Investv: Carlo Vallotto punta sull'oro, obiettivo 1.800 dollari - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: Carlo Vallotto punta sull’oro, obiettivo 1.800 dollari

Investv: Carlo Vallotto punta sull'oro, obiettivo 1.800 dollari

Ultima puntata della settimana per Investv. In attesa della ripartenza ufficiale del contest lunedì 31 gennaio, con la sfida tra trader della squadra gialla e della squadra azzurra visibile in diretta streaming ogni giorno di Borsa aperta dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati, protagonista della trasmissione odierna è stato Carlo Vallotto. Il trader, confermato nella squadra azzurra, ha presentato una strategia intraday su un suo cavallo di battaglia: l’oro.

 

 

Vedi qui la strategia operativa sull’oro di Carlo Vallotto

L’esperto di commodity ha proposto un’operazione di trading di stampo rialzista sul metallo prezioso, volto a beneficiare di un recupero della soglia psicologica dei 1.800 dollari l’oncia. Con un ingresso previsto a 1.787 dollari, lo stop è stato individuato a 1.784 dollari con un rapporto rischio/rendimento di poco superiore al 4,3.

 

 

Come abitudine del format, l’appuntamento del venerdì ha avuto uno spazio dedicato ai certificati d’investimento. In collegamento da Francoforte Jacopo Fiaschini, responsabile del desk italiano di Vontobel Certificati. Nel corso del suo intervento, il manager ha fatto il punto su alcune soluzioni portate sul mercato nostrano da Vontobel che permettono per la struttura del pay-off di smorzare il rischio in questa fase in cui i mercati si sono mostrati più nervosi. In particolare il focus è stato rivolto ad alcuni investment certificate su basket di azioni italiane, tedesche ed dei principali titoli tecnologici USA.

 

Investv: gli argomenti della puntata del 28 gennaio 2022

Tra i temi della puntata gli importanti dati macro in arrivo sia dal Vecchio Continente che dagli Stati Uniti nel corso della giornata, l’andamento delle trimestrali USA e di alcune aziende italiane come Leonardo ed Unicredit, capace di battere le attese degli analisti con i risultati del quarto trimestre 2021.

Nel dibattito odierno non sono mancate le analisi sulla continua debolezza che sta colpendo i mercati azionari a stelle e strisce in questo inizio d’anno, alle criticità mosse dall’inflazione anche sul fronte della gestione della politica monetaria e un aggiornamento alle ricadute sui mercati delle materie prime delle tensioni internazionali che vedono contrapposte Russia e Ucraina.

 

 

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI