Articoli e news su Banca Mediolanum - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Banca Mediolanum

Le origini di Banca Mediolanum risalgono al 1982 quando il fondatore Ennio Doris crea Programma Italia SPA al cui interno, nel 1991, inizia a muoversi Programma Italia Investimenti Sim.
Sarà questa nuova entità destinata a offrire servizi di investimento mobiliare a dare origine nel 1997 a Banca Mediolanum.

Fin da subito l’iniziativa di Ennio Doris, scomparso nel settembre 2021, si differenzia dagli altri attori presenti sulla scena bancaria e della gestione del risparmio. Già dal 1999, infatti, la banca in questione offre ai propri clienti la possibilità di operare online e di usufruire di un servizio di consulenza.

Anche la campagna di comunicazione pubblicitaria, condotta in prima persona dal fondatore, distingue il gruppo dagli altri gruppi del sistema finanziario. Oggi la tradizione di mettere la propria faccia nelle comunicazioni finanziarie è portata avanti dal figlio di Ennio Doris, Massimo, amministratore delegato dal 2008.

Oggi la società offre ai suoi clienti servizi praticamente in ogni ambito finanziario, dal business bancario a quello assicurativo e del risparmio gestito. L’azione Banca Mediolanum è quotata in Borsa Italiana dal 3 giugno 1996.

In questa pagina di Borsa&Finanza vengono raccolte tutte le notizie che riguardano Banca Mediolanum, il gruppo fondato da Ennio Doris, le sue azioni e i suoi prodotti di investimento.

Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum davanti alla sede del gruppo
Angolo del Trader

Azioni Banca Mediolanum: cosa fare dopo i cambi al vertice

Il Consiglio di amministrazione di Banca Mediolanum, riunitosi la scorsa settimana, ha deliberato una variazione organizzativa che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2024. Gianluca Bosisio, attuale direttore generale della

La sede di Banca Mediolanum a Basiglio, Milano 3
Didattica

Banca Mediolanum: storia, nascita e sviluppo

La convention del 2023 di Banca Mediolanum al Pala Alpitour di Torino, tornata in presenza dopo quattro anni di pausa, è stata la prima senza Ennio Doris, lo storico fondatore