Prestito immediato: come ottenere soldi in giornata
Cerca
Close this search box.

Prestito immediato: come ottenere soldi in giornata

Ecco come ottenere un prestito immediato

È possibile trovare un prestito immediato? Come si fa a ottenere un prestito in giornata? A volte può capitare di trovarsi ad avere necessità di liquidità in tempi brevi: una spesa imprevista può richiedere un esborso di denaro non preventivato. Un prestito immediato può diventare l’unica strada per uscire da un momento di difficoltà.

Il prestito immediato, in estrema sintesi, è una forma di finanziamento personale. Costituisce, in molti casi, un’opportunità per risolvere un problema, ma può presentare alcuni svantaggi. Uno di questi senza dubbio è quello di non poter chiedere degli importi elevati. Quando entrano in ballo grandi cifre è sempre necessario preventivare qualche giorno. Ma vediamo  come funziona il prestito immediato.

 

Chi eroga prestiti urgenti: le banche

Il prestito immediato è erogato da banche e istituzioni finanziarie. Tra le principali società che sono in grado di erogare questo tipo di prodotti ci sono, solo per fare alcuni esempi, Cofidis ed Agos. Come ogni altro finanziamento, anche per il prestito immediato è necessario presentare una regolare domanda alla banca o all’istituto finanziario. Data l’urgenza, in questo caso è consigliabile effettuare la richiesta online, la quale risulta essere senza dubbio molto più rapida e semplice rispetto al percorso tradizionale. Quando la banca o l’ente riceve la richiesta di prestito immediato effettua i dovuti controlli e quindi accredita il denaro direttamente sul conto corrente del richiedente. L’operazione viene conclusa nel giro di poche ore.

È importante ricordare che benché il finanziamento venga concesso rapidamente, è sempre necessario attenersi ad alcune regole, ma soprattutto dimostrare di essere in possesso di alcuni requisiti. Difficilmente viene erogato un prestito immediato senza che vengano rilasciate le opportune garanzie. È quindi necessario allegare alla domanda una busta paga, il cedolino della pensione e qualsiasi altro documento che attesti la presenza di un reddito da parte del richiedente.

 

I prestiti affidabili tra privati

Alternativa alla richiesta di un prestito immeditato presso una banca o una finanziaria è quella di ricorrere a un prestito tra privati. Questo è a tutti gli effetti un finanziamento da privato a privato, senza che sia necessaria la presenza di un qualsiasi società o banca. In altre parole a erogare il prestito è direttamente una persona fisica. A dare una spinta a questo particolare settore è stato il social lending, che possiamo tradurre come prestito sociale. Nato nel 2005 in Gran Bretagna, rappresenta un sistema organizzato il quale permette che i prestiti tra privati possano avvenire online, attraverso appositi siti web.

È una formula che sta prendendo piede anche in Italia. Uno dei motivi della sua diffusione consiste nel fatto che le banche sono sempre più restie a concedere dei prestiti alle imprese e alle famiglie. Nella maggior parte dei casi i tassi di interesse sono più bassi, ma soprattutto non ci sono spese. Sono quindi strumenti particolarmente adatti a quanti stiano cercando un prestito immediato per far fronte a un’emergenza o a una spesa imprevista.

 

I prestiti immediati online: i portali più affidabili

Abbiamo visto che il social lending permette ai privati di prestare dei soldi ad altri privati. Anche in Italia è possibile accedere ai portali che permettono l’incontro tra la domanda e l’offerta. Tra le piattaforme più serie e conosciute ci sono:

 

  • Prestiamoci.it;
  • Smartika.it;
  • Blender.loans. 

 

È importante verificare che le piattaforme siano autorizzate a operare dalla Banca d’Italia per tutelarsi contro eventuali tentativi di truffa.

AUTORE

Picture of Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *