Petrolio WTI: news e analisi finanziarie - Borsa&Finanza

WTI

Questa sezione di Borsa&Finanza è dedicata al WTI (West Texas Intermediate), una qualità di petrolio prodotta in Texas che viene presa come riferimento per le quotazioni dei future sul petrolio USA, scambiato al Nymex (New York Mercantile Exchange). Il prezzo non viene tuttavia fissato in Texas, bensì in Oklahoma dove, presso la località di Cushing è presente il maggior deposito petrolifero statunitense. Il WTI, insieme al Brent europeo, è il benchmark di quotazione più importante sui mercati internazionali. Per entrambi vale la definizione di petrolio “greggio“, ossia non ancora lavorato per l’ottenimento di gasolio, nafta, cherosene, oli lubrificanti, benzine e altri prodotti e materie di lavorazione per l’industria. Il prezzo del barile di WTI è espresso in dollari USA. Un barile corrisponde a 158,99 litri (pari a 42 galloni USA). Le quotazioni sono influenzate dalla domanda e dall’offerta future. Non a caso, durante il lockdown del 2020, le quotazioni scesero addirittura in terreno negativo. Con le maggiori economie mondiali bloccate dal lockdown, infatti, le imprese produttrici erano disposte a pagare pur di sbarazzarsi della produzione di petrolio in eccesso.

Petrolio: prezzi scendono sotto livelli pre-guerra, ecco perché
Asset Class

Petrolio: prezzi scendono sotto livelli pre-guerra, ecco perché

I prezzi del petrolio hanno fatto un’incursione sotto i livelli conosciuti prima dello scoppio della guerra Russia-Ucraina, confermando la frenata del rally della materia prima. Durante l’ultima giornata di contrattazione, il

Petrolio: 2 ragioni per la nuova impennata dei prezzi
Asset Class

Petrolio: 2 ragioni per la nuova impennata dei prezzi

Le quotazioni del petrolio sono balzate nuovamente al rialzo riportandosi sopra i 100 dollari al barile. La volatilità del mercato energetico ha mostrato pochi segni di attenuazione e, in 7