Investv: lo scudo anti-spread della BCE aiuterà i mercati? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: lo scudo anti-spread della BCE aiuterà i mercati?

Investv: lo scudo anti-spread aiuterà i mercati?

Nella prima puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, Filippo Giannini per la squadra azzurra  sfiderà Giancarlo Prisco trader della squadra gialla. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 20 giugno

L’inizio della settimana ha visto contrapporsi Nicola Para per la squadra azzurra e Luca Padovan per la squadra gialla. Il primo trader ha proposto una strategia rialzista sull’oro con un’entrata in area 1841, 7 dollari l’oncia, un target a 1.860,7 dollari ed uno stop a 1.822,7 dollari l’oncia. A fine giornata, con una chiusura leggermente sotto i livelli di entrata, l’operazione ha visto realizzarsi una performance negativa dello 0,61%. Al contrario Luca Padovan ha scelto il Nasdaq come asset su cui operare. Nello specifico operazione rialzista con ingresso a 11.360 punti, uno stop a 11.140 punti ed un target posto a 11.640 punti. A fine seduta la strategia ha visto una performance positiva dell’1,07%.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Sono sempre le banche centrali a movimentare i mercati in queste settimane. Infatti sono bastate le nuove dichiarazioni della Lagarde, su una Bce pronta ad agire contro i rischi di frammentazione, a risollevare l’umore dei mercati con gli acquisti che si sono indirizzati in particolar modo verso il settore bancario. A proposito di banche centrali il Wall Street Journal accoglie gli investitori americani con un’analisi spietata. Infatti dal 1950 ad oggi il mercato, dopo aver registrato perdite superiori al 15%, in 11 casi su 17 è ripartito al rialzo solo dopo l’allentamento delle politiche della Fed. Intanto il nervosismo resta presente sui mercati obbligazionari con il Bund che sale oltre l’1,7%, il nostro Btp al 3,65% ed il decennale statunitense vicino alla soglia del 3,3%. Infine nel corso della trasmissione andremo a commentare il nostro mercato azionario per capire quali sono le attese nel breve e medio periodo.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *