Investv: da Walmart nuovo allarme recessione - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: da Walmart nuovo allarme recessione

Investv: da Walmart nuovo allarme recessione

Nella seconda puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, vedrà ospite della trasmissione Sante Pellegrino con cui andremo a commentare la situazione presente sui mercati finanziari. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 25 luglio

L’inizio della settimana ha visto ospite della trasmissione Tony Cioli Puviani che ha proposto una strategia ribassista sull’S&P 500 con un ingresso in area 3.967 punti,  uno stop posto a 4.000 punti ed un target situato a 3.940 punti. Con una chiusura alle 17.30 a 3.970 punti dell’S&P 500, l’operazione ha visto realizzarsi una performance negativa dello 0,3%.

 

I temi della puntata odierna ad Investv

In attesa delle decisioni che arriveranno domani dalla Federal Reserve in tema di tassi di interesse, un nuovo allarme spaventa i mercati. Questa volta è Walmart, la prima catena commerciale americana, ha lanciato lallarme sugli utili. I profitti infatti sono destinati a calare perché il gruppo ridurrà i prezzi di vendita per spingere gli americani, spremuti dall’aumento dei generi alimentari e delle materie prime, a tornare a comprare. La risposta degli investitori non si è fatta attendere con l’azione che ha perso oltre l’11% circa, trascinando al ribasso anche Amazon (-4%), leader del commercio elettronico.

In questo contesto ad innervosire il sentiment degli investitori le notizie in arrivo dalla Russia, con Gazprom che ha annunciato che ridurrà del 20% la capacità di fornire gas all’Europa tramite il gasdotto Nord Stream 1 a partire da domani. Infatti secondo il gruppo russo, un’altra turbina avrebbe problemi di funzionamento e necessiterebbe di nuovi lavori di manutenzione.

Nel corso della trasmissione andremo a monitorare anche la situazione presente sul nostro indice principale con i prezzi, che dopo aver tenuto la soglia dei 21.000 punti, potrebbero spingersi in direzione dei 21.500 punti. Quali le attese nel breve periodo?

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *