Azioni ERG: partnership con Apex Clean Energy, quali risvolti in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni ERG: partnership con Apex Clean Energy, quali risvolti in Borsa?

Azioni Erg: quali risvolti dopo partnership con Apex Clean Energy?

In una giornata caratterizzata dalla debolezza per Piazza Affari spicca la performance positiva delle azioni ERG, con il titolo che beneficia delle notizie giunte dalla società prima dell’apertura dei mercati. Nello specifico il Gruppo italiano ha comunicato la firma di un importante accordo con Apex Clean Energy Holdings, primario sviluppatore indipendente americano di energia pulita, per la creazione di una partnership strategica, che vedrà ERG detenere il 75% e Apex il 25%. L’obiettivo è quello di gestire un portafoglio di impianti eolico e solare già operativo e nel caso svilupparlo ulteriormente. L’operazione di queste ultime ore che rappresenta per Erg il primo passo per entrare nel mercato americano, prevede la creazione di una holding di diritto statunitense nella quale saranno conferiti un impianto eolico e un impianto solare per complessivi 317 MW di capacità installata. Inoltre la produzione stimata sarà di circa 1 TWh, oltre ad un cooperation agreement relativo a circa 1 GW di nuovi progetti solari ed eolici on-shore in fase di sviluppo negli Stati Uniti.

Nel dettaglio il portafoglio in essere vede la presenza sia di un parco eolico on-shore da 224,4 MW situato in Iowa ed entrato in esercizio nella prima metà del 2023, con una produzione stimata annua di oltre 800 GWh, che di un parco fotovoltaico da 92,4 MW situato in Illinois ed entrato in esercizio nella seconda metà del 2022, con una produzione stimata annua di oltre 150 GWh, pari a complessive 387 kt di CO2 evitata. Ricordiamo che il closing dell’operazione è previsto entro i primi sei mesi del prossimo anno e per il 75% della quota di maggioranza l’esborso di ERG sarà pari a 270 milioni di dollari.

 

Azioni ERG: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come si sta muovendo l’azione nella seduta in corso. E’ al momento una giornata all’insegna degli acquisti per il titolo ERG con le quotazioni che, uncinando al rialzo le precedenti resistenze poste sui 28 euro, si spingono in direzione dei massimi degli ultimi 7 mesi situati in area 28,40 euro. Nel breve periodo l’eventuale superamento di queste resistenze, andrebbe a rafforzare la gamba ascendente innescatasi dai minimi annuali situati sui 21,15-21,20 euro in direzione dei top annuali posti sui 29.20 euro. Dal punto di vista operativo sarà lasciandosi alle spalle quest’ultimi aree che si avrebbe un rafforzamento del quadro grafico, con possibili estensione dei guadagni fin verso i 30 euro. In questo contesto rialzista eventuali correzione fin verso i 27 euro potrebbero rappresentare occasioni di acquisto.

Al contrario sarà solo con la perdita dei 26,15-26 euro, nelle cui vicinanze troviamo sia la media mobile di lungo periodo che l’indicatore giornaliero del Supertrend, che si aprirebbe una fase di storno per l’azione con primi obiettivi i 25,2-25 euro dove verrebbe messa sotto pressione la trendline rialzista che parte dai minimi dello scorso mese di ottobre. L’eventuale perdita di tali sostegni indebolirebbe il titolo, con possibili eventuali discese fin verso la soglia dei 24 euro.

 

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *