Credito al consumo: cos'è, come funziona e tipologie - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Credito al consumo: cos’è, come funziona e tipologie

Credito al consumo: cos'è, come funziona e tipologie

Accedere al credito al consumo permette a ogni persona o famiglia di sostenere spese straordinarie o fronteggiare periodi di crisi economica, grazie alla possibilità di rateizzare il rimborso del denaro ottenuto. Per questo nell’economia moderna tale forma di finanziamento rappresenta una colonna portante. Vediamo quindi nel dettaglio di cosa si tratta, qual è il suo funzionamento e quali forme si conoscono.

 

Credito al consumo: definizione e caratteristiche

Il credito al consumo è disciplinato in Italia dagli articoli 121-126 del Testo Unico Bancario e può essere definito come la concessione di credito sotto forma di varie facilitazioni finanziarie a vantaggio di una persona fisica che agisce per scopi estranei a un’attività imprenditoria o professionale. Lo scopo quindi è quello di sostenere i consumi per le proprie esigenze o per quelle della propria famiglia, avendo la possibilità di rateizzare i pagamenti. Gli istituti autorizzati a concedere credito al consumo sono le banche e gli intermediari finanziari iscritti negli appositi registri.Per potervi accedere fondamentalmente vengono chiesti 3 requisiti: in primis la presenza di un reddito da lavoro, preferibilmente a tempo indeterminato o alle dipendenze delle Stato; in secondo luogo la titolarità di un conto corrente per poter effettuare l’accredito e a cui attingere per il rimborso delle rate; in terzo luogo che il richiedente il credito non sia segnalato nella Centrale dei Rischi come cattivo debitore.Altre garanzie vengono richieste in alcune tipologie di credito al consumo come la stipula di una polizza assicurativa vita o per la perdita dell’impiego, ma garanzie su beni di proprietà non ve ne sono. Per questa ragione l’importo concesso a credito risulta essere relativamente basso e il tasso di interesse più elevato rispetto ad altre forme di finanziamento più garantite come i mutui ipotecari. Il tasso viene espresso contrattualmente sottoforma di TAN, ovvero Tasso Annuo Nominale, che concerne la percentuale applicata sul valore nominale del credito, e di TAEG, ossia Tasso Annuo Effettivo Globale, che comprende il costo complessivo del finanziamento per il consumatore. Vi sono delle situazioni però dove il credito al consumo è direttamente collegato all’acquisto di uno specifico prodotto che altrimenti non sarebbe stato acquistato. Di conseguenza il tasso applicato sarà molto ridotto o addirittura a zero, dove l’onere della dilazione di pagamento viene accollata da parte del venditore. In tal caso si verifica una forma di transazione a sconto tra il venditore e il consumatore.

 

Credito al consumo: tipologie

Il credito al consumo può essere distinto a seconda che si tratti di finanziamenti finalizzati e non finalizzati. Nel primo caso risultano quelle forme di credito che sono legate all’acquisto di un bene. Tra queste si hanno:

 

  • i pagamenti rateizzati;
  • le carte di credito.

 

Nel secondo caso invece troviamo quelle tipologie che non hanno un rapporto stretto con la compravendita di un prodotto, ma dove il credito viene concesso per esigenze generali del richiedente. Qui si possono annoverare:

 

  • i prestiti personali, ossia finanziamenti diretti sul conto corrente a una scadenza fissa e con un numero di rate prestabilito;
  • la cessione del quinto, cioè una concessione di un prestito le cui rate vengono rimborsate periodicamente decurtando direttamente in busta paga il quinto dello stipendio o della pensione;
  • le aperture di credito rotative (o revolving), dove viene concesso un fido o plafond per sostenere delle spese nel tempo. L’importo poi potrà essere rimborsato in un’unica soluzione a una certa scadenza oppure in forma rateale in diversi intervalli.

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *