Apple: l'iPhone del futuro sarà un personal robot, cosa fare con l’azione - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Apple: l’iPhone del futuro sarà un personal robot, cosa fare con l’azione

Nell'immagine, un robot domestico serve il tè a una famiglia composta da padre, madre e una bambina

Dopo aver abbandonato il sogno dell’auto elettrica, Apple è in cerca del prossimo settore da conquistare, e la robotica domestica potrebbe essere in prima fila. Secondo quanto riportato da Bloomberg e dall’analista Mark Gurman, a Cupertino starebbero indagando diverse piste nell’ambito dei “robot personali”, considerandoli come una delle possibili “prossime grandi novità”. Uno dei progetti al centro di questa nuova iniziativa di Apple è particolarmente intrigante: si tratta di un robot personale costruito per seguire gli utenti all’interno delle loro abitazioni. Questo progetto segna una significativa espansione degli interessi dell’azienda, estendendosi oltre i suoi famosi prodotti come iPhone, iPad e Mac, per esplorare territori finora inediti nel campo della robotica domestica.

Gli ingegneri di Apple stanno studiando le possibilità di un robot mobile capace di accompagnare gli utenti nelle diverse stanze della casa, stando a quanto riferito da fonti anonime. Il tutto è ancora avvolto nel mistero, visto il desiderio della società di mantenere la riservatezza sullo sviluppo in corso. In aggiunta a questo compagno mobile, Apple sta sviluppando anche un avanzato dispositivo da tavolo che integra elementi di robotica per muovere un display. Questo dispositivo rappresenta un ulteriore passo avanti nella visione di Apple per la casa del futuro, dove la tecnologia svolge un ruolo sempre più centrale e interattivo nella vita quotidiana delle persone.

Tuttavia, è importante notare che entrambe le iniziative sono attualmente nelle fasi iniziali di ricerca e sviluppo. Non è ancora chiaro se e quando questi prodotti vedranno la luce del giorno come parte dell’offerta commerciale di Apple. Ciò che è certo, però, è l’impegno dell’azienda nell’esplorare nuove frontiere della tecnologia, mantenendo il suo ruolo di leader nell’innovazione. Come detto, infatti, dopo la chiusura definitiva del progetto Apple Car, la società è impegnata a cercare nuove frontiere, senza dimenticare che non sono ancora stati annunciati i dettagli dell’intelligenza artificiale made in Apple, che dovrebbe debuttare con iOS 18.

 

Azioni Apple: quotazioni tentano un rimbalzo sul supporto in area 168 

Quotate sul mercato tecnologico statunitense Nasdaq, le azioni Apple sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine, nonostante le performance negative registrate nelle ultime sedute. Dopo aver realizzato un doppio massimo sul livello dei 200 dollari (soglia psicologica), l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta con un violento movimento ribassista che si è arrestato solo a quota 180. Da quel momento vi è stato un pronto recupero che però si è fermato lontano dai precedenti massimi, in prossimità del livello 195, per poi ricominciare una perdurante discesa fino alle quotazioni attuali.

Il recente andamento si è sempre mantenuto ben al di sotto di una ben delineata trendline ribassista, anche piuttosto inclinata, che conferma senza dubbio la negatività in corso. L’unico aspetto forse positivo è che i corsi hanno oramai raggiunto il supporto presente in area 168 e difficilmente avranno la forza di violarlo al primo tentativo. Quindi, nell’immediato, è più probabile attendersi un rimbalzo, anche se solo di corto respiro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 171 con target nell’intorno dei 177 dollari, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 168 con obiettivo molto vicino al livello 162. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a inizio aprile. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 42.


L’andamento di breve termine del titolo APPLE

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *