Ferrero si espande negli Stati Uniti, acquisito il colosso dei gelati Wells - Borsa&Finanza

Ferrero si espande negli Stati Uniti, acquisito il colosso dei gelati Wells

Ferrero si espande negli Stati Uniti, acquisito il colosso dei gelati Wells

Il gruppo Ferrero si impadronisce di Wells Enterprises, la più grande azienda di gelati a conduzione familiare del mondo. L’annuncio è stato dato dalla società di Alba, a consolidamento delle operazioni di espansione nel Nord America. I termini della transazione ancora non sono stati resi noti, anche se il closing dovrebbe arrivare nel 2023. Wells però rimarrà un’azienda autonoma con i propri uffici e le attività produttive. Mike Wells, attuale Amministratore Delegato e Chief Engagement Officer, svolgerà la funzione di consulente per agevolare l’operazione di acquisizione, mentre continuerà ad avere un ruolo attivo nell’azienda. Liam Killeen, attuale Presidente di Wells, diventerà il nuovo CEO.

Il passaggio è stato accolto con grande calore da parte dei massimi esponenti delle due aziende. Giovanni Ferrero, numero uno del colosso della nutella, ha affermato che questa è “una partnership vincente, che unisce esperti di gelato e campioni del settore dolciario”. Il patron dell’azienda dolciaria si è detto “fermamente convinto che Wells e Ferrero siano un binomio perfetto per un futuro lungo e di successo”. Mike Wells ha dichiarato che “Ferrero è un’azienda affine e fortemente impegnata a fornire prodotti dolciari di alta qualità che portano gioia ai consumatori di tutto il mondo”.

 

Wells Enterprises: chi è il leader dei gelati americani

Wells Enterprises è stata fondata nel 1913 e oggi viene considerata leader indiscussa nel settore dei gelati, occupando il terzo posto nel settore in assoluto ed essendo la principale azienda tra quelle a conduzione familiare. Il gruppo può vantare marchi di primo livello come Blue Bunny, Blue Ribbon Classics, Bomb Pop e Halo Top. La società ha sede in Iowa e possiede due impianti produttivi a Le Mars, uno a Dunkerque, New York, e uno a Henderson, nel Nevada. In questo momento, produce più di 200 milioni di galloni di gelato all’anno e distribuisce i propri prodotti in tutti i 50 Stati americani, impiegando circa 4 mila dipendenti. Per il 2022 Wells si attende di produrre ricavi per 1,7 miliardi di dollari.

 

Ferrero: cosa rappresenta l’acquisizione Wells

Con l’acquisizione di Wells Enterprises, Ferrero aggiunge un altro tassello importante al vasto programma di allargamento dell’attività negli Stati Uniti, dopo che nel 2017 l’eccellenza italiana aveva acquistato Fannie May da Nestlé e il leader delle caramelle Ferrara Candy; mentre nel 2018 si era impadronito di Kellogg, il business di biscotti e snack alla frutta.

Il mondo dei gelati era seguito da tempo con grande attenzione, tant’è che nel 2017 Ferrero aveva siglato un’alleanza di tre anni con Unilever per la produzione in Europa dei primi Kinder Ice Cream. Terminata la partnership, il gigante di Alba è andato avanti da solo con l’acquisizione nel 2019 della spagnola Ice Cream Factory Comaker, specializzata nei prodotti per le gelaterie. Adesso però il passaggio dall’Europa agli Stati Uniti con Wells, in un punto che potrebbe anche non essere quello di arrivo.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *