Università Kore di Enna: quanto costa la retta e come entrare - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Università Kore di Enna: quanto costa la retta e come entrare

L'Università Kore di Enna

Nell’edizione 2023-2024 della classifica Censis delle migliori università italiane, composta a partire da una batteria di 948 variabili, l’Università Kore di Enna si piazza in sesta posizione tra i piccoli atenei non statali (i più numerosi: quelli con meno di 5.000 iscritti), guadagnando tre posizioni rispetto all’anno precedente. Il giovane ateneo siciliano ottiene risultati d’eccellenza in particolare nella comunicazione e i servizi digitali (104) e nelle strutture (101) per un punteggio complessivo di 81,2, a poco più di 7 punti di distacco dalla capolista Bolzano.

 

Le modalità di selezione all’Università Kore di Enna

Fondata nel 2004 dal nucleo originario del CEU (il Consorzio Ennese Universitario), l’UniKore è attiva dall’anno accademico 2005-2006. Il titolo richiesto per l’accesso alle lauree triennali e magistrali a ciclo unico è il diploma di scuola superiore. I corsi in Architettura, Infermieristica, Medicina e chirurgia e Scienze della formazione primaria prevedono un test di ammissione regolato da un apposito bando. Ogni prova selettiva da superare è definita nello specifico regolamento didattico.

L’ingresso a tutti gli altri corsi a numero programmato è libero: non sono previste prove di accesso ma soltanto il TAC, ovvero un test di accertamento delle conoscenze di base. Il TAC non ha valore selettivo: serve esclusivamente a verificare il livello delle competenze di candidate e candidati. Chi non supera l’esame può comunque iscriversi, ma deve frequentare obbligatoriamente i corsi di recupero. La richiesta di immatricolazione viene acquisita dall’università secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda fino al raggiungimento del numero massimo di posti disponibili.

 

Il periodo dei test e i tempi per prepararli

È consigliabile registrarsi il prima possibile per sostenere il TAC. Questi esami sono basati sui programmi delle superiori, quindi per prepararsi al test occorre ripassare sui libri di scuola con un’attenzione specifica alle materie cardine del corso di laurea scelto. Per esempio, nel caso della triennale in Economia e management, è necessario prepararsi su matematica, statistica, logica e comprensione del testo. Discorso diverso per le tre magistrali a ciclo unico che hanno un test di ammissione e per le magistrali biennali per le quali naturalmente è richiesto come titolo d’accesso la laurea triennale.

I tempi per preparare gli esami d’accesso variano a seconda che si tratti di un test di ammissione oppure di un TAC. Nel primo caso, il tempo necessario per avere una preparazione completa, sia teoria che pratica, va da uno a due anni. Nel secondo, invece, basta rispolverare i programmi degli ultimi due anni di superiori. In ogni caso, la soluzione ideale è quella di cominciare a studiare dalla quarta superiore, avendo chiara in mente la scelta del corso da frequentare. Le date dei test di ammissione e dei TAC vengono rese note dall’università nei singoli bandi per l’immatricolazione.

 

I corsi di laurea presenti

Autonoma dalla fine del 2015, l’Università Kore si struttura in cinque Dipartimenti (Ingegneria e architettura, Medicina e chirurgia, Scienze dell’uomo e della società, Scienze economiche e giuridiche, Studi classici, linguistici e della formazione) e presenta un’offerta didattica di corsi di laurea triennali, magistrali a ciclo unico e magistrali. Le triennali sono 12:

 

  • Economia e management (L-18);
  • Infermieristica (L/SNT1);
  • Ingegneria aerospaziale (L-9);
  • Ingegneria dei rischi ambientali e delle infrastrutture (L-7);
  • Ingegneria informatica (L-8);
  • Lettere – Culture dell’antico, Linguaggi della contemporaneità (L-10);
  • Lingue e culture moderne – Indirizzi: europeo, arabo, cinese (L-11);
  • Scienze delle attività motorie e sportive (L-22);
  • Scienze e tecniche psicologiche (L-24);
  • Scienze strategiche e della sicurezza (L/DS);
  • Servizio sociale e scienze criminologiche (L-39);
  • Tecnologie per il costruito e la sostenibilità ambientale (LP-01).

 

Le lauree magistrali a ciclo unico sono 4 (Architettura LM-4, Giurisprudenza LMG-01, Medicina e chirurgia LM-41, Scienze della formazione primaria LM-85 Bis), mentre le magistrali di durata biennale sono 7:

 

  • Economia e direzione delle imprese (LM-77);
  • Gestione e protezione delle risorse territoriali e ambientali (LM23-LM35);
  • Ingegneria dell’intelligenza artificiale e della sicurezza informatica (LM-32);
  • Lingue per la comunicazione e i servizi culturali – Comunicazione interculturale e Comunicazione per i servizi turistici e culturali (LM-38);
  • Psicologia clinica – Indirizzi: clinico, criminologico (LM-51);
  • Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate (LM-67);
  • Scienze sociali per lo sviluppo sostenibile (LM-87).

 

Il post-laurea comprende i Master (di I livello in Esperto nella programmazione di servizi per il contrasto alle povertà educative e minorili e Gestione e protezione delle risorse territoriali e ambientali; di II livello in Psiconcologia, Chirurgia vaginale del terzo millennio, Psicomotricità clinica dell’arco di vita e Psicologia dell’emergenza e clinica del trauma), i corsi di perfezionamento, i corsi di Dottorato di ricerca, la Scuola di specializzazione delle professioni legali e i corsi di alta formazione.

 

Il costo annuo della retta

La Kore di Enna è un’università privata: tutti i corsi di laurea triennale e di laurea magistrale (ad eccezione di quelli in Medicina e chirurgia e Infermieristica) costano 3.500 euro all’anno. Questa retta è composta da un contributo fisso di 1.000 euro (gli oneri amministrativi di ateneo, che rimangono a questa quota per tutta la durata del corso e fino al primo anno fuori corso) e da una tassa di frequenza da 2.500 euro. I 1.000 euro per il contributo fisso vanno versati all’immatricolazione al primo anno e all’iscrizione agli anni successivi; i 2.500 euro di tassa di frequenza entro ogni 23 dicembre.

Le  lauree di area sanitaria immediatamente abilitanti hanno una diversa quota di ammissione. La magistrale in Medicina e chirurgia ha un costo annuo decisamente più elevato: 10.000 euro. Con la triennale in Infermieristica si scende a 3.000 euro. La tempistica per il versamento della quota di ammissione è specificata nei bandi. In entrambi i casi, per agevolare studentesse e studenti particolarmente capaci e meritevoli con la copertura dei costi, l’UniKore garantisce un limitato numero di borse di studio in grado di coprire interamente la quota annua di ammissione e la tassa di frequenza.

 

Gli altri costi da sostenere

L’UniKore ha le sue sedi nella cittadella universitaria di Enna: la didattica si svolge nei nove plessi dell’ateneo, dalla sede centrale con l’ingresso in Piazza dell’Università al polo scientifico e tecnologico di Santa Panasia. Per chi arriva da fuori, studiare alla Kore vuol dire trasferirsi a Enna, dove il costo della vita non è troppo elevato e in media l’affitto di una casa si aggira sui 300 euro al mese, ovviamente a seconda del quartiere e della tipologia di abitazione scelta. Tra vitto e alloggio, utenze, trasporti, materiale didattico e vita sociale, le spese extra per studiare nel cuore della Sicilia non superano gli 800 euro mensili.

La comodità della Kore è che nel campus dell’ateneo c’è tutto nel raggio di 500 metri: aule, uffici, sportelli, servizi, laboratori, mense, persino negozi, palestra, piscina e campo di atletica. Oltre all’attribuzione delle borse di studio e di altri contributi economici per reddito e per merito, l’ERSU (l’ente regionale per il diritto allo studio universitario) apre ogni anno un bando di concorso per gli alloggi (camere singole e doppie, tutte con servizi) della residenza Domus Kore di via Mulino a vento, a tre chilometri dalla sede centrale di Piazza dell’Università. Vincitrici e vincitori del bando hanno anche spazi ed ambienti comuni per le attività di studio, culturali e ricreative.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *