Università della Valle d'Aosta, quanto costa la retta e come entrare - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Università della Valle d’Aosta, quanto costa la retta e come entrare

L'ingresso dell'Università della Valle d'Aosta

Un polo di formazione e ricerca “con uno sguardo aperto all’Europa e un’attenzione costante al territorio in cui sorge”: si presenta così l’Università della Valle d’Aosta, il giovane ateneo fondato nel 2000 per rispondere alle esigenze del particolarismo linguistico e culturale valdostano. Nell’edizione 2023-2024 della classifica Censis delle università italiane, l’UniVdA si è piazzata al decimo posto tra gli atenei non statali di piccole dimensioni, ma con punteggi d’eccellenza proprio in ambito linguistico e nell’internazionalizzazione.

 

Le modalità di selezione all’Università della Valle d’Aosta

L’accesso ai corsi di laurea dell’Università della Valle d’Aosta è libero ma con un massimo di posti disponibili e avviene presentando una domanda di ammissione e sostenendo una verifica delle conoscenze adeguate. Ovviamente possono essere ammessi soltanto le candidate e i candidati in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di un altro titolo conseguito all’estero riconosciuto idoneo. È lo specifico regolamento didattico di ogni singolo corso di laurea a disciplinare le modalità di verifica di conoscenze e competenze richieste.

Per ovviare ad eventuali carenze di preparazione, è prevista l’attivazione di attività formative propedeutiche e integrative. Ad esempio, nel corso di laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali vengono attribuiti OFA (gli obblighi formativi aggiuntivi) ai candidati ammessi al primo anno che hanno riportato una votazione inferiore a 7/10 in italiano o in storia nell’ultimo anno delle superiori. Oppure, nel caso della laurea in Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo, hanno gli OFA i candidati che hanno avuto un voto inferiore a 7/10 in francese o in inglese nell’ultimo anno di superiori. Gli obblighi formativi devono essere colmati durante il primo anno di corso.

 

Il periodo dell’iscrizione e i tempi per prepararla

L’UniVdA nasce con l’obiettivo di garantire una corretta formazione linguistica per poter insegnare il francese in Valle d’Aosta e il tedesco nella Valle di Gressoney. La conoscenza di queste lingue (oltre all’inglese) è quindi fondamentale per studiare ad Aosta, in particolare nei corsi dalla formula spiccatamente internazionale e multilinguistica come quelli in Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo, Scienze politiche e delle relazioni internazionali e Scienze della formazione primaria. Queste lauree prevedono anche la possibilità del doppio diploma in convenzione con università straniere come la Savoie Mont Blanc, l’Avignon Université e l’Universidad de Zaragoza.

Di solito la procedura per la presentazione della domanda di ammissione è attiva per un periodo di cinque mesi: si apre a metà aprile e termina a metà settembre. Entro la fine del mese viene pubblicato l’elenco di ammesse ed ammessi all’immatricolazione e gli esiti del riconoscimento di CFU e obblighi formativi aggiuntivi. A partire dalla fine di settembre si apre la procedura per le immatricolazioni e si svolgono i precorsi per studentesse e studenti ammessi con gli OFA, che devono essere colmati nel primo anno entro la sessione di esami autunnale.

 

I corsi di laurea presenti

L’Université de la Vallée d’Aoste è organizzata nei due dipartimenti di Scienze economiche e politiche e Scienze umane e sociali. Insieme alla laurea magistrale (doppia laurea in convenzione con l’Université Savoie Mont Blanc) in Economia e politiche del territorio e dell’impresa, l’offerta formativa dell’ateneo prevede la laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria e quattro lauree triennali:

 

  • Economia e Management;
  • Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo (doppia laurea in convenzione con l’Université Savoie Mont Blanc);
  • Scienze e tecniche psicologiche;
  • Scienze politiche e delle relazioni internazionali (doppia laurea in convenzione con l’Université Savoie Mont Blanc e l’Universidad de Zaragoza).

 

Gli altri corsi attivi sono il Master di I livello in Educazione e natura – Competenze per una formazione ecologica e per la sostenibilità (realizzato congiuntamente con docenti della Bicocca di Milano, dell’Università di Bologna e dell’Università di Parma), i percorsi di formazione e abilitazione all’insegnamento e per il conseguimento della specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità, il corso di perfezionamento per approfondire le potenzialità degli albi illustrati e della lettura all’aperto nei bambini da 3 a 10 anni.

 

Il costo annuo della retta

Quella della Valle d’Aosta è un’università privata: l’importo delle tasse varia in base ai valori dell’ISEE. L’ateneo stabilisce sei fasce di contribuzione, che per le lauree triennali sono strutturate così a seconda del reddito:

 

  • fino a 14.000 euro: 1.017 euro annui;
  • da 14.000 a 23.000 euro: 1.233 euro;
  • da 23.000 a 32.000 euro: 1.395 euro;
  • da 32.000 a 40.000 euro: 1.521 euro;
  • da 40.000 a 80.000 euro: 1.577 euro;
  • oltre 80.000 euro: 1.653.

 

La retta aumenta per la magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria (dai 1.261 euro della prima fascia ai 2.075 della sesta) e per la magistrale in Economia e politiche del territorio e dell’impresa, dove la forbice va dai 2.294 euro della prima fascia ai 3.868 euro della sesta. L’importo complessivo della contribuzione (determinato dalla somma delle tasse, della tassa regionale per il diritto allo studio da 140 euro e dell’imposta di bollo da 16 euro) è diviso in tre rate, con scadenze a fine novembre, entro fine febbraio ed entro fine maggio.

Naturalmente l’UniVdA prevede esoneri totali e parziali per handicap e invalidità e per merito per le matricole, rimborsi per studentesse e studenti che beneficiano dell’assegno di studio regionale e sconti per dipendenti della pubblica amministrazione con il programma PA 110 e lode, un protocollo che permette a dipendenti pubblici che lo desiderano di accedere all’istruzione universitaria a condizioni agevolate. Non mancano borse di studio, premi di laurea, tirocini in ambito accademico, concorsi e iniziative esterne: su tutti spicca il bando Il talento prende il volo della Fondazione Cecilia Gilardi.

 

Gli altri costi da sostenere

Stando ai dati dell’Istat, la Valle d’Aosta è la terza regione più cara di Italia e il capoluogo è la città italiana dove i servizi costano di più. Inevitabile quindi che trasferirsi nella Roma delle Alpi implichi una notevole spesa extra-budget rispetto ai costi di iscrizione. L’affitto mensile medio di una casa è di circa 800 euro, variabile ovviamente in base alla zona scelta e alla grandezza dell’appartamento. A questa quota vanno aggiunte le spese per le utenze, il materiale didattico, i trasporti e la vita sociale.

La Regione autonoma supporta chi studia nelle università valdostane assegnando diverse tipologie di borse di studio. Insieme all’assegno di studio, agli assegni di mobilità, ai premi di laurea e ai rimborsi, c’è il contributo per l’alloggio: nei due bandi previsti ogni anno accademico, l’importo è da 2.919 a 4.570 euro per il primo bando e da 1.600 a 2.200 euro per il secondo bando. L’assegnazione è per merito (con un determinato numero minimo di crediti formativi a una determinata data) e per reddito con un ISEE minore di 26.306,25 euro (primo bando) e di 44.000 euro (secondo bando) e un ISPE minore di 57.187,53 euro per il primo bando e senza limite per il secondo.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *