Cacao: rally incontenibile, quanto durerà? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Cacao: rally incontenibile, quanto durerà?

Cacao: rally incontenibile, quanto durerà?

I prezzi del cacao continuano la corsa. Da inizio anno le quotazioni dei future a New York hanno realizzato una performance di oltre il 57% a 6.549 dollari, superando per la prima volta la soglia dei 6.000 dollari il mese scorso. A spingere sul rally della materia prima sono le preoccupazioni per l’offerta di cacao in Africa Occidentale, da dove arrivano tre quarti della produzione mondiale. Secondo quando affermato da Warren Patterson, responsabile della strategia delle materie prime di ING, la Costa d’Avorio e Ghana da sole rappresentano circa il 58% dell’offerta globale, con la prima che ha una quota del 44% e la seconda del 14%.

Negli ultimi mesi ha avuto un certo impatto sul trend di alcune materie prime, tra cui il cacao, anche la siccità di El Niño in gran parte del sud-est asiatico, in India, in Australia e in alcune parti dell’Africa. Questo fenomeno si ripete ciclicamente ogni volta che le temperature del Pacifico orientale aumentano di 0,5 gradi Celsius al di sopra della media di lungo periodo.

I prezzi sono sostenuti anche perché non si vede una contrazione della domanda di cacao. “In genere, per qualsiasi tipo di prodotto agricolo ci si aspetterebbe di vedere una certa distruzione di domanda quando si hanno prezzi astronomicamente alti, ma non lo stiamo vedendo nel cacao” ha detto Paul Joules, analista di materie prime presso Rabobank. Secondo l’esperto, uno dei motivi è “probabilmente a un acquisto compulsivo dei consumatori”.

 

Cacao: cosa aspettarsi ora

Continuerà il rally del cacao? Sono in molti a chiederselo, evidenziando l’anomalia del trend e di una domanda ancora molto forte. Tuttavia, Joules si aspetta che nella seconda parte del 2024 ci potrebbe essere una certa “distruzione della domanda” perché il quadro di mercato attualmente è “molto teso”. Ciò dovrebbe portare a un rallentamento della tendenza rialzista del prezzo.

Secondo Patterson di ING, “la domanda chiave, e anche la più difficile, è quanto possono salire i prezzi del cacao”. Chiaramente nessuno può saperlo, ma lo strategist ritiene che “devono arrivare a livelli in cui si inizia a vedere una significativa distruzione della domanda” precisando che qualche segnale c’è ma non è abbastanza forte da “riportare il mercato in equilibrio”.

Patterson esprime poi timori per le condizioni meteorologiche dell’Africa occidentale: “L’anno scorso, le piogge più abbondanti del solito hanno sollevato preoccupazioni sull’impatto che avrebbero avuto sul raccolto, con l’aumento dei casi di malattia del baccello nero. Le forti piogge hanno anche portato a problemi nella consegna del cacao ai porti. Quest’anno, le condizioni meteorologiche più secche e i forti venti dell’Harmattan stanno sollevando ulteriori preoccupazioni sull’evoluzione del raccolto”.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *