Certificati a leva: fissa vs dinamica, caratteristiche e funzionamento
Cerca
Close this search box.

Certificati a leva: fissa vs dinamica, caratteristiche e funzionamento

Certificati a leva: fissa vs dinamica, caratteristiche e funzionamento

I Certificati a leva sono una categoria di Certificates particolarmente adatta ai trader, di breve o medio periodo a seconda della tipologia di prodotto selezionato. Questi strumenti permettono di amplificare i movimenti del sottostante in maniera più che proporzionale, sia al rialzo che al ribasso. Ipotizzando di aver acquistato un Certificato a leva 7 long, in caso di un movimento positivo del sottostante dell’1% il Certificate guadagnerà il 7%. Al contrario, una performance negativa dell’1% provocherà una perdita del 7% sul valore del Certificato. Sul mercato dei Certificates distinguiamo due tipi di prodotti a leva: quelli a leva fissa e quelli a leva dinamica. Vediamo il funzionamento, le principali caratteristiche e come si differenziano questi tipi di leva.

 

Certificati a leva fissa: caratteristiche e funzionamento

Come si può intuire dal nome, i Certificati a leva fissa hanno la caratteristica di avere l’effetto leva sempre stabile nel corso del tempo, dal momento dell’emissione a quello della scadenza. L’elemento più importante che si deve considerare quando si investe in questi prodotti è l’orizzonte temporale dell’operazione, che dovrebbe preferibilmente essere intraday. Ciò avviene a causa del Compunding Effect, o effetto dell’interesse composto. La base di calcolo del Certificati a Leva Fissa viene infatti stabilita quotidianamente sulla base del prezzo di chiusura del sottostante. Se il Certificato dovesse essere detenuto per più di un giorno, la relativa variazione percentuale potrebbe differire in maniera consistente rispetto a quella del sottostante.

 

Certificati a leva dinamica: caratteristiche e funzionamento

Non tutti i Certificati a leva presenti sul mercato italiano hanno una leva finanziaria fissa. Alcune tipologie, come i Certificati Turbo o quelli Corridor, sono caratterizzati da una leva dinamica, ossia che varia a seconda della distanza che intercorre tra il prezzo del sottostante e quello del Knock-Out, ossia il prezzo colpito il quale il Certificato perde tutto il suo valore. Più le quotazioni si avvicinano a tale livello, più l’effetto leva cresce. Al contrario, un allontanamento dallo stesso determinerà un abbassamento della leva. È da segnalare come una volta acquistato il Certificato, questo manterrà stabile la leva: per questi prodotti non si presenta l’effetto dell’interesse composto, rendendoli adatti sia ad un trading di breve che a uno di medio-lungo periodo.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *