Bitcoin: per Cathie Wood quotazioni a 560.000 dollari entro 5 anni

Bitcoin: per Cathie Wood quotazioni a 560.000 dollari entro 5 anni

Bitcoin: per Cathie Wood quotazioni a 560.000 dollari entro 5 anni, ecco perché

Bitcoin è scivolato sotto la soglia psicologica di 60.000 dollari negli ultimi giorni, dopo aver raggiunto il record storico a 68.890 dollari il 10 di novembre. A spingere in basso le quotazioni una serie di ragioni. In primis la firma in questi giorni del disegno di legge sulle infrastrutture in USA da parte di Joe Biden. Molti temono che sia in arrivo una stretta fiscale sul mercato delle criptovalute che ridimensioni molto il trading e quindi i guadagni.

In secondo luogo la guerra aperta della Cina a tutto il mondo crittografico, con la Commissione Nazionale di sviluppo e riforma che ha dichiarato di intensificare la caccia a chi ancora sta provando a estrarre criptovalute. Infine vi è una fisiologica presa di profitto da parte degli investitori dopo il grande rally partito a ottobre 2020 e che ha fatto aumentare il valore di Bitcoin di 5 volte.

 

Perchè Cathie Wood lo vede a 560.000 dollari

Adesso come va interpretato questo ritracciamento? Per molti si tratta di una pausa temporanea, con gran parte degli investitori pronti a rientrare a mercato a prezzi più bassi. Alcuni iniziano a temere che forse per il 2022 ci potrà essere una fase di consolidamento e difficilmente si rivedranno le stesse performance dell’ultimo anno.

Di questo non è convinta Cathie Wood, che vede Bitcoin a oltre 500.000 dollari nei prossimi 5 anni. In un’intervista rilasciata alla carta stampata, l’investitrice che gestisce i fondi ARK ha dichiarato che, se gli investitori istituzionali destinano il 5% dei loro portafogli d’investimento nella principale delle criptovalute, le quotazioni del token potrebbero arrivare a 560.000 dollari entro il 2026. La 65enne californiana ha anche aggiunto che la rete blockchain di Bitcoin è molto trasparente e permette agli utenti di vedere in tempo reale quelli che sono gli acquisti degli istituzionali.

Ma perché gli investitori professionisti dovrebbero essere coinvolti nell’acquisto della valuta digitale? Per Cathie Wood ciò che potrebbe animarli è la bassa correlazione che esiste tra Bitcoin a altri strumenti finanziari come le azioni. Questo significa che i rischi di coinvolgimento in caso di crisi finanziaria ad esempio sarebbero molto ridotti.

Da più parti si è attribuita questa funzione particolare alle principali criptovalute, ovvero di essere smarcati dall’andamento generale dei mercati e quindi di fungere da contenimento ai cali di portafoglio. Molti hanno accostato Bitcoin all’oro come bene rifugio contro le turbolenze finanziarie, ma anche come forma di copertura dall’inflazione. Anzi, non sono pochi ad aver pensato che nella veste di porto sicuro Bitcoin lo avesse totalmente rimpiazzato. visto l’andamento negativo che il metallo giallo ha avuto fino a poco tempo fa nonostante una crescita dei prezzi al consumo sostenuta.

 

Bitcoin: ora lo si ottiene in cashback con acquisti dai rivenditori

Bitcoin comunque continua a riscuotere maggiore riconoscimento a livello istituzionale, al di là dell’investimento diretto di grandi aziende come Tesla, MicroStratey e Square, ad esempio. PayPal lo adotta come mezzo di pagamento nella piattaforma, in USA stanno crescendo a vista d’occhio i bancomat che distribuiscono Bitcoin e addirittura uno Stato come El Salvador lo ha battezzato come moneta a corso legale.

Un’altra interessante iniziativa proviene dalla fintech britannica Mode Global Holdings, che ha stipulato una partnership con più di 40 rivenditori attraverso cui è assegnato un cashback di Bitcoin ai consumatori che fanno acquisti presso tali aziende. L’offerta partirà con l’inizio del 2022 e potrebbe fare da apripista anche per altre società in Gran Bretagna e in altri Paesi. Al momento tra i nomi di rilievo che hanno aderito all’accordo vi sono Ocado Group Plc , Boots di Walgreens Boots Alliance Inc. e Homebase di Hilco Capital LP.

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

Tiger Global: ecco quanto ha perso con il crollo delle azioni tech

Stablecoin: quali sono le 10 più importanti

Enel: 100 milioni di impatto da extraprofitti, cosa fare con le azioni?

Liquidità: nei fondi mai così alta da attacco a Torri Gemelle

Grano: ecco chi oltre l’India ha imposto divieto di export

Lascia un commento