Investv: dalla Cina nuovi segnali di rallentamento economico - Borsa e Finanza

Investv: dalla Cina nuovi segnali di rallentamento economico

Investv: dalla Cina nuovi segnali di rallentamento economico

Nella prima puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, sarà ospite della trasmissione Pietro Paciello, con cui andremo a commentare la situazione sui mercati finanziari. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 29 luglio

Nell’ultima puntata della scorsa settimana è stato ospite Riccardo Zago, che ha proposto una strategia rialzista sull’S&P 500 con un ingresso posto in area 4.120 punti,  uno stop a 4.090 punti ed un target situato nei pressi dei 4.150 punti. Con una chiusura alle 17,30 dell’indice americano a 4.096 punti, l’operazione ha visto realizzarsi una performance negativa del 2,45%.

 

I temi della puntata odierna ad Investv

Dopo aver chiuse un mese di luglio all’insegna dei record, i mercati azionari del Vecchio Continente inaugurano il mese di agosto all’insegna della cautela dopo che i deludenti dati provenienti dalla Cina, indice Pmi sotto le attese, tornano a far salire i timori di una recessione globale. In questo contesto il focus degli investitori rimane sempre rivolto sia all’inflazione che alle prossime mosse delle varie Banche centrali, anche se i toni più morbidi usati dal Presidente della Federal Reserve stanno convincendo gli operatori che nei prossimi mesi l’aumento dei tassi oltreoceano potrebbe rallentare. Al riguardo importanti saranno i dati macro per le scelte che verranno fatte dai banchieri centrali.

Durante la trasmissione andremo come al solito ad analizzare la situazione sul nostro indice principale, che la scorsa settimana ha realizzato la migliore performance degli ultimi 17 mesi. Nel breve periodo fondamentale sarà ora il break dei 22.500 punti per proseguire il recupero in direzione delle prossime resistenze situate in area 22.750-22.800 punti. Tra i settori da monitorare troviamo sia il settore bancario che quello industriale, i quali la scorsa ottava hanno trainato al rialzo Piazza Affari grazie alle ottime trimestrali comunicate dalle varie società.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.