Università: quali sono i corsi di laurea in Italia dove si studia intelligenza artificiale - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Università: quali sono i corsi di laurea in Italia dove si studia intelligenza artificiale

Una rete di IA

Nel mondo dell’università e della formazione quali sono i corsi di laurea presenti in Italia dove si studia intelligenza artificiale? Un quadro dei percorsi didattici che, in maniera verticale o interdisciplinare, affrontano le tematiche dell’IA è rilevato da Aixia (l’Associazione italiana per l’intelligenza artificiale) in collaborazione con AIIS-CINI, il Laboratorio nazionale di Artificial Intelligence and Intelligent Systems del Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica.

 

Università: i corsi di laurea in Italia di intelligenza artificiale

Ormai l’intelligenza artificiale è materia di studio in tutta Italia. Il panorama accademico è complesso e articolato: l’IA attraversa l’Informatica e l’Ingegneria Informatica, la Matematica e la Data Science, fino ad arrivare alla Filosofia e al Diritto. L’insegnamento passa per i grandi atenei e le scuole di eccellenza come i Politecnici. Ecco una mappa da Nord a Sud delle principali università con corsi di laurea attivi in Italia sull’intelligenza artificiale, naturalmente soggetta ad aggiornamenti, integrazioni e cambiamenti.

 

Trento

Tra le lauree magistrali dell’UniTrento c’è quella in Artificial Intelligence Systems – Sistemi di intelligenza artificiale (AIS, classe LM-32). È un corso in lingua inglese, fa parte del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione e “si propone di formare nuove figure professionali all’avanguardia nell’ideazione, progettazione e sviluppo di tecniche, tecnologie e sistemi intelligenti, favorendo la multidisciplinarietà degli approcci e delle applicazioni”.

 

Trieste

L’Università di Trieste include nell’area tecnologico-scientifica quattro corsi di intelligenza artificiale e data science: la triennale in Intelligenza artificiale e Data Analytics (interdipartimentale ma di afferenza del Dipartimento di Matematica e Geoscienze, classe L-31), le specializzazioni post-laurea in Data Science and Scientific Computing e Scientific and Data-Intensive Computing (in interateneo con l’Università di Udine ma con sede a Trieste, in lingua inglese e con numero programmato) e il Master internazionale di II livello in Data Science & Artificial Intelligence (interdipartimentale, in lingua inglese, limitato a 65 posti).

 

Padova

L’UniPd presenta nella sua offerta didattica la laurea magistrale in Computer Engineering (classe LM-32) con quattro curricula attivati, tra cui Artificial Intelligence and Robotics in lingua inglese. La formazione “riguarda tutti gli argomenti fondamentali teorici e applicativi indispensabili, quali la teoria della computazione, l’algoritmica, i sistemi operativi e i sistemi distribuiti, le moderne architetture dei sistemi di calcolo, le reti di calcolatori, le basi di dati. È inoltre prevista un’attenta riflessione sui più recenti avanzamenti nell’intelligenza artificiale e nella robotica, nell’elaborazione di grandi moli di dati, nelle scienze del web”.

 

Verona

L’Università di Verona ha attiva dal 2022 la laurea magistrale biennale in Artificial Intelligence. Il corso (classe LM18) è rivolto a laureate e laureati in Informatica, Fisica, Matematica, Informatica, Bioingegneria, Elettronica e Gestionale con basi solide di informatica. L’obiettivo formativo è “acquisire metodi e strumenti per sviluppare tecniche fondamentali di intelligenza artificiale, e progettare agenti capaci autonomamente di acquisire conoscenza ed elaborare modelli e strategie”.

 

Torino

L’UniTo conta tre corsi in IA: Artificial Intelligence for Biomedicine and Healthcare (la prima laurea magistrale in Intelligenza Artificiale e Salute, attiva dal 2023 per formare esperti di AI in ambito biomedico e sanitario), Artificial Intelligence (laurea magistrale in Comunicazione, ICT e media, classe LM-59) nei corsi di studio del Dipartimento interdisciplinare di Culture, Politica e Società, Intelligenza artificiale nel programma della Scuola di Studi Superiori “Ferdinando Rossi” (SSST).

 

Università del Piemonte Orientale (Vercelli)

All’UPO “Amedeo Avogadro” è attiva dal 2022 nel DISIT (Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica) la laurea magistrale in Intelligenza Artificiale e Innovazione Digitale. Il corso (classe LM-18 e LM-91) è ad accesso libero, in lingua italiana e dura due anni (a tempo pieno) oppure tre o quattro se si sceglie il percorso a tempo parziale. L’obiettivo è formare “figure professionali innovative in grado di affrontare la progettazione, la realizzazione e la gestione di sistemi, prodotti e servizi basati sulle più avanzate metodologie di IA e che, al contempo, sono in grado di declinare tali metodologie in diversi ambiti applicativi”.

 

Milano Bicocca

Due i corsi dell’università milanese. Artificial Intelligence for Science and Technology (LM-91, in lingua inglese) è la specialistica in area scientifica pensata per laureate e laureati formati negli aspetti avanzati di teoria, tecnica, metodologia e utilizzo dell’IA in applicazioni complesse. In collaborazione con Pavia e Statale, la Bicocca ha una triennale in Artificial Intelligence (BAI – Bachelor in Artificial Intelligence) per la formazione di giovani professionisti del mondo 4.0 pronti allo sviluppo di strumenti di automazione e interazione uomo-macchina.

 

Milano Statale

Sempre in collaborazione con Bicocca e Pavia, l’UniMi presenta una specialistica in Human-centered Artificial Intelligence (classe LM-55), laurea in lingua inglese che fornisce le competenze interdisciplinari necessarie a integrare le applicazioni di IA nel contesti aziendale, istituzionale ed educativo. I tre curricula in cui si articola il corso sono Human-AI Cooperation (discipline filosofiche e linguistiche, psicologiche, matematiche, informatiche e dell’ingegneria), Neuro-AI (discipline psicobiologiche e neuroscienze) e AI and Law (discipline giuridiche).

 

Bocconi

L’ateneo privato milanese ha tra le lauree triennali l’innovativo corso (in lingua inglese) di Mathematical and Computing Sciences for Artificial Intelligence, una laurea che incrocia Matematica, Computer Science, Fisica ed Economia per una preparazione legata allo sviluppo degli strumenti dell’intelligenza artificiale in tutti i campi. In aggiunta, il Master of Science in Artificial Intelligence è un corso biennale (sempre in inglese) che affronta i metodi e le tecniche necessari per i sistemi di nuova generazione.

 

IULM Milano

La Facoltà di Comunicazione della sede milanese dell’Università di comunicazione e lingue ha una laurea magistrale in Intelligenza artificiale, impresa e società (classe LM-91). In italiano e a numero programmato, il corso incrocia competenze interdisciplinari (umanistiche e tecnologiche) e si focalizza in particolare sulle attività di marketing e i processi di innovazione aziendale basati sull’IA e sull’analisi evoluta dei Big Data.

 

Genova

Tra le lauree magistrali in Ingegneria dell’UniGe spicca quella di Robotics Engineering (classe LM-32, in lingua inglese), un corso che fornisce a laureate e laureati un background interdisciplinare nei vari aspetti della robotica. Nel secondo anno in particolare vengono approfonditi argomenti di tre settori culturali significativi: la robotica industriale, di servizio e meccatronica; la robotica autonoma e l’IA; l’interazione uomo-robot.

 

Alma Mater Bologna

Nel DISI (Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria) dell’UniBo esiste dal 2019 la laurea magistrale in Artificial Intelligence (classe LM-18 e LM-32). In lingua inglese, il corso “risponde alla forte richiesta dei settori produttivi più avanzati di formare figure professionali con un’elevata specializzazione nei metodi e negli strumenti dell’intelligenza artificiale, capaci quindi di affrontare la progettazione, la realizzazione e la gestione di prodotti e servizi altamente innovativi”.

 

Modena e Reggio Emilia

Nella sede di Modena l’UniMoRe ha attivato il primo corso in Italia di Artificial Intelligence Engineering (classe LM-32), una laurea magistrale in lingua inglese per l’Ingegneria dell’IA e la progettazione di sistemi e servizi avanzati. I percorsi del corso sono AI Applications e Large Scale AI e prevedono formazione su machine learning, deep learning, visione artificiale e sistemi intelligenti, uso e progettazione di sistemi robotici, oggetti e sensori in IoT e applicazioni in bioinformatica, sistemi ad agenti distribuiti, elaborazione di dati multimediali e tecnologie su supercalcolatori.

 

Ferrara

All’UniFe ci sono una magistrale in italiano in Ingegneria Informatica e dell’Automazione (classe LM-32) che fornisce conoscenze e competenze tecnologiche in IT (Information Technology), industria, automazione e servizi e una magistrale interclasse in Intelligenza Artificiale, Data Science e Big Data (LM-18 e LM-32), sempre in italiano e con l’obiettivo formativo di espandersi su quattro aree (matematica del machine learning, basi di IA, DS, BD e sistemi IoT) e ai settori affini di giurisprudenza, etica e biologia.

 

Pisa

Facendo leva sulla vocazione della città alle nuove tecnologie come la realtà virtuale e quella aumentata, Pisa è tra le università d’Italia col maggior numero di corsi di laurea che avviano alle professioni dell’intelligenza artificiale. L’UniPi offre un curriculum in Artificial Intelligence (in inglese) nella magistrale in Informatica (classe LM-18), nel Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione una laurea magistrale in Artificial Intelligence and Data Engineering (classe LM-32). Il corso, in lingua inglese, è aperto non solo a studenti con conoscenze di Ingegneria informatica, ma anche a chi proviene da diverse discipline, purché con una solida base di programmazione. Nel Dipartimento di Biologia c’è invece la magistrale in Biotechnologies and Applied Artificial Intelligence for Health (classe LM-9): sempre in inglese, il corso combina “l’acquisizione di conoscenze e competenze interdisciplinari negli ambiti di ricerca e sviluppo delle biotecnologie per la salute con l’innovazione tecnologica dell’IA”.

 

Firenze

All’UniFI è attivo il corso di laurea magistrale in Data Science, Calcolo Scientifico & Intelligenza Artificiale (classe LM-DATA Data Science) che insegna a generare, analizzare, modellare ed elaborare dati per poi svilupparli in informazione e in IA. Nella Scuola di Ingegneria c’è invece la magistrale in Intelligenza Artificiale (Artificial Intelligence Engineering) che approfondisce i campi teorici, metodologici ed applicativi di modellazione, tecniche algoritmiche, statistica e ottimizzazione.

 

Siena

Il Dipartimento di Ingegneria dell’informazione e Scienze matematiche dell’UniSi ha attivo dal 2020 un corso di laurea magistrale in Artificial Intelligence and Automation Engineering (classe LM-32). In lingua inglese, il percorso formativo “ha come obiettivo l’approfondimento delle metodologie scientifiche e delle tecniche necessarie per la formulazione e lo studio di problemi ingegneristici complessi e si propone di fornire conoscenze avanzate sulle principali tecnologie ed applicazioni dell’intelligenza artificiale, del machine learning, dell’automazione industriale e della robotica”.

 

Perugia

Il corso di laurea magistrale dell’UniPg in Informatica (classe L-31) prevede due curricula: Artificial Intelligence e Cybersecurity. Nel primo le tematiche centrali sono agent models, complex networks, machine learning, computational intelligence, evolutionary algorithms, knowledge representation e automated reasoning, image processing. I corsi di base ed avanzati di entrambi i curricula sono tenuti in inglese.

 

Università Politecnica delle Marche

La Facoltà di Ingegneria dell’UnivPM ha lanciato nella sede di Ancona una laurea triennale in Ingegneria Informatica e dell’Automazione (LM-32), ad ingresso libero e in italiano. Oltre agli insegnamenti primari del settore informatico ed automatico, il corso ha due percorsi orientati all’IA e Data Science e alla Cybersecurity, con la possibilità di specializzarsi sugli aspetti specifici della modellazione e del controllo di sistemi robotici, industriali e meccatronici.

 

Sapienza Università di Roma

Inevitabile che in una delle università più grandi d’Italia ci siano diversi corsi di laurea dedicati all’intelligenza artificiale. Nell’ampio catalogo dei corsi di studio dell’ateneo romano ci sono cinque corsi dedicati all’IA. Nel Dipartimento di Matematica c’è la triennale in Scienze matematiche per l’Intelligenza Artificiale (classe L-35); in quello di Informatica spicca la triennale in Applied Computer Science and Artificial Intelligence – Informatica Applicata e Intelligenza Artificiale (classe L-31); nel Dipartimento di Filosofia è attiva la triennale in Filosofia e Intelligenza Artificiale (classe L-5); in quello di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale “Antonio Ruberti” ci sono le magistrali in Artificial Intelligence and Robotics – Intelligenza Artificiale e Robotica (classe LM-32) e in Data Science (classe LM-Data).

 

LUMSA Roma

Nel Dipartimento di Scienze umane dell’ateneo romano, la laurea magistrale in Marketing & Digital Communication (LM-59) offre tre curricula: insieme a quelli di Marketing e comunicazione digitale d’impresa e Marketing and Digital Communication spicca quello in Intelligenza artificiale, analisi dei dati per il Marketing e la Comunicazione. Un ambito di studi unico per chi vuole formarsi nelle diverse aree della comunicazione integrata e del marketing che sfruttano l’IA.

 

Salerno

All’UniSa di Fisciano il DIEM (Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione ed Elettrica e Matematica Applicata) è in vetta alla classifica dei dipartimenti italiani per la qualità della ricerca. Il corso di laurea in Ingegneria Informatica (classe L-8) esplora l’intelligenza artificiale e la robotica con un indirizzo specifico nella magistrale in Artificial Intelligence and Intelligent Robotics e Cybersecurity; la magistrale del percorso di Ingegneria dell’Informazione per la Medicina Digitale (classe L-8) ha indirizzi in Artificial Intelligence for Precision Medicine e Artificial Intelligence for Digital Health.

 

Bari

L’UniBa ha nel suo piano due magistrali specifiche per l’IA: Computer Science (classe LM-18, in inglese) e Data Science (classe LM-DATA, in italiano), entrambe nel Dipartimento di Informatica. Quella in CS, in particolare, prevede un curriculum in intelligenza artificiale che ha l’obiettivo di formare esperti in progettazione e sviluppo di sistemi di riconoscimento, apprendimento, comprensione e ragionamento e di sistemi informatici intelligenti e robot, facendo riferimento sia al paradigma model-driven sia a quello data-driven.

 

Università della Calabria

Al DeMaCS (Dipartimento di Matematica e Informatica) dell’UniCal di Rende l’offerta formativa per le lauree magistrali comprende il corso in lingua inglese di Artificial Intelligence and Computer Science (classe LM-18). Con vocazione alla ricerca scientifica e industriale, forma in particolare nella progettazione di sistemi informatici complessi e nell’analisi dei Big Data. I due curricula sono specializzati in Data Science (DS) e Computer Security (SEC).

 

Palermo

L’UniPa ha due corsi per chi vuole approfondire l’IA. In Ingegneria dell’Informazione è attiva la triennale di Ingegneria Cibernetica (classe L-8): in italiano, ad accesso libero, il corso garantisce conoscenze e competenze specifiche per affrontare le problematiche relative alla gestione e al controllo dei sistemi meccatronici. Una delle ultime novità dell’ateneo siciliano nel Dipartimento di Matematica e Informatica è la laurea magistrale (in inglese) in Data, Algorithms, and Machine Intelligence (classe LM-18).

 

Università Kore di Enna

Spicca nell’offerta dell’ateneo siciliano la laurea magistrale in italiano in Ingegneria dell’Intelligenza Artificiale e della Sicurezza informatica (LM-32). Il corso è libero e rilascia uno dei titoli più richiesti in assoluto perché forma professionisti in grado di utilizzare tecniche statistiche, di machine learning, di IA e di computer security all’interno di aziende IT, amministrazioni pubbliche e private, enti e istituti di ricerca scientifica e tecnologica.

 

Cagliari

All’UniCa è d’eccellenza la laurea magistrale di Ingegneria informatica in Computer Engineering, Cybersecurity and Artificial Intelligence (classe LM-32). Il corso “ha origine dalle competenze maturate in Sardegna negli ultimi trent’anni nel settore ICT sia nell’ambito della ricerca accademica e industriale, sia nell’ambito della creazione di imprese innovative”. I quattro assi formativi della specialistica sono Ingegneria dei sistemi, Ingegneria informatica, Cybersecurity e Intelligenza Artificiale.

 

Università telematiche: i corsi di laurea in Italia di intelligenza artificiale

Nelle università digitali in tutta Italia non mancano i corsi di laurea sull’intelligenza artificiale. L’università online eCampus con sede a Novedrate offre una specialistica in Ingegneria Informatica e dell’Automazione con un piano di studio in Artificial Intelligence e insegnamenti in interazione uomo-macchina, robotica industriale e di servizio, neuroscienze cognitive, modelli di AI, principi legali ed etici e così via. La Facoltà di Ingegneria dell’UniMarconi ha un corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (classe LM-32) con Orientamento Digital Transformation e Data Science. All’UniCusano, infine, è presente un Master di II livello in Intelligenza Artificiale e Blockchain: aspetti tecno-giuridici ed economici, legato alle applicazioni in ambito medico e industriale.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *