Pfizer: per le azioni nuova spinta dal vaccino Omicron? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Pfizer: per le azioni nuova spinta dal vaccino Omicron?

Pfizer: nuova spinta dal vaccino Omicron?

Puntare su Pfizer oggi a Wall Street? Dopo 5 sedute consecutive al ribasso ed in attesa dell’audizione di Jerome Powell dinanzi al Senato Usa prevista per oggi, i principali mercati azionari statunitensi dovrebbero aprire le contrattazioni all’insegna del recupero. Ecco dunque che l’indice USA S&P 500 cercherà di riportarsi oltre l’importante media mobile a 50 sedute situata nei pressi dei 4.680 punti, livello sopra il quale le quotazioni potrebbero avere allunghi verso la soglia dei 4.700 punti.

Per la giornata odierna, priva peraltro di dati macro, tra i titoli che potrebbero muoversi troviamo Pfizer dopo le dichiarazioni del Ceo Bourla secondo cui il nuovo vaccino contro la Variante Omicron dovrebbe essere pronto nel mese di Marzo. “La speranza è che riusciremo a ottenere qualcosa che avrà una protezione migliore, in particolare contro le infezioni, perché la protezione contro i ricoveri e la malattia grave è già buona in questo momento, con gli attuali vaccini se si ha la terza dose”, ha detto Bourla. Lo stesso numero uno di Pfizer ha specificato che non è ancora chiaro se sia necessario o meno un vaccino Omicron o come verrebbe utilizzato, ma Pfizer lo preparerà poiché alcuni paesi lo vogliono pronto il prima possibile.

 

Azioni Pfizer: cosa dice l’analisi grafica?

Dal punto di vista grafico l’impostazione generale del titolo è chiaramente al rialzo e durante gli ultimi mesi le poche fasi correttive di breve si sono sempre tramutate in nuove occasioni di acquisto. Nel breve la tenuta dei 55$, che rappresentano gli ex massimi di Novembre 2021 e che sono stati ripresi nelle ultime sedute, dovrebbe riportare positività al titolo con primissimi target situati sulla soglia dei 60$ e a seguire sui massimi di periodo toccati nel mese di Dicembre nei pressi dei 61,60$.

Al contrario discese sotto i minimi della scorsa settimana situati in area 54$, indebolirebbero non solo la struttura grafica del titolo ma farebbero riprendere quella correzione innescatasi dai top di periodo in direzione dei prossimi sostegni che troviamo sulla soglia dei 50-50,50$.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI