Calcolo del finanziamento auto: rata del prestito e simulazioni
Cerca
Close this search box.

Calcolo del finanziamento auto: rata del prestito e simulazioni

Calcolo del finanziamento auto: rata del prestito e simulazioni

Il finanziamento auto è una delle tipologie di prestito più richieste dagli italiani. Questo tipo di finanziamento, infatti, permette di dilazionare il costo dell’acquisto di una vettura, che altrimenti potrebbe risultare particolarmente costosa per i diretti interessati. Fare richiesta per un finanziamento auto, inoltre, è molto semplice e particolarmente veloce. È importante, però, una volta che è stata individuata la vettura da acquistare, capire se è possibile affrontare il pagamento, cercando di comprendere se siano sostenibili le eventuali rate di un finanziamento auto. Scopriamo come è possibile farlo.

 

Il calcolo della rata del finanziamento auto

Dopo aver scelto la vettura dei nostri sogni, è importante calcolare il preventivo per il finanziamento auto. Questa operazione permette di conoscere in anticipo le spese che devono essere effettuate. Ma soprattutto ci permette di pianificare la spesa secondo le proprie esigenze.

La maggior parte degli istituti di credito danno la possibilità di simulare online la domanda di finanziamento auto. È possibile farlo senza impegno ed utilizzando un semplice strumento di calcolo: si inserisce l’importo desiderato e il numero di rate che si preferisce versare. Nella maggior parte delle occasioni sono sufficienti pochi passaggi per riuscire ad avere l’indicazione precisa della cifra da versare.

Può accadere che al richiedente venga richiesto di abbinare una polizza assicurativa a tutela del prezzo. Attenzione, questa opzione è facoltativa. Chi, comunque, non fosse soddisfatto della rata, perché la ritiene troppo alta, può calcolare un nuovo piano di rimborso, scegliendo un rientro più lungo.

 

È possibile un finanziamento a tasso zero?

Nel caso in cui non si avesse una particolare urgenza nell’acquistare una nuova vettura, è possibile aspettare le campagne promozionali che vengono messe in campo dai vari concessionari e dai produttori automobilistici. In molti casi viene proposto il finanziamento auto a tasso zero.

Senza dubbio questa può rappresentare una ghiotta opportunità per l’acquirente, che può recarsi presso il concessionario del brand desiderato, scegliere il modello che meglio si adatta alle sue esigenze. Potrà inoltre aggiungere gli accessori che preferisce e quindi optare per il finanziamento auto a tasso zero.

Per questo tipo di operazione, il concessionario è un semplice intermediario tra il cliente e la casa automobilistica. Il suo compito è quello di raccogliere tutta la documentazione necessaria per poter accedere a questo tipo particolare di prestito.

È importante, però ricordare una cosa: benché si parli comunemente di finanziamento auto a tasso zero, in realtà è necessario pagare delle spese accessorie, che riguardano l’istruzione della pratica. Sarà, inoltre, necessario pagare il TAEG, ossia il tasso annuo effettivo globale, che nella maggior parte dei casi si aggira intorno al 2%. Sono azzerate, invece, le spese del TAN, ossia il tasso annuale nominale.

 

Simulazioni rate di pagamento

Il finanziamento auto è un particolare tipo di prestito personale, che è destinato, ovviamente, all’acquisto di un veicolo. Si possono acquistare delle macchine nuove, ma anche usate. È un finanziamento a tasso fisso, il cui periodo di rimborso è variabile. Può arrivare ad un massimo di dieci anni. Prima di procedere con il finanziamento auto è necessario essere consapevoli della rata, in modo da capire come possa impattare direttamente sui costi da sostenere ogni mese.

Chi volesse avere un’idea di massima di quanto dovrà pagare potrà fare alcuni calcoli al volo. Proviamo a fare una simulazione. La vettura che si vuole acquistare ha un costo di 15.000 euro e si vuole versare una maxi-rata iniziale di 2.000 euro. Ipotizzando un TAN del 5% ed un prestito della durata di 60 mesi, il calcolo che si deve effettuare è il seguente: 13.000 x 0,05 x 5 = 3.250 euro. Questa somma corrisponde all’ammontare interessi da aggiungere al costo del finanziamento.

La rata sarà intorno ai 270 euro al mese (questo risultato si ottiene aggiungendo alla cifra finanziabile gli interessi, dividendo il risultato per 60 mesi). A cui bisognerà aggiungere il TAEG, che ipoteticamente si può fissare al 2%: la rata finale sarà intorno ai 276 euro al mese.

AUTORE

Picture of Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *