Investv: dall'Australia nuova tensione sui tassi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: dall’Australia nuova tensione sui tassi

Investv: dall'Australia nuova tensione sui tassi

Nella seconda puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, Giancarlo Prisco per la squadra gialla sfiderà il capitano della squadra azzurra. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 6 giugno

La prima puntata della settimana di Investv ha visto confrontarsi Pietro Paciello per la squadra azzurra e Riccardo Designori per la squadra gialla. Nello specifico Pietro Paciello ha indirizzato la sua operatività tra le blue chip italiane, scegliendo Stm il titolo sui cui operare. Nello specifico è stata proposta un’entrata in area 37,60 euro, con uno stop a 36,74 euro ed un target situato nei pressi dei 38,74 euro. A fine giornata l’operazione ha visto una performance negativa del 6,52%. Al contrario il capitano della squadra gialla ha scelto il Gold come asset su cui operare. È stata proposta un’entrata in area 1854,2 dollari, con un target a 1857,8 dollari ed uno stop a 1852,2 dollari. In questo caso l’operazione è andata a target realizzando una performance positiva dell’1,11%.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Tornano nuovamente sui mercati i timori riguardanti l’inflazione. In questo caso l’allarme arriva dall’Australia, dove la Reserve Bank of Australia ha alzato i tassi di interesse dello 0,5% quando le attese erano per uno 0,25%. Nel comunicato la Banca centrale, promettendo di fare tutto ciò che è necessario per fermare la marcia dell’inflazione, carica di tensione la riunione della Bce le cui decisioni verranno comunicate tra due giorni. In questo contesto andremo ad esaminare sia il rally del dollaro, che si porta sui massimi degli ultimi 20 anni nei confronti dello yen, che la corsa dei rendimenti obbligazionari con il decennale statunitense che ritorna oltre la soglia del 3%. Infine andremo a dare uno sguardo al nostro indice principale che nella seduta di ieri è tornato sopra l’area dei 24.500 punti. Quali le attese per la seduta odierna?

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *