Investv: mercato cauto in attesa del Pce americano - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: mercato cauto in attesa del Pce americano

Investv: mercato cauto in attesa del Pce americano

Nella quarta puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi la squadra dei trader e quella dei capitani, si confronteranno Pietro Di Lorenzo e Pietro Origlia. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto della puntata del 28 febbraio

Nella puntata di ieri si sono confrontati Biagio Milano per la squadra dei trader e Riccardo Designori per quella dei capitani. Il primo trader ha proposto una strategia rialzista intraday sul Banco BPM che prevedeva un ingresso in area 5,312 euro, con uno stop situato a 5,296 euro e un obiettivo posto a 5,346 euro. Alle ore 17,30 l’operazione non entrando nei livelli segnalati non si è attivata.

Riccardo Designori ha invece presentato una strategia multiday long sul titolo Enel con un’entrata in area 5,88 euro, uno stop situato a 5,83 euro e un target posto a 6,155 euro. Con una chiusura dell’azione a 5,853 euro, l’operazione rimane valida per le prossime giornate.

 

Investv: i temi della puntata odierna

La quarta seduta della settimana si è aperta in leggero rialzo sui principali listini azionari del Vecchio continente il cui focus, in una giornata finalmente ricca di dati macroeconomici, è rivolto all’indicatore PCE core in arrivo dagli USA che rappresenta la misura preferita dalla Federal Reserve per quanto riguarda l’inflazione. Le attese prevedono una contrazione dal 2,9% registrato nel mese di dicembre al 2,8%.

Nel corso della trasmissione andremo a commentare la situazione tecnica presente sull’oro con le quotazioni che, proseguendo il recupero innescatosi dai minimi del mese in corso, si sono portate oltre la trendline ribassista inaugurata sui massimi dello scorso mese di gennaio.

Infine, tra la storie interessanti da seguire a Milano troviamo Saipem che ha chiuso il quarto trimestre del 2024 con risultati superiori alle aspettative e ha anticipato il ritorno al dividendo per il prossimo anno, Prysmian che ha terminato il 2023 con un margine operativo lordo adjusted in crescita del 9,4% a 1,628 miliardi di euro, Moncler che ha chiuso il 2023 con ricavi in rialzo del 17% vicini a tre miliardi di euro e infine Leonardo attesa al test dei conti dell’anno passato.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *