Azioni ASML: quali gli effetti sui prezzi con stop vendite in Cina? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni ASML: quali gli effetti sui prezzi con stop vendite in Cina?

Azioni ASML: quali gli effetti sui prezzi con stop vendite in Cina?

Alla Borsa di Amsterdam il nuovo anno si apre all’insegna delle vendite per il titolo ASML, sul cui sentiment impattano alcune notizie provenienti dal Gruppo, leader mondiale nella produzione di macchinari per la litografia, tecnica che permette di realizzare i chip presenti in molti dispositivi. Nello specifico l’azienda olandese ha cancellato le spedizioni di due macchinari per la litografia verso la Cina e la decisione è dovuta alla revoca parziale della licenza di esportazione da parte del governo olandese che ha ricevuto una richiesta esplicita da parte dell’amministrazione Biden.

Ricordiamo che dallo scorso mese di ottobre sono in vigore le nuove restrizioni degli Stati Uniti sulle esportazioni di semiconduttori verso la Cina e le regole si applicano anche a quelle aziende che forniscono macchinari per la produzione dei chip. In questo caso il governo olandese aveva rilasciato la licenza per alcuni sistemi DUV, Deep Ultraviolet,  di ASML. Nello specifico le pressione americana sul governo olandese sono aumentate in seguito alla scoperta che SMIC, azienda di semiconduttori cinese, avrebbe usato un sistema di ASML per la produzione del chip Kirin 9000S integrato negli smartphone Huawei della serie Mate 60. I timori del governo statunitense è che la Cina potrebbe usare queste tecnologie avanzate anche a scopi militari. Ricordiamo infine che ASML ha comunicato che il blocco comunicato in queste ore non dovrebbe avere un impatto significativo sulle entrate del 2023.

 

Azioni ASML: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come sta reagendo l’azione dopo queste notizie. È un inizio di anno all’insegna delle vendite per il titolo Asml, con i prezzi che scendono a testare i primi supporti di breve situati in area 671 euro. Nel breve periodo fondamentale sarà la tenuta di questi livelli, per evitare un indebolimento della struttura grafica rialzista che avrebbe come primo obiettivo ribassista i 658 euro, dove troviamo l’indicatore giornaliero del Supertrend. Nel caso in cui dovessimo assistere ad una violazione di questi supporti, si aprirebbero le porte per ulteriori vendite prima in direzione dei 640-638 euro e successivamente verso i 625 euro, dove verrebbe messa sotto pressione la media mobile a 50 giorni.

Al contrario la tenuta dei 658 euro dovrebbe riportare gli acquisti sul titolo che a quel punto potrebbe spingersi verso i 675-680 euro ed in seguito tornare a testare i massimi dello scorso anno situati sulla soglia psicologica dei 700 euro. Dal punto di vista operativo il superamento di quest’ultime aree, andrebbe a riattivare il trend primario ascendente con primi target situati sui 720 euro e successivamente andare a rivedere i top del 2022 posti nei pressi dei 775 euro.

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *