Investv: rimbalzo su voci bond BCE anti - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: rimbalzo su voci bond BCE anti

Investv: focus su inflazione e rallentamento economico

Nella seconda puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, scenderanno in campo Giancarlo Prisco per la squadra gialla e Pietro Origlia per la squadra azzurra.  L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto della giornata di ieri

L’inizio della nuova settimana ha visto sfidarsi Tony Cioli Puviani per la squadra gialla e Filippo Giannini per la squadra azzurra. Il primo ha proposto una strategia rialzista sul nostro indice principale che prevedeva un ingresso in area 21.300 punti con un target sui 21.620 punti ed uno stop nei pressi dei 20.980 punti. L’operazione proposta non è entrata nel range segnalato. Al contrario il trader della squadra gialla ha messo in campo una strategia ribassista sul Ftse Mib che prevedeva un ingresso sui 21.660 punti con un target a 21.300 punti ed uno stop sulla soglia dei 22.000 punti. L’operazione andando in stop ha visto una performance negativa del 3,14%.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Mentre si avvicina la riunione della Bce di giovedì, i mercati oggi stanno festeggiando circa le voci di un possibile intervento della Banca centrale europea contro il rialzo del prezzo delle materie prime energetiche. L’Eurotower starebbe studiando dei titoli di debito da emettere per raccogliere le risorse contro il carovita. Il driver principale rimane ovviamente il conflitto in Ucraina. Il nulla di fatto dopo il terzo round di colloqui tra i due Paesi non cambia al momento il sentiment sui mercati che rimangono impostati al ribasso anche se nelle ultime ore l’UE starebbe pensando all’emissione di un bond per finanziare il settore delle difesa e dell’energia.

Sul mercato delle materie prime prosegue il rally del petrolio che guarda i suoi massimi di sempre dopo i passi in avanti del Congresso degli Stati Uniti per l’approvazione di una legge che vieti le importazioni di petrolio russo. In questo contesto aumentano i timori riguardanti l’inflazione che dovrebbe rimanere alta per quasi tutto il 2022. Infine uno sguardo al mercato delle valute dove non si arresta la discesa della moneta unica europea che inizia a pagare un forte rallentamento dell’economia nel Vecchio Continente.

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *