Analisi tecnica: il caso Banco Bpm secondo Vontobel
Cerca
Close this search box.

Analisi tecnica: il caso Banco BPM secondo Vontobel

Analisi tecnica: il caso Banco BPM

Ai mini storici alla vigilia, rimbalzo nella seduta odierna, Banco Bpm è tra i titoli più in difficoltà in questo periodo, ma non per questo è tra i meno interessanti da seguire. Il commento di Vontobel

 

Non si arresta in questi giorni l’emorragia a Piazza Affari per Banco BPM, con il titolo che è arrivato a toccare nuovi minimi storici a 1,21, ieri, martedì 10 marzo. Dai massimi del 18 febbraio ha lasciato sul terreno circa il 50%, tra i peggiori performer di periodo di tutto il FTSE MIB. Un vero e proprio tracollo in Borsa che ha fatto scendere sotto la soglia dei 2 miliardi di euro la capitalizzazione della terza maggiore banca italiana per attivi. L’effetto coronavirus ha totalmente cambiato lo scenario del comparto bancario nelle ultime settimane che, prima del crollo, era tra i settori più interessanti visto le operazioni di aggregazione in atto. La recente impennata dei rendimenti sta danneggiando il portafoglio titoli di stato delle banche e la probabile recessione rischia di aumentare le sofferenze in pancia agli istituti. La paura di un forte rallentamento economico dell’Eurozona e il taglio dei tassi da parte delle banche centrali hanno pesato sulle previsioni contenute nel nuovo piano strategico 2020-2023 di Banco BPM che è stato accolto con freddezza dal mercato.

 

Il piano strategico 2020-2023

Nel dettaglio, il gruppo bancario prevede di raggiungere l’obbiettivo di 770 milioni di euro di utili nel 2023 e la distribuzione di 800 milioni di dividendi cumulati, con un dividend payout ratio medio pari ad almeno il 40%. Nel quadriennio, l’istituto punta anche ad aumentare i ricavi a 4,4 miliardi (+0,6% annuo) mentre i costi resteranno stabili, nonostante la chiusura di 200 sportelli e 1.100 prepensionamenti volontari. Il nuovo piano non ha convinto nemmeno gli analisti che hanno espresso dubbi sulle previsioni macroeconomiche so ostanti il piano, a causa dell’effetto del coronavirus sul PIL italiano e sull’assenza di una guidance fino al 2023.


Grafico Bpm Daily by TradingView

 

L’andamento del titolo oggi

A un’ora dalla chiusura di Piazza Affari il titolo è tra i più performanti: guadagna il 4,4% a 1,2820, seppur nei valori della vigilia. Al momento, il target price medio sul titolo Banco BPM è di 2,37 euro, ben sopra le quotazioni a uali e con un potenziale upside di oltre l’80%. Se si guarda poi alla view, 8 analisti hanno rating Buy (acquistare), 8 Hold (tenere in portafoglio) e nessun Sell (vendere).

 

 

Analisi tecnica

Il titolo Banco BPM, che fino a metà febbraio era stato artefice di un’ottima performance in Borsa, ha cambiato totalmente direzione con il diffondersi del virus in Italia e nel mondo. Brutto segnale la rottura della ex trend line ribassista di lunghissimo periodo (massimi di ottobre 2017), in quanto segnale di cambio di sentiment del mercato. I prezzi poi hanno proseguito no a toccare nuovi minimi storici a 1,2 euro. In tale scenario possibile un rimbalzo nel breve ma la visibilità rimane bassa per la forte incertezza sul mercato. Un eventuale rialzo di breve sarebbe dunque una possibilità di short. Al rialzo invece si potrebbe tentare un approccio long di breve al superamento di 1,60 euro, con target 1,69 euro e 1,83 euro. Lo stop meglio fissarlo subito sotto 1,60 euro. Per avere un più chiaro segnale rialzista, in termini di sentiment, meglio attendere il recupero di 1,83 euro, per mettere nel mirino 2 e 2,16 euro.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *