Petrolio: 2 ragioni per la nuova impennata dei prezzi

Petrolio: 2 ragioni per la nuova impennata dei prezzi

Le quotazioni del petrolio sono balzate nuovamente al rialzo riportandosi sopra i 100 dollari al barile. La volatilità del mercato energetico ha mostrato pochi segni di attenuazione e, in 7 delle ultime 10 sedute di contrattazioni, i prezzi del WTI ad esempio si sono spostati di oltre il 2% in entrambe le direzioni. Ancora sembrano lontani i livelli di 140 dollari al barili toccati nei primi giorni di marzo, quando le sanzioni occidentali alla Russia…

Leggi tutto

Petrolio: ecco perché i prezzi non torneranno a 140 dollari

Petrolio: ecco perché i prezzi non torneranno a 140 dollari

I prezzi del petrolio scendono per la seconda settimana consecutiva, con il Brent che viaggia poco sopra i 100 dollari al barile, mentre il WTI si colloca nei pressi di 96 dollari. Ad aver spinto in basso le quotazioni la decisione dei membri dell’Agenzia Internazionale dell’Energia di rilasciare 60 milioni di barili di greggio dalle scorte strategiche a inizio settimana. La metà di queste arrivano dagli Stati Uniti, che negli ultimi 6 mesi hanno rifornito…

Leggi tutto

Investv: focus su Piazza Affari e Banco BPM

Investv: focus su Piazza Affari e Banco BPM

Nell’ultima puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, scenderanno Luca Padovan per la squadra gialla mentre la squadra azzurra schiererà Lorenzo Sentino. Inoltre dalla sede di Francoforte per Vontobel ci sarà Gino Zincone, del desk italiano dell’emittente, che farà il punto sulle ultime novità presenti nel mercato secondario; tra queste 3 Memory Cash Collect Athena Certificate…

Leggi tutto

Petrolio: per gli analisti se prezzi crescono ancora sarà recessione

Petrolio: per gli analisti se prezzi crescono ancora sarà recessione

Il petrolio oggi è in discesa di circa 2 punti percentuali nel mercato delle materie prime, dopo che il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato il divieto di importare greggio dalla Russia. Nelle ore successive alla comunicazione della Casa Bianca, le quotazioni di Brent e WTI erano schizzate rispettivamente a 130 e 128 dollari al barile, ma successivamente si sono ritirate. È possibile che si tratti di un attimo di rilassamento, prima che…

Leggi tutto

Petrolio: il rally potrà spingersi verso i 100 dollari?

Petrolio: il rally potrà spingersi verso i 100 dollari?

Senza dubbio sono giorni caldi per il prezzo del Petrolio, con le quotazioni che si stanno riportando sui top di periodo. Aumentano di conseguenza i timori che l’inflazione a livello globale possa rimanere sui massimi degli ultimi anni, spingendo le Banche Centrali a cambiare in modo radicale (come sta facendo la FED) la propria politica monetaria. Il rialzo delle quotazioni è alimentato non solo dalla carenza mondiale di gas e carbone ma soprattutto dalla convinzione…

Leggi tutto

LA GUERRA DEL PETROLIO, SPIEGATA BENE

LA GUERRA DEL PETROLIO, SPIEGATA BENE

In collaborazione con Schroders, Ubp e La Francaise, dieci domande e dieci risposte sul conflitto tra Russia e Arabia Saudita: cosa succede al petrolio, chi ci  rimetterà di più, cosa accadrà in futuro   1- Cosa è successo venerdì 6 marzo? L’Opec e i suoi alleati non sono riusciti a raggiungere un accordo durante il vertice di Vienna per ridurre ulteriormente la produzione del petrolio al fine di riequilibrare il mercato de sostenere i prezzi….

Leggi tutto

NUOVO BLACK MONDAY PER WALL STREET

NUOVO BLACK MONDAY PER WALL STREET

Coronavirus e petrolio affossano Wall Street che chiude per 15 minuti. Tassi del Treasury sui minimi di sempre a 0,5%, petrolio a 34 dollari al barile   Lunedì 9 marzo entrerà nella storia dei mercati. Purtroppo con un record negativo. Si è verificata la più pesante caduta dei prezzi degli Stati uniti dal Black Monday del 1987. La Borsa di New York ha così deciso di spegnere l’interruttore per 15 minuti, dopo la discesa dell’S&P500…

Leggi tutto

LA GIORNATA SUI MERCATI IN 5 PUNTI – 9 MARZO 2020

LA GIORNATA SUI MERCATI IN 5 PUNTI – 9 MARZO 2020

Mercati aperti ma sotto scacco dell’emergenza coronavirus. Giovedì si esprimerà la BCE, mentre in Italia aumentano i timori per l’economia, immobilizzata da un decreto d’urto   “Blindata” la Lombardia e altre 14 Province italiane Un risveglio faticoso, in questo banale lunedì di marzo. Che poi tanto banale non è. L’Italia è ancora in trincea per combattere la diffusione del coronavirus che ormai ha un ritmo di espansione del 20-25 per cento giornaliero (calcoli della redazione)….

Leggi tutto

MILANO HA LA FEBBRE: IL CORONAVIRUS TIENE IN PUGNO IL LISTINO

MILANO HA LA FEBBRE: IL CORONAVIRUS TIENE IN PUGNO IL LISTINO

Piazza Affari – Coronavirus: 0 a 1. L’indice principale cede l‘1,78% e scende a 21.554 punti base, con il titolo Juventus in maglia nera (-5,85%).  Male le banche, si impenna lo spread che risale a 179 Seduta negativa per Piazza Affari? Ebbene sì. L’indice principale chiude la penultima seduta della settimana in netto calo, segnando un -1,78%, in accordo con gli altri listini continentali, tutti con perdite consistenti. I mercati sono tornati a scendere per…

Leggi tutto

OPEC: UN TAGLIO DA 1,5 MLN DI BARILI POTREBBE NON BASTARE

OPEC: UN TAGLIO DA 1,5 MLN DI BARILI POTREBBE NON BASTARE

A Vienna è scontro Russia-Arabia Saudita. L’Opec chiede un taglio da 1,5 milioni, Mosca si oppone. Ma forse, per rivedere il petrolio a quota 50 $, è troppo tardi. Con l’analisi di Domenicantonio De Giorgio   Un taglio da un milione e mezzo di barili di petrolio al giorno. Questo è l’obiettivo dell’Arabia Saudita e dei 13 ministri dell’Opec. Questo è l’accordo che hanno trovato oggi a Vienna per intervenire sul forte calo della domanda…

Leggi tutto
1 2 3