Investv: risultati brillanti per Tenaris. Cosa succederà a Pirelli?
Cerca
Close this search box.

Investv: focus sui risultati brillanti per Tenaris e il destino di Pirelli

Investv, il format realizzato da Vontobel Certificati, torna oggi 16 febbraio 2023 alle ore 10. Nella sua vesta classica, il contest vede sfidarsi quotidianamente due diverse squadre di trader, alla cui guida ci sono Riccardo Designori e Pietro Origlia. Ogni giorno, gli esperti presenti in studio operano sui principali mercati internazionali e, nel presentare le proprie strategie di investimento, colgono l’occasione per affrontare le principali tematiche che condizionano quotidianamente le più importanti Borse. Nella puntata di oggi, per la squadra azzurra è presente Antonio Landolfi.

Ricordiamo che l’appuntamento con Investv, come di consueto, è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 15 febbraio 2023

Nel corso della puntata di Investv di ieri 15 febbraio 2023, ha partecipato, per la squadra azzurra, Corrado Rondelli, che ha effettuato un’operazione direttamente sul DAX. Il trader ha ritenuto che l’indice tedesco abbia mostrato debolezza nel corso della seduta di martedì, non andando ad aggiornare i massimi. Secondo il trader potrebbe ritracciare nel breve. Per la squadra gialla, invece, ha partecipato Alessandro Aldrovandi, il quale ha preferito effettuare un’operazione sul FTSE Mib. Aldrovandi ritiene che l’indice italiano sia pronto a un ritracciamento al raggiungimento di area 27.600 punti.

Ricordiamo che il FTSE Mib ieri ha chiuso la giornata con un progresso frazionale, registrando un +0,13% a 27.534 punti, mentre il FTSE Italia All Share ha registrato un +0,14%.

 

Performance di giornata:

  • Alessandro Aldrovandi per la squadra gialla: – 0,21%;
  • Corrado rondelli per la squadra azzurra: -1,63%.

Performance complessiva:

  • Totale squadra gialla: -5,14%;
  • Totale squadra azzurra: -0,66%.

Punteggio: 1-1

 

Investv: i temi della puntata del 16 febbraio 2023

Nel corso della puntata di Investv di oggi 16 febbraio 2023 trovano spazio: i dati 2022 di Tenaris, la potenziale vendita del 37% di Pirelli da parte dei cinesi di Sinochem e il settore automotive, dopo il possibile stop vendite auto diesel e benzina dal 2035.

Tenaris ha chiuso il 2022 con ricavi pari a 11,76 miliardi di dollari in aumento dell80% rispetto ai 6,52 miliardi che erano stati realizzati nel 2022. Il giro d’affari dell’azienda è riuscito a beneficiare positivamente dell’aumento delle attività nell’area americana. L’Ebitda margin è salito dal 20,8% al 31% a seguito dell’aumento dei prezzi dei prodotti venduti: in questo modo sono tati compensati i maggiori costi dell’energia e delle materie prime.

Stando a quanto ha riferito l’agenzia Bloomberg, i cinesi di Sinochem starebbero valutando la cessione della quota di controllo di Pirelli. Stando sempre alle indiscrezioni riportate dall’agenzia di stampa, la decisione non sarebbe ancora stata presa. La cessione della sua partecipazione in Pirelli, pari al 37%, sarebbe al vaglio di Sinochem Holdings, che vorrebbe semplificare il proprio portafoglio globale. Ricordiamo che Sinochem Group e China National Chemical Corporation si sono fuse e attraverso Marco Polo gestiscono la quota di controllo di Pirelli, mentre un 27% è in mano in mano agli investitori istituzionali, il 14% alla Camfin di Tronchetti e il 9% al Silk road fund.

Sotto i riflettori vi è anche il settore automotive e le sue prospettive future, dopo l’approvazione definitiva, da parte del Parlamento europeo, sul taglio delle emissioni CO2 per auto e veicoli commerciali leggeri. Una decisione che, in estrema sintesi, comporterà lo stop alla vendita dei veicoli alimentati a gasolio o a benzina entro il 2035.

 

AUTORE

Picture of Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *