Azioni: 3 motivi per cui BlackRock non compra ora - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni: 3 motivi per cui BlackRock non compra ora

Azioni: 3 motivi per cui BlackRock non compra ora

Il ribasso delle quotazioni delle azioni procede in maniera spedita in questo 2022 turbolento. Erano anni che non si avvertiva un sentiment così negativo nei mercati finanziari. Da inizio anno a Wall Street le vendite hanno colpito una serie innumerevole di titoli, con l’S&P 500 che ha oltrepassato la soglia del 20% dai massimi e quindi si avvia verso quello che viene definito un mercato ribassista. Le cose sono andate peggio per il NASDAQ, che ha perso circa il 30% dal 1° gennaio, per effetto della svendita dei titoli tecnologici, i quali risentono in modo particolare del rialzo dei rendimenti sul mercato. Le cose non sono andate bene nemmeno in Europa, sebbene il passivo sia più contenuto, con l’indice Stoxx 600 in calo di circa il 15%.

 

BlackRock: ecco perché non compra le azioni

Con queste discese ora le valutazioni delle azioni potrebbero essere più interessanti e quindi si aprirebbero scenari per ottime opportunità di guadagno. Molti trader si stanno chiedendo se sia il caso di entrare a mercato in questo momento, per approfittare di prezzi bassi e quindi ottenere ritorni importanti se le azioni dovessero riprendere il rally ultradecennale.

Non è di questo parere BlackRock, la più grande società d’investimento del mondo. Il team del Blackrock Investment Institute guidato da Wei Li, ritiene che in realtà le valutazioni azionarie non siano davvero migliorate perché, con l’aumento dei tassi da parte della Federal Reserve, c’è il rischio effettivo che i margini di profitto delle aziende si restringano. La società quindi in un orizzonte temporale di 6-12 mesi si tiene alla larga dalle azioni e motiva la scelta con 3 ragioni.

La prima riguarda i salari in crescita. Gli analisti di BlackRock si aspettano pressioni sul costo del lavoro per effetto dell’inflazione. Le aziende che sono a corto di manodopera saranno costrette ad aumentare le buste paga dei dipendenti per attirare forza lavoro, ma questo finirà per impattare sugli utili aziendali. Tutto ciò però non è incorporato nelle stime di guadagno delle società dell’S&P 500, quindi le proiezioni a Wall Street di crescita del 10,5% degli utili per quest’anno sono troppo ottimistiche. Il problema per le aziende, a giudizio di BlackRock, è che questi maggiori costi non si riuscirà a trasferirli ai consumatori, perché l’economia rischia di rallentare e la domanda di diminuire.

La seconda ragione consiste nel fatto che le azioni non siano molto attraenti, soprattutto in prospettiva di aumento dei tassi da parte della Fed. Con tassi più alti i flussi di cassa futuri saranno meno preziosi, perché scontati a un onere maggiore. Questo vale soprattutto per le aziende tecnologiche che puntano sulla crescita a lungo termine.

Infine, un altro motivo per cui BlackRock non acquista azioni in questo momento deriva dal rischio di una politica monetaria troppo restrittiva da parte delle Banche centrali per combattere l’inflazione, almeno nel breve termine. Il segnale per tornare sul mercato si ha solo quando gli istituti monetari lanceranno chiari messaggi che i tassi d’interesse elevati staranno incidendo negativamente sulla crescita e l’occupazione, perché a quel punto vorrà dire che si preparano a una nuova svolta più accomodante. Il punto è quando avverrà questa svolta. Per BlackRock è impossibile saperlo ora, per cui la posizione nel breve rimane neutrale sulle azioni, con la prospettiva nel lungo termine di riprendere ad acquistare.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *