Investv: è il giorno della Federal Reserve - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: è il giorno della Federal Reserve

Investv: è il giorno della Federal Reserve

Nella terza puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, si sfideranno Stefano Sabetta per la squadra gialla e Nicola Para per la squadra azzurra. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 3 maggio

La puntata di ieri ha visto come ospiti Luca Padovan per la squadra gialla e Filippo Giannini per la squadra azzurra. Il primo ha proposto una strategia rialzista sul Nasdaq con un ingresso posizionato sui 13.105 punti, uno stop a 13.040 punti ed un target sui 13.345 punti. L’operazione andando in stop ha generato una performance negativa del 3,01%. Operazioni rialzista ma in questo caso sul Dax per Filippo Giannini che con un ingresso situato in area 14.072 punti, prevedeva uno stop a 13.990 punti ed un target a 14.180 punti. Anche questa strategia è andata in stop generando una perdita del 2,91%.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Il focus odierno è tutto rivolto alle banche centrali. Infatti l’ora del rialzo dei tassi è arrivata e in serata Jerome Powell illustrerà i piani di battaglia che la Federal Reserve ha in mente per combattere l’inflazione. Con i mercati che scontano un aumento dei tassi di interesse di almeno 50 punti base, portando il costo del denaro oltreoceano nella forchetta 0,75-1%, inizia ad aumentare di conseguenza la pressione sulla Bce.

A questo proposito riecheggiano le dichiarazioni di Isabel Schnabel, membro tedesco della banca centrale, che apre le porte per un aumento dei tassi anche nel Vecchio Continente fin dal secondo semestre dell’anno in corso. Infine andremo a commentare la stagione delle trimestrali che sta entrando nel vivo anche in Italia. Da una parte gli ottimi dati presentati da Cnh e Campari, mentre delude le attese Amplifon che paga lo shopping in Cina.

 

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *