milioni di euro raccolti. Fondata da Augusto Vecchi, Luana Leonini, Andrea Gianninoni, Paolo Siligoni, Simone Mannelli e Stefano Sardelli, è diventata una piattaforma nativa blockchain (c’è una certificazione blockchain in ogni operazione) con l’ingresso nel capitale sociale di Swiss Crowd SA. La sua particolarità è anche la forma ibrida che permette soltanto a venti investitori di aderire ad un progetto.

 

ITS Lending

Immobili e sostenibilità: sono le linee-guida di ITS Lending, marchio di Crowdvillage lanciato alla fine del 2020 e parte del network Eat Drink Love Italian. Le oltre 30 campagne e i 2,30 milioni di euro raccolti sono focalizzati su progetti di recupero di antichi borghi italiani, restaurati attraverso l’uso consapevole delle risorse e gli standard migliori di efficienza energetica.

 

Leone Investments

Fondata da Riccardo Leone, imprenditore con vent’anni di esperienza nel mercato immobiliare, la romana Leone Investments ha raccolto 3 milioni di euro per la costruzione e ristrutturazione di oltre 20 progetti, in particolare nella Capitale.

 

PrePay

Lanciata nel 2020 da Pierluigi Benemerito e Antonio Fasanella, PrePay ha raccolto quasi 2 milioni di euro e propone anche progetti di rigenerazione industriale. La gestione dei fondi avviene attraverso Mangopay, la soluzione di pagamento di Leetchi SA.

 

Re/source

Presente dal 1996 nel mercato immobiliare, Re/source si è tuffata nel lending crowdfunding per finanziare progetti residenziali di recupero e riqualificazione urbana. Guidata dal CEO Alessandro Di Paolo, ha chiuso sei operazioni e raccolto quasi 1 milione di euro.

 

Recrowd

Fondata nel 2018 dal CEO Gianluca De Simone con Simone Putignano e Massimo Traversi, Recrowd è la prima piattaforma nel settore immobiliare in Italia per raccolta: quasi 87 milioni di euro di cumulato storico. Partecipata dalla holding Esperia Investor, finanzia in particolare riqualificazione e ristrutturazione di immobili residenziali e commerciali.

 

Rendimento Etico

Come evidente dal nome scelto, Rendimento Etico di Andrea Maurizio Gilardoni e Lucijana Lozancic si propone di far guadagnare con le case tutelando al tempo stesso i prestatori. Con la società Case Italia, si occupa in modo specifico del problema del debito ipotecario, entrando in trattativa con i creditori prima che un immobile di persone e imprese in difficoltà a rischio pignoramento venga messo all’asta. La raccolta complessiva è arrivata a 75 milioni di euro.

 

Starcrowd

A Trento opera Starcrowd, neonata piattaforma (non ha ancora chiuso una campagna) che finanzia la ristrutturazione di immobili turistici. La mission del portale è favorire “la rinascita sostenibile dei luoghi che abitiamo”.

 

The Builder

Dal 2022 a Milano, The Builder finanzia operazioni di riqualificazione e ristrutturazione legate a Superbonus, sviluppo immobiliare e messa a reddito. In poco più di un anno con i suoi progetti ha raccolto quasi 1 milione di euro.

 

Trusters

Il CEO Andrea Maffi ha lanciato nel 2017 il portale Trusters, diventato in poco tempo un punto di riferimento italiano del settore immobiliare. Grazie ai 46 milioni di euro complessivi raccolti, la piattaforma è stata acquisita dal gigante CrowdFundMe.

 

Valore Condiviso

Alberto Papa ha fondato nel 2020 a Milano la piattaforma Valore Condiviso con l’obiettivo di creare “il primo incubatore e acceleratore di progetti immobiliari con un sistema integrato di programmi che includono servizi dedicati agli imprenditori” e generare valore “per poi condividerlo, coinvolgendo i piccoli finanziatori e andando incontro a chi si trova in difficoltà finanziarie”. La raccolta su quasi 30 progetti ha sfondato il tetto dei 4 milioni di euro.

A queste 17 piattaforme specializzate si aggiungono le altre 3 del mondo lending con alcuni progetti immobiliari (Crowdlender, Evenfi, Re-Lender), i 10 portali di equity con focus nel real estate (Bildap, Brick Up, Build Around, Concrete Investing, Foxcrowd, House4Crowd, Re-anima, UpsideTown, Walliance, Yeldo Crowd) e la new entry EXRE Crowdfunding Real Estate, fondata dal CEO Federico Vittorio Dotto e fresca di autorizzazione CONSOB.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *