Azioni Tip su a Piazza Affari con il nuovo bond, cosa fare con l’azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Tip su a Piazza Affari con il nuovo bond, cosa fare con l’azione?

Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana, in Piazza Affari a Milano

Il nuovo bond di Tamburi Investment Partners (Tip) convince analisti e mercato. L’azione della società di investimento è salito sul listino Star di Piazza Affari spinto dalla promozione  di Equita che ne ha alzato il target price da 12,3 a 12,7 euro, confermando il rating buy. Il 29 maggio, spiegano gli analisti di Equita, il Consiglio di amministrazione di Tip ha deciso di avviare il rifinanziamento del prestito obbligazionario esistente da 300 milioni di euro in scadenza a dicembre 2024 con l’emissione di un nuovo bond da 250 milioni con opzione di incremento fino a 350. Quest’ultimo avrà una durata di 5 anni e un rendimento minimo del 4,5%.

Gli esperti sottolineano la strategia di investimento del gruppo sempre molto coerente, focalizzata su investimenti in partecipazioni di minoranza in società eccellenti, realizzata dai tre decision maker (Gianni Tamburi, Alessandra Gritti e Claudio Berretti) che sono parte del gruppo fin dalla sua fondazione e che sono stati in grado di generare rendimenti molto significativi (15% di total return annualizzato negli ultimi 10 anni). Il portafoglio offre un’elevata diversificazione sia in termini di asset che di mercato di riferimento, un alto livello di liquidità (il 60% degli asset costituito da asset direttamente o indirettamente quotati) e una bassa leva finanziaria sia a livello di holding (con loan-to-value inferiore al 20%) che nelle società partecipate, sia pubbliche che private.

Il fondatore di Tip, Giovanni Tamburi, in un’intervista su Milano Finanza ha spiegato che lo scopo di questa operazione è mettere da parte risorse da impiegare in nuovi investimenti e arricchire il portafoglio di partecipazioni, solitamente in imprese quotate a Piazza Affari. “Il momento è quello giusto – ha detto Tamburi -. A parte le banche per il resto il listino milanese è cresciuto poco e i multipli delle aziende si sono fatti via via più interessanti. Una situazione ideale per Tip, che dispone di una liquidità notevole, attorno al miliardo di euro, considerando le risorse proprie, le linee di credito bancarie e la leva dei club deal”.

 

Azioni Tip: le quotazioni puntano al supporto in area 8,90

Le azioni Tip sembrano essere impostate al ribasso nel breve termine. Dopo il massimo toccato toccato lo scorso 28 marzo sul livello 10,10 euro, hanno drasticamente invertito la rotta con un violento movimento ribassista che si è arrestato solo in prossimità del supporto presente a quota 8,90. Da quel momento i corsi sono prontamente rimbalzati fermandosi sul livello 9,88 euro il 22 maggio, per poi riprendere a scendere altrettanto velocemente.

La struttura grafica di Tip si è così decisamente compromessa sia perché è stato violato al ribasso l’importante indicatore Supertrend, sia perché il movimento intraday ha permesso al mercato di creare un pattern di analisi candlestick denominato “Bearish Engulfing”, indicante una tendenza discendente nell’immediato. Quindi, per le prossime giornate, è lecito attendersi una prosecuzione di tale fase negativa che porterà probabilmente le quotazioni a raggiungere nuovamente il già supporto degli 8,90 euro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 9,41 con target nell’intorno dei 9,75 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 9,23 con obiettivo molto vicino al livello 8,90. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di neutralità vicino al livello 44.


L’andamento di breve termine del titolo TIP

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *